Cibi che contribuiscono ad aumentare i globuli bianchi

 27 Luglio 2012
aumentare globuli bianchi leucociti con l alimentazione

I globuli bianchi (leucociti) sono una componente fondamentale per il sistema immunitario perché aiutano a combattere le infezioni. Solitamente, i soggetti con un sistema immunitario compromesso per via di malattie come cancro, epatite o AIDS, possono presentare un basso livello di globuli bianchi.

Tuttavia, il calo del tasso di leucociti può altresì essere provocato da una dieta e uno stile di vita poco salutari, farmaci e trattamenti, stress, processo di invecchiamento. Qualsiasi sia la causa, non v'è dubbio che con un inadeguato numero di globuli bianchi si è più facilmente esposti a infezioni e malattie.

Di seguito vengono illustrati alcuni alimenti che possono contribuire ad aumentare il livello di globuli bianchi:

Prima di vedere quali sono i cibi più indicati in questi casi, è necessario ricordare che bisogna evitare di assumere alimenti crudi o poco cotti. Le basse difese immunitarie infatti rendono il soggetto più suscettibile a intossicazioni o tossinfezioni alimentari. Quindi, innanzitutto bisogna prestare attenzione all'igiene dei cibi.

Proteine

Consumare alimenti ricchi di proteine come uova, carni magre (soprattutto pollo e tacchino), pesce, formaggi e prodotti di soia. Questi sono particolarmente indicati nei periodi di maggiore stress psico-fisico.

Beta-carotene

Secondo l'American Cancer Society, il beta-carotene è in grado di contribuire all'aumento dei globuli bianchi nel sangue e può prevenire il cancro. Il beta-carotene infatti accresce il numero di linfociti NK (Natural Killer) in grado di distruggere le cellule tumorali e infette da virus. Oltre ai linfociti NK, il beta-carotene permette un incremento di linfociti T, i principali responsabili dell'immunità cellulo-mediata, e attraverso la stimolazione delle cellule immunitarie chiamate macrofagi favorisce il fattore di necrosi tumorale (TNF).

Alcuni ricercatori sostengono inoltre che tutti i carotenoidi possiedono tali proprietà positive, non solo il beta-carotene. Un motivo in più per mangiare cibi come carota, zucca, peperone, pomodoro, cocomero, melone, papaya, mango, albicocca. Anche verdure a foglia verde, insalate, prezzemolo e cavoli contengono carotenoidi. Nei suddetti ortaggi è più facile vedere la presenza di carotenoidi durante l'autunno perché in questa stagione le foglie perdono clorofilla e acquisiscono una pigmentazione rosso-gialla dovuta ai carotenoidi residui.

Zinco e selenio

Secondo quanto affermato dal Dr. Bill Sears sul suo sito web, lo zinco è in grado di aumentare la produzione di globuli bianchi, in particolare linfociti NK e T, soprattutto nelle persone anziane. Tuttavia, bisogna stare attenti perché un'assunzione elevata di integratori di zinco (più di 75 mg al giorno) può inibire il sistema immunitario, quindi è meglio assumere questo elemento attraverso alimenti come ostriche e frutti di mare, granchio, carne di tacchino, carne di manzo, fagioli e altri legumi.

Un altro minerale consigliato dal Dr. Bill Sears e da una ricerca condotta dalla University of Maryland Medical Center è il selenio, anche questo in grado di aumentare le cellule NK. I cibi ricchi di selenio sono verdure, broccoli, cavoli, cereali integrali, riso, tuorlo d'uovo, ricotta, semi di girasole, aglio, cipolla, noci del Brasile, tonno, dentice, aragosta, gamberi, carne bianca. Per quanto riguarda gli alimenti vegetali, il loro apporto di selenio è strettamente legato alla ricchezza di tale elemento nel terreno in cui crescono.

Vitamina C e vitamina E

Le vitamine in generale sono molto importanti per lo sviluppo dei globuli bianchi, e lo è ancora di più la vitamina C. Conosciuta anche col nome di acido ascorbico, la vitamina C è un eccellente antiossidante in grado di ridurre il numero di radicali liberi nell'organismo. Inoltre, migliora l'assorbimento di nutrienti importanti come il ferro e interagisce con la vitamina E per creare anticorpi. Fonti ricche di questa vitamina sono agrumi, peperoni, cavolini di Bruxelles, fragole, papaya, kiwi. Gli alimenti ad alto contenuto di vitamina E sono invece la maggior parte degli oli vegetali (semi di girasole, mais, oliva, germe di grano), mandorle, noci, nocciole, pistacchi, anacardi, avocado, riso integrale.

Propoli

Grazie ai suoi nutrienti, in particolare vitamina C e flavonoidi, la propoli svolge un'ottima azione immunostimolante, andando a favorire il lavoro dei globuli bianchi. La propoli porta a un accrescimento del numero di tali cellule e dei macrofagi, e della loro capacità di attaccare e distruggere virus e batteri.

Altro

Bere acqua aiuta a stimolare le difese dell'organismo eliminando le tossine.

Una regolare attività fisica, senza esagerare, può migliorare altresì il sistema immunitario.

Cosa evitare

Eliminare o ridurre le quantità di alcol e zucchero. Sia l'alcol sia lo zucchero diminuiscono l'efficienza dei globuli bianchi. Secondo uno studio pubblicato dalla American Journal of Clinical Nutrition (A. Sanchez et al, Role of sugars in human neutrophilic phagocytosis), il consumo di 100 grammi di zucchero bianco può abbassare del 50% la capacità dei globuli bianchi di contrastare ed eliminare le infezioni. Tale effetto negativo comincia già durante i primi 10 minuti dall'assunzione di zucchero.

Se si è in sovrappeso, bisogna mettersi a dieta. L'eccesso di peso non facilita il compito del sistema immunitario.

Cercare di non stressarsi troppo. Lo stress porta a un inevitabile abbassamento delle difese immunitarie.

 

Potrebbe interessarti anche:

Gli alimenti che aiutano a ossigenare il sangue

Le 13 vitamine essenziali per il nostro organismo

Gli alimenti che riducono lo stress

 

Risorse:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8092097

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1824583

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/8748463

http://www.herbalist.com/wiki.details/175/category/8/

http://www.noblood.org/content/how-improve-white-cell-counts-278#.UBJNS7Q9Xd4

http://www.unhinderedliving.com/sugardanger.html

Commenti e opinioni

Per dire la tua, puoi effettuare il login con uno dei seguenti account oppure compilare il modulo qui sotto (Nome, E-Mail):

           


Codice di sicurezza
Aggiorna

Per non perdere gli aggiornamenti puoi seguirci su: