29 Maggio 2013

8 abitudini per perdere peso a tavola

Se si vuole perdere peso a tavola è molto importante avere una corretta alimentazione e uno stile di vita sano. Per iniziare a dimagrire mangiando, di seguito proponiamo alcune abitudini salutari che si possono seguire quotidianamente con facilità. In questo modo, con costanza e pazienza sarà davvero possibile eliminare il grasso in eccesso senza privarsi del cibo.

1. Mangiare cinque o sei piccoli pasti al giorno

Consumare un maggior numero di pasti al giorno, ridimensionando la quantità dei pasti principali, può aiutare a perdere peso in diversi modi. Innanzitutto, contribuisce ad accelerare il metabolismo che, così facendo, viene stimolato continuamente a lavorare. In secondo luogo, a parità di calorie introdotte nell'organismo, se queste vengono assunte durante l'arco della giornata in 5-6 pasti, il corpo rilascia meno insulina, mantenendo costante la glicemia, e contribuendo a ridurre la fame.

2. Alimenti ipercalorici come "condimento"

Anziché mangiare una coppa di gelato con sopra un po' di frutti di bosco, si può optare per una ciotola di frutti di bosco con sopra un cucchiaio di gelato. Anziché consumare un sacchetto di patatine con un po' di salsa, preparare una buona salsa fresca a cui accompagnare qualche patatina. Oppure, bilanciare un po' di formaggio con una bella porzione di insalata, e così via.

3. L'acqua è la bevanda più importante

L'acqua deve essere la bevanda principale durante l'arco della giornata. Meglio eliminare le bibite gassate, zuccherate e aromatizzate. E se si ha bisogno di una bevanda dolce, consumare un buon succo di frutta fresca senza aggiunta di additivi. In particolare, a colazione è preferibile bere dei succhi di frutta fresca, non zuccherati. Le bevande zuccherate sono ipercaloriche e causano disidratazione perché sono iperosmolari, ovvero richiamano i liquidi nell'intestino, causando dissenteria, e diminuendo l'apporto di fluidi alle cellule le quali, a loro volta, lavorano meno e peggio.

4. Ridimensionare i piatti

Diversi studi hanno dimostrato che maggiore è la quantità di cibo che si ha davanti, più si mangia, a prescindere da quanto si ha fame. Quindi, invece di utilizzare piatti piani e ampi (che più facilmente appaiono vuoti), servire gli alimenti in piatti più piccoli. Lo stesso vale per le bibite.

5. Servire cibi crudi a ogni pasto

Per ogni pasto si dovrebbe prevedere il consumo di vegetali crudi. Carote, sedano, ravanelli, cavolfiore, arance, pesche, mele, piselli ecc. Posizionare un bel piatto di uno o più vegetali al centro del tavolo, e il pasto non deve finire fino a quando il piatto di vegetali risulta vuoto. Gli ortaggi, oltre a essere sani, aiutano ad aumentare il senso di sazietà grazie alle fibre contenute in essi, non lasciando lo spazio per introdurre altri cibi con livelli più alti di calorie.

6. Non fare rifornimento di cibi spazzatura

Quando si va al supermercato, evitare di comprare cibi spazzatura o acquistarne giusto qualcuno da consumare occasionalmente. In questo modo si evitano tentazioni ipercaloriche sparse in giro per la casa, e sarà più facile sostituire l'alimento spazzatura con una frutta o con delle mandorle, o ancora con lo yogurt magro, oppure con altri snack più salutari.

7. Insalata o zuppa a ogni pasto

Mangiare cibi ricchi di acqua come zucchine, pomodori, e cetrioli aiuta a ridurre il consumo calorico complessivo. Altri alimenti ricchi di acqua includono zuppe e insalate.

8. Evitare o diminuire i cibi raffinati

Grandi quantità di carboidrati semplici derivanti da farina bianca e zucchero raffinato fa salire la glicemia, e porta a un aumento di peso. Per evitare questo problema, si può optare per le versioni integrali di farina, riso, pasta, zucchero ecc. Uno studio condotto dall'Università di Harvard su 74000 donne ha dimostrato che coloro che mangiavano più di due porzioni al giorno di cereali integrali avevano il 49 per cento in meno di probabilità di essere in sovrappeso rispetto a coloro che mangiavano alimenti raffinati.

Commenti e opinioni