15 Marzo 2013

5 alghe benefiche per una dieta ricca di nutrienti

Le alghe sono ricche di sostanze nutritive e, in generale, contengono più minerali rispetto ad altri vegetali, carne, latte e uova. Tra i nutrienti contenuti nelle alghe troviamo: vitamine A, B, C, D, E e K, acidi grassi essenziali, sodio, potassio, calcio, magnesio, zinco, azoto, zolfo, selenio, ferro, boro, manganese, rame, cromo, bromo, alginati e fucoidani. Di seguito illustreremo 5 alghe che possono essere introdotte nella propria dieta per arricchirla di gusto e di tanti benefici.

► Laminaria digitata (Kombu o alghe brune)

Sapore: quando asciutta, la Laminaria digitata ha un sapore salato, in cui è possibile riconoscere il gusto naturale del glutammato monosodico. Se mangiata così com'è diventa viscida, per cui è meglio cucinarla per migliorarne il sapore.

Utilizzo in cucina: l'alga kombu è buona fatta a pezzetti e cucinata insieme a riso, quinoa, fagioli, e stufati. Un altro metodo consiste nel tostare l'alga e usarla come condimento sbriciolandola sul cibo. Oltre a ciò, se l'alga kombu (o wakame) viene cotta e consumata insieme ai fagioli, ne migliora la digeribilità e riduce la formazione di gas nello stomaco.

Proprietà nutrizionali: iodio, calcio, magnesio, potassio, sodio, ferro, cromo, fosforo, proteine, mannitolo, acido alginico, fucoidano, carotene, laminarina, fitormoni, vitamina A, C, D, E, K e vitamine del gruppo B.

Benefici e proprietà: anti-virale, allevia i dolori alle articolazioni e ai muscoli, contribuisce ad abbassare la pressione arteriosa, migliora il sonno, ripara i tessuti, aiuta a trattare diversi problemi alla tiroide, facilita la perdita di peso, e può contrastare alcune forme di tumore.

► Alaria marginata (Wakame)

Impiego come alimento: quest'alga, disidratata, è l'ideale per essere consumata così com'è, proprio come uno snack da portarsi sempre dietro per i momenti in cui si ha bisogno di sgranocchiare qualcosa. Inoltre, è possibile usare la wakame tritata insieme a riso, quinoa, minestre, sformati, stufati, e fagioli. Un altro modo per utilizzare l'alaria marginata è quello di macinarla con un macinacaffè, e spargerla come condimento per arricchire insalate, panini, riso, e altro.

Valori nutrizionali: calcio, proteine, magnesio, sodio, ferro, fosforo, potassio, zinco, iodio, cromo, vitamine del gruppo B (in particoalre la B9), vitamine A, C, e K, alginati, e fucani.

Proprietà e benefici: anti-tumorale, disintossicante, aiuta ad abbassare la pressione sanguigna, favorisce le funzioni epatiche, purifica il sangue, previene l'arteriosclerosi, e facilita la produzione di cheratina risultando così utile per la salute di pelle, capelli, e unghie.

► Fucus Vesiculosus e Fucus gardneri (Fucus)

Sapore: quando è secca, l'alga fucus è molto gustosa, con un sapore che ricorda quello delle ostriche.

Impieghi in cucina: quest'alga è l'ideale per preparare brodi vegetali ricchi di minerali. È altresì indicata per la cottura con riso, quinoa, zuppe di pesce, zuppe vegetali, e stufati. Nel caso la si voglia consumare da sola, se l'alga è secca, immergerla in acqua per reidratarla, quindi farla a pezzetti, e infine friggerla per un paio di minuti (possibilmente usando un olio con un punto di fumo alto, o comunque indicato per la frittura come quello di arachidi).

Valore nutrizionale: iodio, calcio, proteine, potassio, mannitolo, fosforo, alginati, fucoidani, laminarina, fitormoni, vitamine A, B, C, D, E, e K.

Usi terapeutici: stimolante per la tiroide, disintossicante, dimagrante, aiuto per la fibromialgia, energizzante, rinforzante per ossa e articolazioni, antiinfiammatorio. L'alga Fucus Vesiculosus combatte inoltre disturbi come ansia e depressione, e migliora la memoria.

► Nereocystis luetkeana (Kelp)

Utilizzo in cucina: La Nereocystis luetkeana, quando essiccata, è una delle alghe più gustose. È molto tenera e facile da mangiare, e non è necessario che venga cucinata o reidratata. Solitamente viene utilizzata come condimento, in aggiunta a insalate, zuppe, quinoa, riso, e pasta. Oltre a ciò quest'alga, se consumata così come viene acquistata, secca, è ottima come spuntino salato, costituendo una valida alternativa agli snack poco salutari.

Valori nutrizionali: calcio, magnesio, iodio, potassio, sodio, ferro, fosforo, bromo, fibre, vitamine del gruppo B, e vitamine A, C, D, E, e K.

Benefici: quest'alga è particolarmente apprezzata per contribuire a trattare disturbi quali la sindrome da deficit di attenzione (ADD), l'iperattività, l'insonnia, la depressione, la schizofrenia, carenza di sali minerali, bruciori di stomaco, e la fibromialgia.

► Macrocystis integrifolia (Kelp californiano)

Uso culinario: cucinare con zuppe, riso, quinoa, stufati, fagioli, e zuppe di pesce. Queste alghe sono deliziose come spuntini, basta tostarle in una padella, senza aggiungere olio, e in pochi secondi si avrà uno snack simile alle patatine, ma molto più gustoso, nutriente e salutare.

Proprietà nutrizionali: alginati, mannitolo, sodio, calcio, potassio, magnesio, zolfo, azoto, ferro, zinco, rame, boro, manganese, selenio, cromo, bromo, vanadio, nichel, vitamina A, vitamine del gruppo B (compresa la B12), vitamine C, D, E e K, e acidi grassi essenziali.

Usi medicinali: è utile per mantenere in salute la tiroide, regolare i livelli ormonali e il metabolismo, rinforzare il sistema immunitario, e per la salute del cuore.