14 Settembre 2012

5 alimenti per abbassare i livelli di colesterolo

L'alimentazione svolge un ruolo fondamentale nel ridurre il colesterolo. Di seguito, illustreremo 5 alimenti in grado di contribuire ad abbassare il colesterolo cattivo e proteggere il cuore.

1. Olio d'oliva

In Italia siamo davvero molto fortunati ad avere così tante piante d'ulivo. L'olio d'oliva contiene un potente mix di antiossidanti capaci di ridurre i livelli di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL), comunemente conosciute come colesterolo cattivo, senza intaccare quelle ad alta densità del colesterolo buono (HDL).

25 grammi di olio d'oliva al giorno sono necessari per aiutare il proprio cuore a rimanere in salute. Gli effetti positivi dell'olio d'oliva sono ancora maggiori se si sceglie l'olio extravergine di oliva, un prodotto meno elaborato e con un apporto superiore di antiossidanti.

2. Avena e fibre

I cereali d'avena contengono fibre solubili, che riducono i livelli di colesterolo cattivo (LDL). Le fibre solubili si trovano anche in alimenti quali mele, pere, prugne, orzo e fagioli. Tali fibre sono in grado di ridurre l'assorbimento del colesterolo nel flusso sanguigno. Bastano 5-10 grammi di fibre solubili al giorno per diminuire il tasso di LDL. Cereali e crusca d'avena, insieme a frutta e verdura sono tra i cibi migliori per combattere il colesterolo cattivo.

3. Noci, mandorle e altra frutta secca

Noci, mandorle e altra frutta in guscio possono ridurre il colesterolo e mantenere sani i vasi sanguigni perché ricchi di acidi grassi polinsaturi.

Mangiare circa 40 gr al giorno di frutta in guscio, scegliendo tra mandorle, nocciole, arachidi, noci, pinoli e pistacchi, può davvero contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache. L'importante è che la frutta non sia salata o zuccherata, altrimenti si avrà l'effetto contrario.

4. Pesce e acidi grassi omega-3

Mangiare pesce grasso contribuisce a mantenere il cuore sano grazie ai suoi alti livelli di acidi grassi omega-3, che possono ridurre la pressione sanguigna e il rischio di sviluppare coaguli ematici. L'ideale sarebbe consumare due porzioni di pesce a settimana. Tra i pesci con più alte percentuali di omega-3 troviamo: sgombro, aringe, sardine, salmone, halibut e tonno bianco.

Altre importanti fonti di omega-3 sono: semi di lino, oli di lino, di ribes nero, di canapa, di colza (canola), noci e mandorle.

5. Steroli vegetali o stanoli

In commercio esistono alimenti arricchiti con steroli o stanoli vegetali, sostanze presenti nelle piante che aiutano a fermare l'assorbimento del colesterolo cattivo, senza influenzare il colesterolo buono (HDL).

Altri consigli

Affinché si possano sfruttare al meglio i vantaggi dei cibi sopra elencati è necessario apportare altre modifiche al proprio stile di vita.

Ridurre il consumo di alimenti ricchi di colesterolo, grassi saturi e trans. I grassi saturi come quelli che si trovano in carne, prodotti lattiero-caseari grassi e alcuni oli, alzano il colesterolo totale. I grassi trans, contenuti soprattutto in margarine, biscotti confezionati, cracker e dolci in scatola, sono particolarmente sconsigliati perché aumentano le lipoproteine a bassa densità (LDL), ovvero il colesterolo cattivo, e diminuiscono le lipoproteine ​​ad alta densità (HDL), ovvero il colesterolo buono.

Oltre a stare attenti alla propria dieta, bisogna adottare qualche cambiamento anche nel proprio stile di vita se si vuole abbassare il colesterolo. Smettere di fumare, fare attività fisica regolare e mantenere un buon peso-forma possono contribuire molto a diminuire i livelli di colesterolo cattivo (LDL).

Commenti e opinioni