10 Giugno 2013

11 cibi che aiutano a combattere le infiammazioni

Le infiammazioni costituiscono un regolare processo che permette all'organismo umano di eliminare virus, batteri, e cellule danneggiate. Tuttavia un eccesso di processi infiammatori risulta pericoloso perché porta allo sviluppo di problemi di salute anche gravi, e ostacola le fasi della guarigione. Qui sotto vedremo 11 alimenti utili per tenere a bada i livelli di infiammazioni nel nostro corpo in modo sano, naturale, e gustoso.

1. Mirtilli: i mirtilli sono ricchi di sostanze antiossidanti e antinfiammatorie, e sono in grado di aumentare il livello di composti chiamati heat shock proteins all'interno del nostro corpo, che con l'avanzare dell'età tendono a diminuire. Se si verifica un abbassamento delle heat shock proteins, l'organismo è facilmente soggetto a infiammazioni, dolori e danni tissutali.

2. Sedano e semi di sedano: secondo alcuni studiosi, tra cui il dott. James Duke, autore di The Green Pharmacy, il sedano contiene più di 20 composti anti-infiammatori, in particolare un flavone noto come apigenina. I semi di sedano si possono facilmente aggiungere a zuppe, stufati, o addirittura come sostituto del sale in molte ricette.

3. Amarene: secondo uno studio condotto dal dott. Muraleedharan Nair, professore di chimica presso la Michigan State University, l'estratto di amarene è dieci volte più efficace dell'aspirina nell'alleviare le infiammazioni (Leggi anche: Succhi di frutta antinfiammatori).

4. Lamponi, more e fragole: questi frutti di bosco possiedono effetti antinfiammatori simili all'estratto di amarene.

5. Verdure a foglia verde scuro: i vegetali come cavoli e spinaci sono tra i migliori ad alto contenuto di minerali alcalinizzanti tra cui calcio e magnesio. Entrambi i minerali aiutano a equilibrare i livelli chimici nel corpo, e quindi a tenere a bada le infiammazioni.

6. Olio di pesce: l'olio di pesce agisce direttamente sul sistema immunitario sopprimendo circa il 40-50 per cento del rilascio di citochine infiammatorie, composti pericolosi soprattutto per le articolazioni.

7. Semi di lino e olio di lino: i semi di lino sono ricchi di omega-3. È possibile aggiungere i semi di lino in frullati, toast, insalate e in molti altri alimenti. Ricordarsi però che è meglio tritarli prima di ingerirli altrimenti i suoi nutrienti non vengono completamente assorbiti dal nostro organismo.

8. Semi di chia: i semi di chia, come quelli di lino, contengono elevate quantità di omega3, ma a differenza dei semi di lino non è necessario tritarli perché vengono ben assimilati così come sono.

9. Zenzero: lo zenzero agisce in maniera molto simile ai farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) come il Tylenol nell'alleviare le infiammazioni.

10. Curcuma: questa spezia indiana, essenziale per la preparazione del curry, sopprime i dolori e le infiammazioni attraverso un meccanismo simile ai farmaci inibitori di COX-1 e COX-2, ma senza i loro effetti collaterali.

11. Noci e mandorle: come i semi di lino e quelli di chia, anche la frutta secca, non salata, contiene abbondanti quantità di acidi grassi omega 3, utili per diminuire i dolori e le infiammazioni.

Commenti e opinioni