13 Settembre 2012

Succo di melagrana: proprietà e benefici

Il succo di melagrana viene anche chiamato granatina e si ottiene spremendo i semi del frutto del melograno. Il suo gusto è a metà tra il dolce e l'acidulo, con un retrogusto un po' amaro e aspro dovuto alla presenza di tannini. Di seguito, vediamo quali sono i benefici e le proprietà del succo di melograno.

100 ml di succo di melagrana forniscono circa il 16% del fabbisogno quotidiano di vitamina C in una persona adulta, e costituiscono altresì una buona fonte di vitamina B5 (acido pantotenico), potassio, fenoli quali ellagitannini e flavonoidi, fibre e oli insaturi.

I polifenoli più abbondanti nel succo di melagrana sono i tannini idrolizzabili, in particolare gli ellagitannini che si formano nel momento in cui l'acido ellagico si lega con un carboidrato. Gli ellagitannini vengono assorbiti dall'organismo umano e agiscono come antiossidanti. Altri composti fenolici sono catechine, gallocatechine, e antociani quali prodelfinidine, delfinidina, cianidina, e pelargonidina.

► Antiossidante

Tutte queste sostanze conferiscono al succo di melagrana un'elevatissima capacità antiossidante (ORAC) che, in termini numerici, ammonta a circa 2860 unità per 100 grammi. Basta pensare che il quantitativo di unità antiossidanti necessario in un adulto per contrastare i radicali liberi è stato stimato tra le 2000 e le 5000 unità al giorno.

► Contrasta le malattie cardiache

Alcuni studi hanno dimostrato che un'assunzione regolare di succo di melagrana può essere efficace nel ridurre i fattori di rischio di malattie cardiache, l'ossidazione delle LDL, lo stato ossidativo dei macrofagi, e la formazione di cellule schiumose (o foam cells). Una ricerca pubblicata sul The American Journal of Clinical Nutrition ha confermato che l'ossidazione delle LDL da parte dei macrofagi peritoneali, nei topi da laboratorio, è stata ridotta fino al 90% dopo il consumo di succo di melograno.

► Regola la pressione alta

Uno studio pubblicato su Atherosclerosis ha constatato che il consumo di succo di melograno per almeno due settimane da parte di pazienti ipertesi è in grado di ridurre la pressione arteriosa sistolica, agendo sul siero dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE).

► Protegge dalle infezioni

Oltre a ciò, il consumo di succo di melagrana può inibire le infezioni virali, mentre gli estratti di melagrana possiedono effetti antibatterici contro la placca dentale.

Commenti e opinioni