09 Ottobre 2015

Alimenti grassi che aiutano a perdere peso

Alcuni cibi ricchi di grassi aiutano a tenere sotto controllo la fame e l'appetito. Il grasso contenuto in questi alimenti inoltre è un grasso buono, che ha più probabilità di essere bruciato per fornire energia al corpo anziché essere immagazzinato come grasso corporeo. Diversi studi hanno dimostrato che i cibi ricchi di grassi buoni come la frutta secca, l'avocado e olio d'oliva aiutano a perdere peso.

Frutta secca

Una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Journal of Nutrition ha constatato che le donne che hanno mangiato noci almeno due volte a settimana hanno avuto meno probabilità di diventare obese rispetto alle donne che hanno mangiato noci con meno frequenza o per niente. Un altro studio pubblicato sulla rivista medica PLoS ONE ha valutato i rischi di obesità e il consumo di frutta secca in 803 soggetti adulti. I risultati hanno evidenziato che coloro che hanno mangiato una maggiore quantità di noci e arachidi hanno mostrato valori BMI (indice di massa corporea o IMC) più bassi e un girovita più magro rispetto a coloro che hanno consumato meno frutta secca.

La frutta secca può fornire un maggiore senso sazietà rispetto a snack ricchi di carboidrati cattivi come salatini o cracker o altri prodotti che troviamo solitamente nei distributori automatici. Inoltre, la ricerca dimostra che la frutta a guscio aiuta a mantenere stabili i livelli di glucosio nel sangue, evitando picchi glicemici e contribuendo a fermare la voglia di assumere zuccheri. Si consiglia dunque di consumare la frutta secca in sostituzione a uno snack poco salutare, non più di una manciata al giorno.

Avocado

L'avocado è una frutta ricca di vitamine e minerali, quindi è molto nutriente. Inoltre, una recente ricerca pubblicata nel 2013 sulla rivista Nutrition Journal ha riscontrato che gli individui moderatamente obesi che hanno mangiato mezzo avocado come parte del loro pranzo si sono dimostrati fino al 26% più soddisfatti del pasto e il loro desiderio di mangiare è sceso del 40% rispetto a coloro che hanno consumato un pranzo privo di avocado.

L'avocado è ricco di grassi buoni che possono aiutare a sentirsi più sazi più lungo e a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue. L'avocado ha anche molti antiossidanti, che possono giocare un ruolo importante nel tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel flusso sanguigno e il rilascio di insulina.

Olio di Oliva

Un recente studio condotto sulla popolazione spagnola e pubblicato sulla rivista European Journal of Clinical Nutrition ha rilevato che coloro che consumano olio d'oliva anziché olio di girasole hanno il 38% in meno di probabilità di diventare obesi.

I composti aromatici presenti nell'olio di oliva contribuiscono ad aumentare il senso di sazietà. Inoltre, gli antiossidanti contenuti nell'olio d'oliva aiutano ad abbassare le lipoproteine a bassa densità (LDL), ovvero il colesterolo cattivo. Si consiglia di utilizzare l'olio extravergine d'oliva, più ricco di grassi buoni e antiossidanti, preferibilmente italiano poiché uno dei migliori in assoluto, anche di quello greco e spagnolo. Possibilmente, usare l'olio crudo come condimento per le proprie ricette.

Commenti e opinioni