07 Agosto 2012

8 cibi che aiutano a liberarsi delle tossine

Purificare l'organismo è essenziale per la salute dell'essere umano. Tuttavia, spesso si pensa che il modo migliore per farlo sia ricorrere a qualche "kit disintossicante" o pillola miracolosa. Nulla di più sbagliato.

Innanzitutto, noi siamo unici a livello biochimico e ciò significa che abbiamo esigenze biochimiche diverse. Va da sé che non può esistere una "cura" che vada bene per tutti. Ciò non significa che rivolgendosi a un esperto non si possa ottenere il rimedio adatto a sé, però, appunto, bisogna consultare chi di competenza.

Se si vuole invece attuare un piano di detossificazione quotidiano, dobbiamo tenere presente che ci sono una serie di organi che si occupano del processo di rimozione delle tossine endogene ed esogene dal nostro corpo. Tali organi possono essere aiutati inserendo nella propria alimentazione dei cibi con proprietà purificanti.

Già ci siamo occupati in precedenza dell'argomento nell'articolo 10 alimenti che aiutano a disintossicare l'organismo, e oggi vogliamo proporre altri 8 cibi efficaci:

► Broccoli

I broccoli appartengono alla famiglia delle Brassicacee o Cruciferae. Questo vegetale contiene sostanze fitochimiche importanti che vengono rilasciate quando la pianta viene tritata, masticata, cotta, fermentata e digerita. Tali elementi si suddividono in sulforafano, indolo-3-carbinolo e D-glucarato, e tutti possiedono effetti positivi sulla disintossicazione. Ancora meglio sono i germogli di broccoli rispetto ai broccoli tradizionali perché hanno un maggior contenuto di sulforafano (fino a 20 volte di più).

► Barbabietola

Le barbabietole sono ricche di vitamine B3, B6, C e beta-carotene. Sono altresì una fonte preziosa di ferro, magnesio, zinco e calcio, tutti ottimi elementi che facilitano la disintossicazione. Questa pianta è anche di grande aiuto alle funzioni svolte da colecisti e fegato, organi di primaria importanza per abbattere e rimuovere le tossine. Inoltre, l'elevata quantità di fibre nella barbabietola migliora la digestione e contribuisce a espellere i rifiuti dal corpo.

► Mela

Le mele sono ricchissime di sostanze nutritive: fibre, vitamine, minerali e fitochimici quali D-glucarato, flavonoidi e terpenoidi. Tutti questi elementi vengono utilizzati dall'organismo nel processo di purificazione. In particolare, tra i flavonoidi vi è la florizina, che si pensa sia in grado di contribuire a stimolare la produzione di bile, utilizzata dal fegato per liberarsi di alcune tossine. Le mele inoltre contengono pectina, una fibra solubile che può aiutare nella disintossicazione da metalli e additivi alimentari. Tuttavia, è necessario ricordare che bisogna mangiare mele biologiche perché le varietà non biologiche sono tra i primi 14 cibi con maggiore residuo di pesticidi.

► Tarassaco

Il tarassaco è considerato un alimento ricco di sostanze nutritive, minerali e fitonutrienti. Tali sostanze antiossidanti sono utili per pulire l'apparato digerente e facilitare il lavoro svolto dal fegato. Basta anche solo aggiungere qualche foglia di tarassaco nell'insalata per cominciare una regolare detossificazione.

► Semi di lino

I semi di lino garantiscono che le tossine vengano eliminate correttamente. I semi di lino tritati sono un'ottima fonte di fibre alimentari che aiutano a lavare via i batteri dannosi dal tratto intestinale. Oltre a ciò, hanno un alto apporto di acidi grassi omega-3. I semi di lino tritati possono essere consumati al mattino mescolandone due cucchiai insieme ad acqua e limone.

cibi per liberarsi dalle tossine

► Limone

A proposito di limone, questo gustosissimo frutto stimola il rilascio di enzimi e contribuisce a convertire le tossine in una forma solubile in acqua che viene facilmente espulsa dall'organismo. Bere acqua e limone al mattino aiuterà a bilanciare l'acidità dell'organismo, dato che ha proprietà alcalinizzanti. Per un effetto ancora più depurante, non dimenticare di aggiungere i semi di lino.

► Curcuma

La curcumina è l'ingrediente attivo contenuto all'interno della curcuma che conferisce a questa spezia il caratteristico colore giallo. Tale elemento è molto usato nella medicina ayurvedica per il trattamento di disturbi a livello epatico e digestivo.

► Carciofo

I carciofi aumentano la produzione di bile, purificano e proteggono il fegato. Essi hanno altresì un lieve effetto diuretico sui reni.

 

Potrebbe interessarti anche:

Purificare il corpo con metodi naturali

Quali sono i cibi ricchi di calorie vuote?

Frutta che accelera il metabolismo

Commenti e opinioni