07 Agosto 2017

Elenco Verdure Viola o Blu

Le verdure viola o blu apportano molti benefici alla nostra salute poiché aiutano ad abbassare la pressione arteriosa alta, ridurre il colesterolo cattivo (LDL), contrastare la fragilità capillare, diminuire i processi infiammatori, tenere a bada l'obesità, e combattere efficacemente i radicali liberi. Tutti questi effetti benefici derivano non solo dalle fibre alimentari contenute nei vegetali ma soprattutto dalle antocianine, pigmenti dalle proprietà antiossidanti che donano il caratteristico colore blu/viola a frutta e verdura.

È stato anche dimostrato da varie ricerche scientifiche che gli antociani possono aiutare a diminuire il rischio di disturbi cerebrali, combattere il cancro e prevenire le malattie cardiocircolatorie [1, 2].

Elenco Verdure Viola-Blu

  • Cavolfiore viola
  • Patate viola
  • Barbabietola
  • Carote viola
  • Melanzana
  • Cavolo viola
  • Cavolo rapa di Vienna violetto (Cavolo rapa Vienna blu)
  • Pomodori blu
  • Cipolla di Tropea
  • Radicchio (Radicchio Rosso di Treviso)
  • Asparago violetto d'Albenga
  • Mais viola (Mais morado nero)
  • Peperoncino Habanero

Cavolfiore viola

Il cavolfiore viola ha la stessa infiorescenza compatta e friabile dei più comuni cavolfiori bianchi o verdi. Il cavolfiore violetto ha comunque un maggiore contenuto di antiossidanti, tra cui proprio gli antociani da cui deriva il suo colore.

Generalmente, il sapore dei vari cavolfiori è molto simile, ma il cavolfiore con la testa viola può talvolta risultare leggermente più dolce. In Italia troviamo il cavolfiore violetto di Sicilia, una varietà nostrana che si distingue per il suo viola molto intenso, segno di una maggiore concentrazione di antiossidanti.

Quando si vuole acquistare un cavolfiore, scegliere quello con l'infiorescenza più densa e senza macchie. Anche le foglie fresche e dal colore verde vivace sono un buon indicatore della freschezza del vegetale.

Per conservare il cavolfiore, innanzitutto si consiglia di tagliare via le foglie e di lavarle e tenerle da parte per un'insalata (così si evitano sprechi alimentari), quindi mettere l'ortaggio in un sacchetto di carta e poi in uno di plastica; infine riporlo nel cassetto del frigorifero fino a un massimo di 7 giorni.

Patata viola

Tra le patate blu-viola più ricche di antocianine troviamo la varietà Vitelotte noire, comunemente conosciuta con il nome di tartufo, probabilmente per via della sua somiglianza con il fungo appartenente alla famiglia delle Tuberaceae.

Le Vitelotte noire hanno la buccia nera e la polpa blu-viola. Esistono comunque molte altre varietà di patate viola-blu. Le più conosciute e diffuse in Italia sono le Blu Star e le Violet Queen. Più scuro è il colore della patata, maggiore è la concentrazione dei pigmenti antiossidanti noti come antocianine. 

Barbabietola

Il colore delle barbabietole va dal rosso al violaceo. Le sue tonalità non sono però dovute né agli antociani né al licopene, ma a un'altra classe di pigmenti dalle proprietà antiossidanti conosciuti come betalaine. Queste si suddividono in due categorie: betacianine e bataxantine. Se all'interno della barbabietola prevalgono le betacianine il vegetale risulterà più rosso/viola, se invece ci sono più betaxantine la colorazione tenderà al giallo/arancio.

Le betalaine non sono gli unici antiossidanti presenti nelle barbabietole, le quali sono anche ricche di beta-carotene. Tra gli altri nutrienti troviamo buone quantità di potassio, fibre, vitamina C, nitrati. Secondo alcune ricerche, i nitrati contenuti nella barbabietola aiutano ad abbassare la pressione sanguigna elevata, a favorire la circolazione del sangue e ad accrescere la resistenza durante lo svolgimento dell'attività fisica [3].

[Potrebbe interessarti: Elenco Verdure Rosse: Quali Sono Le Più Nutrienti E Salutari]

Carote viola

Esistono molte varietà di carote viola; alcune sono viola sia esternamente sia internamente, altre invece sono scure solo esternamente e dentro sono di colore arancione o comunque hanno una tonalità più chiara.

In ogni caso, uno studio ha scoperto che, rispetto alle più comuni carote arancioni, quelle scure contengono il doppio di alfa e beta-carotene, composti dalle proprietà antiossidanti che il corpo converte in vitamina A [4]. Inoltre, a differenza delle carote arancioni, quelle viola contengono anche gli antociani.

[Potrebbe interessarti: Alimenti Ricchi Di Beta-Carotene]

Melanzana

La melanzana è costituita per circa il 92% da acqua, 6% da carboidrati, 1% da proteine e minime percentuali di grassi e di sostanze nutritive essenziali come il potassio, il manganese, il magnesio, la vitamina C e i precursori della vitamina A. Oltre a ciò, nella polpa della melanzana troviamo discrete quantità di polifenoli, i quali però si ossidano molto facilmente, mentre nella buccia abbondano le antocianine. Anche in questo caso, più intenso è il colore viola della melanzana, maggiore è la presenza di pigmenti antiossidanti benefici per la salute.

Cavolo viola

Anche il cavolo viola, conosciuto altresì con il nome di cavolo rosso, deve il suo colore alle antocianine. Come la maggior parte delle altre verdure appartenenti alla famiglia delle Brassicaceae, il cavolo viola è particolarmente ricco di composi benefici, tra cui antiossidanti (antociani), sali minerali (calcio e potassio), vitamine A, C, K [5].

Per mantenere inalterato l'apporto nutrizionale del cavolo viola è meglio mangiarlo crudo. Se si desidera cucinare questo vegetale si consiglia di scottarlo brevemente a vapore così da non diminuire eccessivamente la concentrazione di antociani, glucosinolati e altri composti benefici [6].

Il cavolo viola può essere reso ancora più salutare mediante la fermentazione. Con questo processo si va ad arricchire la verdura con batteri amici dell'intestino noti come probiotici.

[Potrebbe interessarti: Probiotici: Cosa Sono E In Quali Alimenti Si Trovano]

Pomodori blu

Esistono diverse varietà di pomodori scuri, ma non è detto che la loro tonalità sia dovuta alla presenza di antocianine. In alcuni tipi di pomodoro viola/blu il colore è dovuto a un pigmento derivante dalla clorofilla conosciuto come feofitina.

Le cultivar di questo frutto arricchito con le antocianine sono diverse. Troviamo varietà di pomodoro anche molto scure, praticamente nere, come la Black Galaxy, che contengono elevate quantità di antociani e altri antiossidanti.

Cipolla di Tropea

Il rosso-violaceo che caratterizza le cipolle rosse di Tropea deriva dalle antocianidine. Queste sono una classe di pigmenti vegetali antiossidanti che, secondo uno studio, aiutano a prevenire alcune forme di cancro [7]. Le proprietà anticancro e antinfiammatorie di questo vegetale sono dovute anche ad altri flavonoidi presenti in esso, tra cui la quercetina.

Radicchio Rosso di Treviso

Il colore delle foglie del Radicchio Rosso di Treviso è rosso-violaceo esternamente e bianco nella parte centrale. Stando ad alcune ricerche scientifiche, questa varietà di cicoria è molto ricca di antocianine e altri composti fitochimici che risultano particolarmente efficaci nel migliorare la salute intestinale [8].

Asparagi viola (asparago violetto di Albenga)

L'asparago violetto è un tipo di asparago bianco che, nel momento in cui viene investito dalla luce solare, per opera della fotosintesi acquisisce il caratteristico colore lilla. Il suo gusto è generalmente amarognolo. L'asparago violetto d'Albenga è una varietà tipica di questo comune ligure e, a differenza degli altri asparagi viola, non è amaro e ha un fusto grosso.

Mais viola

Il mais viola è noto altresì con i nomi mais morado nero, mais azteco o maiz morado. Si tratta di una varietà di mais che si distingue dal comune mais giallo proprio per via del colore, che è appunto violaceo tendente al nero. Anche questo vegetale è molto ricco di antocianine e fitonutrienti benefici per la salute umana.

Peperoncino Habanero

Il peperoncino, come il pomodoro, è in realtà un frutto, ma abbiamo deciso comunque di inserirlo nella nostra lista delle verdure viola/blu poiché viene solitamente consumato in maniera diversa dalle altre frutte. Il peperoncino Habanero appartiene alla specie Capsicum chinense, di cui fanno parte i peperoncini più piccanti in assoluto. Di questo tipo di peperoncino esistono in realtà varie colorazione: quando non è maturo risulta verde, ma a maturazione raggiunta può essere di colore viola, giallo, arancio, rosso, marrone, e anche bianco.

Commenti e opinioni