26 Febbraio 2014

10 consigli nutrizionali per combattere la fatica

La stanchezza può essere causata da diversi fattori tra cui uno stile di vita irregolare, il lavoro eccessivo, la mancanza di sonno e così via. Tuttavia, non tutti sanno che la fatica può essere dovuta altresì a un'alimentazione sbagliata. Ciò che si mangia durante il giorno influisce non poco sulla propria energia e sulle capacità di rimanere produttivi quando si svolgono le attività quotidiane. Di seguito, vedremo cosa e come mangiare per combattere la stanchezza in modo efficace.

Quando mangiare

Quando si mangia è importante almeno quanto ciò che si mangia. Avete mai notato come ci si sente stanchi dopo una grande abbuffata a pranzo o a cena? Ciò accade perché il corpo va a utilizzare gran parte della sua energia per digerire l'abbondante pasto che si è appena consumato, e in questo modo vengono trascurate le altre funzioni. Il metodo più semplice per evitare questa specie di coma post-pasto è quello di mangiare piccole porzioni, o comunque porzioni ridotte, ripartite durante tutto l'arco della giornata. Ciò, oltre a evitare di intasare il proprio apparato digerente, aiuta a mantenere sempre attivo il metabolismo, contribuendo altresì a far perdere peso.

Evitare alimenti processati o trasformati

Il piacere che alcuni potrebbero provare mangiando un Big Mac con patatine fritte è solo momentaneo poiché tutto quel grasso e gli alimenti processati di cui si compongono questi cibi spazzatura non fanno altro che appesantire il nostro organismo. Il corpo umano trova molte difficoltà per digerire i cibi processati come gli alimenti in scatola ad alto contenuto di sodio, le caramelle, i cibi confezionati, le carni precotte e, più in generale gli alimenti ricchi di sostanze chimiche, conservanti, coloranti, sodio e altri additivi. Tutti questi prodotti andrebbero evitati perché oltre a rendere più lento e pesante il processo di digestione a opera del nostro corpo, risultano ricchi di sostanze pericolose per la salute.

Mangiare cibi freschi

Più freschi sono gli alimenti, più sostanze nutritive verranno assunte. A differenza dei prodotti trasformati, che vengono spogliati di gran parte dei nutrienti allo scopo di aumentarne la durata di conservazione, i cibi freschi contengono molte più sostanze nutritive e sono anche più facili da digerire e da assimilare da parte del nostro corpo. Il consiglio è quello di mangiare sempre frutta e verdura di stagione, in modo che essi raggiungano la loro maturazione a terra, non all'interno di un camion o di un forno. Per questo motivo, è sempre bene fare una capatina al mercato o al contadino di fiducia per trovare i prodotti freschi.

Evitare o diminuire il consumo di caffeina

Può sembrare strano ma la caffeina può causare stanchezza. Certo, i primi sorsi danno subito una carica evidente, ma dopo pochi minuti già si cominciano ad accusare i segni di affaticamento. Diminuire il consumo di caffeina può stabilizzare i livelli di energia in modo da renderla disponibile durante un periodo di tempo maggiore. Detto questo, se proprio si necessita di caffeina, bere solo un caffè nero, evitando il consumo di bibite e bevande energetiche ricche di caffeina, zucchero e altre sostanze dannose per l'organismo.

Proteine ​​magre

Anche se le carni rosse sono molto deliziose, i grassi contenuti al loro interno necessitano di una mole di energia elevata da parte del nostro corpo per essere digeriti, e in cambio non ci restituiscono granché in termini di energia. Carni più magre come pollo e pesce invece forniscono più proteine ​​di qualità, e sono più facili da digerire. Per ottenere i massimi benefici, scegliere pesci ricchi di acidi grassi omega-3, che possono aiutare a migliorare la fatica anche a livello mentale.

Ricordiamo inoltre che gli alimenti di origine animale non possono essere consumati tutti i giorni perché aumentano l'acidità nel nostro corpo, altro fattore che, oltre a causare stanchezza, provoca molti altri danni al nostro organismo. Purtroppo, nella società occidentale moderna si assiste a un consumo spropositato e quotidiano di carne e pesce, che in realtà dovrebbe essere ridotto a un massimo di due volte a settimana.

Zuccheri semplici e amidi

Proprio come gli alimenti processati o trasformati, i carboidrati raffinati come lo zucchero bianco e la farina bianca sono pressoché privi di nutrienti, eppure tali ingredienti vengono utilizzati in gran parte nei prodotti che mangiamo quotidianamente. Bisogna scegliere cibi integrali e alimenti contenenti carboidrati complessi in modo da garantire al corpo tutti i nutrienti necessari per un'energia più duratura. Lo zucchero bianco è inutile! Quindi, meglio evitarlo.

Fibre

Mangiare più cibi ricchi di fibre aiuta a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue, evitando picchi glicemici e sbalzi anche a livello energetico. Consumare quindi alimenti ricchi di carboidrati buoni come i cereali integrali, pane integrale e verdure.

Potassio

Il potassio è uno dei minerali più importanti per aiutare a sentirsi in forma, e far funzionare correttamente i muscoli. Un metodo semplice per ottenere più potassio è quello di bere succo ottenuto dalle patate. Lavare una patata. Sbucciarla e tagliarla a fette. Lasciare i pezzi della patata in ammollo nell'acqua durante tutta la notte. Al mattino, berne il succo, che funziona da tonico naturale ricco di potassio. Non buttare via la patata, ma utilizzarla per preparare qualche ricetta.

Frutta secca

La frutta secca è ottima come spuntino ed è tra i migliori alimenti ricchi di acidi grassi omega-3, utili per eliminare la fatica e combattere la fame. Tra la frutta secca più buona per fornire energia abbiamo: mandorle, noci del Brasile, anacardi, nocciole, noci pecan. Tali frutti devono essere consumati crudi e senza sale, solo in questo modo forniscono il massimo dell'energia perché mantengono la maggior parte delle sostanze nutritive. La frutta secca deve essere consumata con moderazione, per questo motivo va bene come snack.

Acqua

Il nostro organismo ha bisogno di acqua dato che è composto per la maggior parte da questo elemento. L'acqua è necessaria per il corretto funzionamento di tutti gli organi oltre che per idratare tutti i tessuti del corpo. Non bisogna per forza bere 8 bicchieri di acqua al giorno, ma già se si sostituiscono bibite gassate, caffè, e altre bevande poco salutari con l'acqua, si noterà subito la differenza in termini di energia, e quindi di abbassamento della fatica.

Combattere la stanchezza con l'alimentazione è senza dubbio uno dei modi migliori per aiutarci a ritrovare l'energia in modo sano e naturale.

Commenti e opinioni