20 Aprile 2015

Alimenti per migliorare la salute delle gengive

Le malattie gengivali sono causate per lo più da infezioni batteriche e infiammazione alle gengive, che possono portare a difficoltà nella masticazione, dolore cronico, e perfino caduta dei denti. Con i giusti alimenti e con una dieta equilibrata è possibile rinforzare le gengive, migliorando tutta la salute orale.

Bevande per la salute delle gengive

Le bibite influiscono molto sulla salute gengivale poiché, essendo liquide, entrano subito in contatto con tutti i tessuti del cavo orale, penetrandoli con maggiore facilità. Innanzitutto, si consiglia quindi di eliminare o diminuire le bevande zuccherate, gassate e ricche di conservanti, che andrebbero a influenzare negativamente la flora orale, costituendo una fonte di nutrimento per i batteri dannosi presenti nella bocca. Inoltre, il consumo di troppo zucchero va a indebolire l'intero sistema immunitario il quale risulterà meno efficace nel proteggere l'intero organismo, e quindi anche le gengive.

La bibita migliore rimane dunque l'acqua, seguita dal tè (senza zucchero). Queste due bevande aiutano a lavare via la placca e il cibo e favoriscono la salivazione, ovvero la migliore difesa naturale contro i batteri e i depositi di acido e residui accumulati sulle pareti dentali e gengivali.

Vitamine e minerali per gengive sane

Un apporto basso di sali minerali e vitamine influisce negativamente sull'attività del sistema immunitario, il quale, come già accennato precedentemente, protegge anche dai batteri che attaccano le gengive. Per questo motivo, è bene sempre assumere abbastanza vitamina C, che rimane uno degli antiossidanti naturali più potenti. Inoltre, la vitamina C è necessaria per la sintesi del collagene, ovvero la proteina alla base del tessuto connettivo umano, e quindi anche delle gengive. Alimenti ricchi di vitamina C sono soprattutto peperoni, rucola, broccoli, lattuga, kiwi, fragole, papaia, mango, agrumi, e frutti di bosco.

Altri minerali e vitamine importanti per rinforzare le gengive sono: selenio, zinco, vitamina E e vitamina A. Tali nutrienti si trovano principalmente in vegetali come frutta e verdura di stagione, cereali integrali, semi oleosi e oli da essi ricavati, frutta secca, e legumi.

Tra i vegetali, i migliori per favorire la salute dell'intero cavo orale sono quelli un po' croccanti, per esempio mele, cetriolo e sedano, che aiutano a portare via i residui di cibo incastrati tra i denti. Tali alimenti contengono altresì molta acqua, fondamentale per la pulizia della bocca e per stimolare la salivazione.

Si consiglia di mangiare i cibi acidi come gli agrumi e i pomodori insieme ad altri cibi meno acidi in modo da diminuire il livello di acidità contenuto in questi alimenti, che potrebbero essere dannosi per lo smalto dei denti.

Carboidrati e salute gengivale

I carboidrati sono un'arma a doppio taglio per la salute delle gengive. Se infatti i carboidrati sono sotto forma di zuccheri e cereali raffinati, questi costituiscono soprattutto un ottimo pasto per i batteri cattivi che invadono e infettano il tessuto gengivale. Per evitare ciò, è bene mangiare soprattutto carboidrati buoni come quelli complessi contenuti in cereali integrali, legumi, e verdura. A ogni modo, si sconsigliano quei cibi, anche se contenenti carboidrati buoni, che tendono a rimanere attaccati ai denti e alle gengive, come per esempio le barrette di cereali e miele. Se infatti si lascia il cibo tra i denti per lunghi periodi si dà la possibilità ai batteri di godere di maggior tempo per cibarsi dei residui, facilitandone la riproduzione con conseguente formazione di carie.

Gli alimenti per rafforzare e migliorare la salute gengivale devono necessariamente fare parte di una dieta sana e variegata. Inoltre, per avere gengive sempre sane è necessaria una regolare e corretta igiene orale.

Commenti e opinioni