29 Ottobre 2012

I germogli con più proteine

La coltivazione dei germogli è una pratica antichissima e, grazie ad appositi germogliatori, può essere effettuata in qualsiasi periodo dell'anno. I germogli sono un ottimo alimento per avere sempre a disposizione nutrienti fondamentali per il benessere del nostro organismo tra cui vitamine, proteine, acidi grassi essenziali, oligoelementi, clorofilla, e altre sostanze fitochimiche.

Di seguito, vedremo quali sono i germogli con il più alto contenuto proteico, particolarmente utili per sportivi e per coloro che necessitano di un'alimentazione povera di grassi.

► Germogli di soia

I germogli di soia sono un concentrato di proteine. Tali germogli contengono oltre 13 grammi di proteine ​​per ogni porzione da 100 grammi. Tra gli altri valori nutrizionali: 122 calorie, 1 grammo di fibre, 9 grammi di carboidrati e circa 7 grammi di grassi. Oltre a ciò, i germogli di soia sono una buona fonte di fosforo (164 mg/100 gr), potassio (484 mg), magnesio (72 mg) e calcio (67 mg). I germogli di soia possono essere serviti sia in aggiunta a zuppe o insalate sia da soli, crudi e semplicemente conditi con un filo d'olio.

► Germogli di pisello

I germogli di piselli hanno un buon apporto proteico con circa 8 grammi di proteine ​​per ogni 100 grammi di prodotto. Contengono inoltre 124 calorie, soltanto 0,68 grammi di grassi e 27 grammi di carboidrati. Questi vegetali sono altresì una ricca fonte di fosforo (165 mg), potassio (381 mg), niacina, acido folico e vitamina C. I germogli di pisello possono essere gustati insieme a zuppe o insalate o ancora saltati/scottati in padella, oppure semplicemente crudi.

► Germogli di lenticchie

I germogli di lenticchia contengono leggermente meno calorie di quelli di soia e di piselli, ma in quanto a proteine ne possiedono ben 9 grammi per ogni 100 grammi di prodotto. I germogli di lenticchie hanno inoltre meno di 1 grammo di grassi e 22 grammi di carboidrati. Sono anche una buona fonte di calcio (25 mg), magnesio (37 mg), fosforo (173 mg), potassio (322 mg), vitamine A e C nonché folati. Anche questi germogli possono essere aggiunti in zuppe e insalate, oppure consumati saltandoli in padella o meglio ancora crudi.

► Germogli di grano

I germogli di grano forniscono circa 7 grammi di proteine ​​per ogni porzione da 100 grammi, con 198 calorie, 1 gr di grassi e 42 gr di carboidrati. I germogli di grano contengono inoltre 200 mg di fosforo, 169 mg di potassio, 82 mg di magnesio, 28 mg di calcio, niacina e folati. Questi vegetali, oltre che crudi sono ottimi nelle insalate.

I germogli sono alimenti buoni per arricchire la propria dieta di nutrimenti quali vitamine, minerali, oligoelementi e proteine, necessari per uno stile di vita sano ed equilibrato. Tali vegetali sono facili da digerire e favoriscono le funzioni metaboliche grazie al loro contenuto di enzimi, quindi possono risultare particolarmente utili per coloro che soffrono di problemi digestivi o gonfiori, e per chi sta seguendo diete dimagranti. Il modo migliore per consumare i germogli è quello di mangiarli crudi, in modo da mantenere un livello nutrizionale maggiore.

Commenti e opinioni