21 Ottobre 2013

Succo di melagrana, fonte ricca di nutrienti e antiossidanti

Tra i frutti più gustosi che la natura ci offre a ottobre troviamo la melagrana, da cui si può ricavare un buonissimo succo, conosciuto anche con il nome di granatina, ricco di nutrienti e antiossidanti. Il modo migliore per ottenere un succo di melagrana fatto in casa è quello di centrifugare le bacche rosse contenute al suo interno. Qui sotto, vediamo quali sono i benefici e le proprietà del succo di melograno.

Un bicchiere di succo di melagrana (pressappoco 200 millilitri) può arrivare a coprire all'incirca il 32 per cento del fabbisogno quotidiano di vitamina C in una persona adulta, oltre ad apportare un buon quantitativo di altre vitamine e nutrienti tra cui: beta-carotene, vitamina E, potassio, vitamina B5 (acido pantotenico), flavonoidi, ellagitannini, oli insaturi, e fibre.

I tannini idrolizzabili all'interno del succo di melagrana, in particolare gli ellagitannini, vengono assorbiti dal nostro corpo e apportano molti benefici agendo come potenti antiossidanti. Tra le altre sostanze dalle proprietà antiossidanti troviamo anche gallocatechine, catechine, e antociani.

Proprietà antiossidanti del succo di melagrana

I composti appena citati danno al succo di melagrana un altissimo potere antiossidante (ORAC) che ammonta grossomodo a 2860 unità ORAC per 100 gr di prodotto. Si tratta davvero di un quantitativo elevato dato che è stato stimato che per una persona adulta sono necessarie dalle 2000 alle 5000 unità ORAC al giorno per contrastare con efficacia i radicali liberi.

Proprietà antitumorali

Come già accennato, la melagrana è un'importante fonte di acido ellagico, sostanza capace di indurre la morte delle cellule cancerose. In particolare, secondo gli studiosi della University of California, il succo di melagrana è utile per prevenire e contrastare lo sviluppo di tumori alla prostata, alla mammella e ai polmoni.

Benefici per il cuore

Diverse ricerche hanno dimostrato che bere di succo di melagrana con regolarità può ridurre i rischi di sviluppare malattie cardiache, come pure l'ossidazione delle LDL, lo stato ossidativo dei macrofagi, e la formazione di cellule schiumose o spumose (dall'inglese foam cells). Uno studio apparso sulla rivista The American Journal of Clinical Nutrition ha constatato che, nei topi da laboratorio, l'ossidazione delle lipoproteine a bassa densità (LDL) da parte dei macrofagi peritoneali è stata diminuita fino al 90 per cento dopo il consumo di succo di melagrana.

Benefici per la pressione sanguigna

Una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Atherosclerosis ha dimostrato che il consumo di succo di melagrana per almeno due settimane è in grado di ridurre la pressione arteriosa sistolica nei pazienti che soffrono di ipertensione, agendo sull'ACE, ovvero sul siero dell'enzima di conversione dell'angiotensina.

Contro le infezioni virali e dentali

Secondo un articolo del 2004 apparso sul BMC Infect Dis, il succo di melagrana è capace di fermare o rallentare le infezioni virali; mentre gli estratti di melagrana hanno effetti battericidi contro la placca ai denti (J Herb Pharmacother).

Commenti e opinioni