05 Gennaio 2013

Piante curative facili da coltivare

Molte erbe officinali e piante curative non necessitano di chissà quanto spazio per essere coltivate, quindi, se non disponete di ampi cortili, non preoccupatevi perché basta anche solo un fazzoletto di terra o addirittura un vaso. Le piante che andremo a illustrare sono talmente semplici da mantenere in vita che chiunque può riuscire a farle crescere tenendole in casa o fuori, sul balcone oppure in giardino.

Menta

Masticare qualche fogliolina di menta fresca aiuta la digestione alleviando al contempo gli spasmi allo stomaco. Oltre a ciò, chiunque abbia bevuto una tazza di tisana alla menta conosce bene il suo effetto rinvigorente. La menta infatti contiene diversi stimolanti del sistema nervoso centrale, tra cui il mentolo, che aumentano gradualmente l'energia. Ma non finisce qui perché le proprietà energetiche di quest'erba sono particolarmente adatte per la mente dato che agiscono sull'acetilcolina, un neurotrasmettitore essenziale per la memoria e l'apprendimento. Questa pianta inoltre stimola la circolazione sanguigna, perciò da molti è considerato un alimento afrodisiaco. A dimostrazione dei suoi benefici a livello sessuale esistono anche diversi scritti latini che testimoniano il divieto da parte dei soldati romani di consumare menta altrimenti, durante le guerre, si sarebbero concentrati sulle donne anziché sulla battaglia.

Coltivare la menta è davvero molto semplice, basta piantarla in vaso o in giardino e questa crescerà anche in zone parzialmente luminose. Non necessita di molta acqua, tuttavia è meglio se il terreno è umido e fresco.

La menta può essere consumata semplicemente masticando qualche fogliolina fresca, appena colta, oppure preparando una tisana lasciando in infusione una manciata di foglie fresche di menta per 5-10 minuti. La tisana può essere ottenuta anche con le foglie essiccate e sbriciolate, in questo caso basteranno due cucchiaini di foglie secche per tazza. L'importante è di non lasciare in infusione per più di 5-10 minuti altrimenti la bevanda risulterà carica di tannini e quindi troppo amara. La menta inoltre può essere utilizzata fresca per arricchire insalate, piatti freddi e pasta.

Aloe Vera

Il maggior pregio dell'aloe vera è quello di guarire le ferite e lenire il prurito. Oltre a rimarginare tagli, l'aloe vera è un ottimo rimedio naturale per trattare ustioni, herpes, vesciche, e lesioni da congelamento. Tutto ciò è possibile perché il gel di aloe vera possiede sostanze che bloccano le infiammazioni e inibiscono le istamine, fonte di prurito. Inoltre, l'aloe contiene bradykininase, una sostanza che allevia il dolore e riduce il rossore e il gonfiore.

La pianta di aloe vera non necessita di molte cure, neppure di molta acqua, tuttavia, ha bisogno di stare al caldo quindi in inverno è bene tenerla dentro casa. Il terreno non deve essere di torba, o meglio, non completamente perché deve essere drenante. Si può creare un terreno ideale per l'aloe mescolando 1/3 di terra normale con 1/3 di sabbia e 1/3 di pietrisco (o altro materiale drenante come pomice, ghiaia, cocci ecc). Posizionare la pianta in una zona semi soleggiata.

Per usufruire dei benefici dell'aloe basta recidere una delle foglie e al suo interno sarà possibile trovare il gel da applicare direttamente sulle aree interessate da irritazioni o tagli.

Rosmarino

Il rosmarino è un buon stimolante naturale per il cervello, per questo, quando si studia è bene tenere un rametto di rosmarino sulla propria scrivania. Il profumo di tale erba infatti stimola il flusso di sangue al cervello e favorisce la concentrazione. A dimostrazione di ciò, esiste anche uno studio scientifico del 1998 condotto dalla University of Miami.

Il rosmarino è una delle piante mediterranee per eccellenza, molto resistente, e in Italia praticamente fiorisce dappertutto, ma meglio se al sole e in un terreno ben drenato. Tuttavia, se gli inverni sono molto freddi e lunghi, si può coltivare il proprio rosmarino in un vaso e rientrarlo in casa durante la stagione fredda.

Per diffondere l'essenza di rosmarino in casa, basta far bollire circa 30 grammi di aghi di rosmarino in 750 ml d'acqua, lasciando scoperto il pentolino per far propagare l'aroma. Il rosmarino può essere anche assunto tramite tisana, aggiungendo 1-2 cucchiaini di aghi di rosmarino all'interno di una tazza, e versandovi sopra dell'acqua bollente. Lasciare in infusione per cinque minuti, filtrare. Infine, se si vuole, è possibile esaltarne il gusto con una spruzzata di succo di lime, quindi bere. Naturalmente, il rosmarino è anche un ottimo condimento per arricchire piatti come pollo, patate al forno, pesce e altro.

Commenti e opinioni