21 Aprile 2014

Gli alimenti che contengono più beta carotene

Il beta carotene è un composto appartenente alla categoria dei carotenoidi, ed è il pigmento che dona il caratteristico colore arancio a molti alimenti di origine vegetale come la frutta e la verdura. Il betacarotene è un potente antiossidante che aiuta l'organismo a contrastare i radicali liberi e a proteggerlo dalle malattie anche gravi come il cancro. Il beta-carotene è una vitamina liposolubile, quindi quando si mangia cibi che contengono beta carotene è meglio accompagnarli con grassi buoni come l'olio d'oliva oppure la frutta secca o i semi oleosi, che ne facilitano l'assorbimento. Di seguito è riportato un elenco degli alimenti ricchi di beta carotene.

I dieci alimenti più ricchi di beta carotene sono i seguenti:

1: Patata dolce (cotte al forno): il beta-carotene presente in 100 grammi di patate dolci ammonta a 11509μg (microgrammi). Una patata dolce di media grandezza (114 gr) contiene circa 13120 μg di betacarotene, solo 103 calorie e 0,2 grammi di grassi. Per sapere di più sulle patate dolci, leggi anche I benefici delle patate dolci contro la depressione e lo stress.

2: Carote (cotte): il betacarotene contenuto in 100g di carote è di 8332μg, mentre una carota media (46 gr) ha pressappoco 3833 μg e solamente 18 calorie.

3: Verdure a foglia verde scuro come gli spinaci (cotte): il beta carotene all'interno di 100 grammi di queste verdure è di circa 6288μg. Altre verdure a foglia verde scuro con alti livelli di beta carotene sono cavoli (10625μg), bietola (6610μg) , cime di rapa (6588μg), cardo svizzero (6391μg), senape indiana (10360μg), e pak choi (4333μg).

4: Lattuga romana: il beta-carotene in 100 grammi di lattuga romana ammonta a 5226μg, mentre una testa di lattuga romana (626g) contiene pressappoco 32714μg.

5: Zucca (cotta), in particolare le specie del genere Cucurbita: la quantità di beta-carotene contenuta in 100 grammi di zucca Curcubita è di 4570 μg.

6: Melone di Cantalupo: il beta-carotene in 100 grammi di melone è pari a 2020μg, mentre una fetta di melone (69 grammi) ne contiene circa 1394μg, con solo 23 calorie e 0,1 grammi di grassi.

7: Peperoni rossi: il beta carotene in 100 g di peperoni rossi dolci ammonta a 1624μg. Un peperone verde ne può avere fino a 341μg e un peperone giallo fino a 223μg.

8: Albicocche essiccate: 100 grammi di albicocche secche possono avere fino a 2163 μg di betacarotene. Tra l'altra frutta essiccata ricca di beta carotene abbiamo: pesche essiccate (1718μg) e prugne secche (685μg).

9: Piselli (cotti): Il betacarotene in 100g di piselli cotti ammonta a 1250μg.

10: Broccoli (cotti): i broccoli cotti contengono 929μg di beta carotene ogni 100 grammi di prodotto, solamente 34 calorie e 0,4 gr di grassi.

Per assimilare al meglio il beta carotene e i carotenoidi contenuti in questi alimenti si consiglia una cottura non prolungata, e l'accompagnamento con grassi buoni come gli oli vegetali salutari, tra cui l'olio extravergine d'oliva.

Il beta carotene ha un'importanza nutrizionale molto elevata rispetto agli altri carotenoidi, non solo perché è uno dei precursori principali della vitamina A (retinolo), ma anche per altre ragioni:

- Il beta carotene è un antiossidante eccezionale, capace di cobattere efficacemente i radicali liberi e prevenire malattie anche gravi come il cancro.

- Il betacarotene rappresenta la fonte naturale principale di vitamina A per i vegetariani, un nutriente essenziale per diverse funzioni dell'organismo umano tra cui la sintesi delle glicoproteine.

- Il beta carotene è importante per la vista perché viene convertito in retinolo dal corpo umano. A sua volta, il retinolo viene trasformato in acido retinoico, sostanza necessaria per lo sviluppo cellulare. Una carenza di retinolo e/o vitamina A, può portare a sviluppare diversi disturbi tra cui crescita irregolare delle ossa, xeroftalemia, ovvero secchezza degli occhi (nello specifico della cornea), e problemi legati alla riproduzione.

- Diversi studi sottolineano l'importanza del beta carotene nel prevenire e contrastare alcune forme di cancro e malattie che interessano l'apparato cardiovascolare, tuttavia ulteriori ricerche sono necessarie.

- A livello del derma, la vitamina A ottenuta dalla conversione del beta carotene è necessaria per accrescere la produzione di collagene, proteina indispensabile per dare tono ed elasticità alla pelle, prevenendo e ritardando la comparsa di rughe e altri inestetismi cutanei.

- Il betacarotene è inoltre utile soprattutto durante l'estate e con l'esposizione ai raggi UV del sole perché garantisce una protezione adeguata contro di essi, prevenendo le scottature solari.

Mangiare alimenti che contengono beta carotene è senza dubbio la soluzione migliore per godere dei benefici di questo antiossidante naturale, utile soprattutto per la vista, la pelle, le ossa, e per contrastare diverse le forme tumorali.

Commenti e opinioni