11 Aprile 2013

Le migliori spezie antinfiammatorie

Per aiutare il nostro organismo a contrastare meglio le infiammazioni, oltre a un'alimentazione sana e variegata, si possono utilizzare condimenti come le spezie. Di seguito, illustreremo alcune delle migliori spezie antinfiammatorie e i loro benefici per la nostra salute.

Curcuma

All'interno della curcuma troviamo la curcumina, una sostanza dalle proprietà anti-infiammatorie molto elevate, tanto da essere oggetto di svariati studi scientifici che confermano il carattere benefico di questa spezia, capace di ridurre le infiammazioni attraverso una moltitudine di meccanismi biologici. Inoltre, la curcumina è in grado di diminuire l'accumulo di beta-amiloide distruttivo nel cervello dei pazienti affetti dal morbo di Alzheimer. La curcuma risulta così una delle migliori spezie anche per la salute e la protezione del cervello.

Alloro

Le foglie di alloro sono molto utilizzate in ambito culinario per aromatizzare carne, pesce e stufati, e nella tradizione popolare venivano impiegate anche come rimedio naturale contro l'artrite. Studi recenti dimostrano che il partenolide, un lattone sesquiterpenico contenuto principalmente nel partenio e presente anche nelle foglie di alloro, è in grado di inibire la COX-2, un enzima responsabile della biosintesi di prostanoidi coinvolti nell'infiammazione.

Zenzero

Lo zenzero è un parente stretto della curcuma e, come essa, possiede incredibili capacità antinfiammatorie, dovute soprattutto alla presenza di Kaempferolo, un antiossidante capace di inibire l'enzima COX-2. Lo zenzero è altresì utile per bloccare la lipossigenasi, un altro enzima che è parte integrante della produzione di composti infiammatori nel corpo. Utilizzare lo zenzero sotto forma di tisana costituisce un buon rimedio antinfiammatorio, utile principalmente per diminuire i sintomi di nausea e vomito. Lo zenzero può essere usato anche per contrastare le infiammazioni dovute a osteoartrite e artrite reumatoide.

Aglio

L'aglio è uno dei migliori antibiotici che si possono trovare in natura. Grazie al suo contenuto di zolfo e selenio è essenziale al mantenimento di un sistema immunitario efficiente. I composti solforati aumentano la produzione di glutatione, uno dei più potenti antiossidanti presenti nel corpo umano. Il selenio invece favorisce la produzione della glutatione perossidasi, un enzima che svolge attività antiossidanti andando a neutralizzare il perossido di idrogeno o acqua ossigenata (un radicale libero) e di altri perossidi. Inoltre, l'aglio contiene molte sostanze simili all'acetilcisteina, un potente antiossidante che combatte le infezioni e riduce le infiammazioni

Origano

Vi sono diversi elementi anti-infiammatori all'interno dell'origano tra cui l'acido caffeico, l'acido ursolico e l'eugenolo. Grazie a essi, l'origano possiede proprietà antibiotiche e disinfettanti, soprattutto verso alcuni germi patogeni che si trovano nell'intestino. Oltre a ciò, l'origano ha effetti antinfiammatori capaci di inibire l'enzima xantina-ossidasi, il quale converte la xantina in acido urico. Tale acido, se eccessivamente presente nei tessuti, porta allo sviluppo della gotta.

Cannella

La cannella è una spezia tanto gustosa quanto salutare per il nostro organismo. In particolare, la cannella aiuta a controllare i livelli di zuccheri nel sangue, migliorando le funzioni dell'insulina, e riducendo i trigliceridi e il colesterolo totale. Inoltre, questa spezia contribuisce a prevenire la formazione di coaguli nel sangue, dimostrandosi una buona alleata del cuore. Le proprietà antimicrobiche della cannella sono utili anche per contrastare diversi tipi batteri tra cui l'E. coli.

Salvia

Come molte altre erbe e spezie, la salvia possiede proprietà antiinfiammatorie, antiossidanti, e antitumorali. Una delle sostanze fitochimiche benefiche contenute in essa è il tujone, un chetone e un terpenoide che in quantità modeste favorisce la digestione e l'eliminazione di gas dallo stomaco e dall'intestino, e ha altresì effetti battericidi utili per fermare lo sviluppo di Candida albicans e Saccharomyces cerevisiae. Tra gli altri benefici, la salvia è efficace come aiuto nel trattamento del diabete dato che molti studi ne confermano la capacità di migliorare l'azione dell'insulina e di ridurre il tasso di zuccheri nel sangue, agendo in modo simile alla metformina.

Chiodi di garofano

I chiodi di garofanosono sono ricchi di eugenolo, un composto antinfiammatorio dalle proprietà disinfettanti, capaci di inibire l'enzima COX-2. Inoltre, la combinazione di proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti presente in questa spezia svolge un'importante funzione protettiva per il cuore e contro i tumori, e rallenta altresì il danno cartilagineo e osseo causato dall'artrite. Anche i chiodi di garofano, come la cannella e la salvia, aiutano a migliorare la funzione dell'insulina.