27 Gennaio 2015

Capelli bianchi precoci: cause e rimedi naturali

Il precoce incanutimento dei capelli è un problema che affligge sia uomini sia donne a ogni età, in particolare già dai primi vent'anni. Le possibili cause della comparsa anticipata dei capelli bianchi possono essere molte, e tutte diverse tra loro. A ognuna di esse, cercheremo di trovare dei rimedi naturali adeguati al problema.

Alcune cause dipendono dalle condizioni di vita e dalle abitudini della persona. Per esempio, uno stato prolungato di stress, ansia e preoccupazione, una dieta povera di vitamina B o di ferro, oppure una eccessivamente ricca di zuccheri. Ma anche fumo, abuso di prodotti troppo aggressivi per i capelli (tra cui tinture chimiche e shampoo acidi) possono portare al precoce ingrigimento dei capelli.

La canizie può dipendere, però, anche dalle condizioni di salute e dal patrimonio genetico di ciascuno: i capelli bianchi possono costituire un tratto genetico ereditario, un possibile effetto collaterale di malattie come la sinusite, la costipazione cronica, la vitiligine, l’anemia, lo squilibrio ormonale, l’intossicazione da metalli pesanti, e le malattie tiroidee.

Da un punto di vista strettamente medico, i capelli bianchi precoci possono dipendere dal fatto che il corpo riduce la produzione di melanina (in particolare, non vi è più scambio enzimatico tra la tirosina e le cellule dell’epidermide dette melanociti), che è il pigmento che dà colore ai capelli.

Come visto, dunque, le cause che possono portare ai capelli bianchi sono numerose. È quindi importante conoscere quali siano i possibili rimedi per prevenire la canizie prematura e, se del caso, le soluzioni naturali per camuffare i capelli bianchi.

Capelli bianchi: rimedi fai-da-te

Prima di tutto, bisogna diffidare delle cure miracolose: al momento in cui scriviamo, non esiste alcun rimedio scientificamente provato capace di invertire il processo di ingrigimento dei capelli.

Possiamo tuttavia prevenire la comparsa dei capelli bianchi, e, a questo proposito, è bene rispolverare qualche vecchio rimedio della nonna:

- Il più semplice (e conosciuto) rimedio naturale consiste nel massaggiare il cuoio capelluto con burro di latte di mucca almeno due volte alla settimana. Se poi si ha i capelli neri, si potrebbe provare con il succo ottenuto dalle foglie fresche di amaranto, un vero toccasana per le chiome d'ebano.

- Se si ha tempo a disposizione, applicare prima di andare a dormire una mistura composta da un cucchiaino si succo di uva spina indiana, un cucchiaino di olio di mandorle e qualche goccia di lime. Appena svegli, lavarsi normalmente i capelli. Oltre a essere un rimedio contro i capelli bianchi, si tratta di un ottimo trattamento nutritivo che lascerà i capelli morbidi e lucidi.

- Si consiglia poi il consumo di frutta e verdura fresche di stagione, ricche di sali minerali, nutrienti, e antiossidanti come la vitamina C e la Vitamina E, necessari per contrastare i radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento precoce, e quindi anche per la salute generale di tutto l'organismo.

- Nel caso in cui, invece, i primi capelli bianchi comincino ormai a spuntare inesorabilmente sulla testa, si possono usare decine di prodotti naturali da sostituire alle classiche tinte. Il più conosciuto è l'hennè, polvere colorante vegetale che, oltre a coprire bene i capelli grigi, è altresì capace di donare ai capelli intensi riflessi. Se i capelli sono molto scuri, all'hennè è meglio miscelare l'indigo, altra polvere naturale che fornisce una colorazione nera (con possibili sfumature violacee o color mogano), oppure il mallo di noce (in quest'ultimo caso, si potranno ottenere riflessi più chiari, castano-dorati). Se, invece, si preferiscono le sfumature rosse, ciò di cui si ha bisogno è la polvere ottenuta dalle radici di alcanna. Diverso è invece il caso dell'amla, disponibile in polvere o in olio, e usata dalle donne indiane per migliorare la pigmentazione dei capelli. È possibile reperire queste soluzioni naturali in erboristeria.

- Rimedi naturali che tutti abbiano in dispensa, magari senza esserne consapevoli, sono poi il rosmarino, il tè nero, caffè e la salvia. Quanto al rosmarino, si può utilizzare un infuso per sciacquare i capelli dopo lo shampoo. Lo stesso è possibile con la salvia, la cui infusione, però, può in alternativa essere utilizzata come impacco, da tenere per almeno mezz'ora, prima del risciacquo dei capelli. Le medesime indicazioni valgono per il tè nero e il caffè, che aiutano a coprire i capelli bianchi se usati con regolarità.

Commenti e opinioni