09 Ottobre 2014

Ricci perfetti, ecco tutti i segreti

Lucidi, corposi ma soprattutto ricci: le chiome curly hanno da sempre un fascino indiscutibile, belle e stilose senza quasi doverle toccare… o no? In realtà un riccio naturale richiede tante cure. Infatti, questo tipo di capello necessita di più tempo e fatica per essere tenuto non solo in ordine ma anche in salute. Ecco quindi tutti i passaggi da seguire per avere sempre capelli ricci definiti e perfetti.

Il lavaggio: occhio a shampoo e balsamo

È importante scegliere prodotti naturali, che non aggrediscano né il cuoio capelluto né i capelli. Inoltre, molti ingredienti naturali, come per esempio i semi di lino, aiutano non solo a nutrire i capelli ma anche a donare lucentezza e corposità. Se si ha un cuoio capelluto grasso, si consigliano shampoo contenenti olio essenziale di tea tree oppure di rosmarino, che aiutano a lavare in profondità e svolgono un'azione seboequilibrante in maniera del tutto naturale. Per i capelli secchi invece si consiglia di applicare sempre un olio vegetale, come quello di cocco o di jojoba, dopo lo shampoo.

Il balsamo non va assolutamente messo tutti i giorni, ma al massimo 2 volte a settimana e, tra i prodotti naturali si consigliano quelli contenenti aloe vera, che nutre la chioma senza appesantirla.

Ma la cura non finisce con la pulizia: si possono infatti usare anche creme e oli, come quello al karitè oppure al cocco o ancora quello al jojoba, che offrono un'ulteriore protezione, idratazione e un maggiore apporto di nutrienti. È preferibile applicare questi oli su tutte le lunghezze, e quando i capelli sono ancora umidi in modo da facilitarne l'assorbimento.

Pettinare e tamponare

Una volta eseguiti tutti i giusti trattamenti sotto la doccia, è importante utilizzare un pettine con i denti piuttosto larghi per evitare di stressare i capelli. Essi vanno poi strizzati poco con le mani e tamponati delicatamente con l’asciugamano. Infatti è necessario eliminare quanta più acqua possibile poiché è bene non tenere molto i capelli ricci sotto il phon.

Phon? Il meno che si può!

Come già accennato, l'asciugacapelli va usato il meno possibile. In estate sarebbe il caso di non utilizzare affatto il phon e lasciare che i capelli si asciughino all’aria. Ovviamente, tutto questo nel corso delle altre stagioni non è possibile, così si può optare per un phon a ioni con diffusore. Bisogna posizionarsi a testa in giù, lavorando i ricci con le mani e modellandoli sotto il calore dell’aria. A volte però tutto quanto è stato già detto non è sufficiente per dare ai propri ricci la corposità e la bellezza che si vorrebbe, ma con qualche piccolo trucco la situazione può cambiare radicalmente. È sufficiente mettere poca schiuma sulle punte per avere ricci più definiti, oppure usare bigodini molto grandi da lasciare piuttosto morbidi.

Fondamentale infine, per sfoggiare i propri ricci in tutta la loro bellezza, è scegliere sempre il taglio più adatto; averne poi una cura scrupolosa, farà tutto il resto.

Commenti e opinioni