26 Ottobre 2014

Consigli di bellezza utili per l'autunno e l'inverno

La propria routine di bellezza dovrebbe adeguarsi al cambiamento delle stagioni, e quindi della temperatura. I capelli e la pelle, infatti, reagiscono in modo diverso ai climi via via più rigidi dell'autunno e poi dell'inverno. Di seguito, alcuni consigli di bellezza per pelle e capelli utili per affrontare al meglio il freddo della stagione autunnale e di quella invernale.

Cura della pelle durante la stagione fredda

Con l'arrivo del freddo si tende a restare più dentro casa, nel tepore del riscaldamento interno, che si rende necessario per il proprio comfort ma che purtroppo però va a seccare ulteriormente la pelle. Per combattere efficacemente la disidratazione cutanea è bene utilizzare regolarmente una crema idratante adatta al proprio tipo di pelle. Inoltre, bisogna evitare bagni e/o docce troppo calde, che vanno a privare eccessivamente la cute del suo naturale sebo. Dopo la doccia o il bagno, applicare sempre una crema per il corpo, soprattutto nelle aree dei gomiti e delle ginocchia.

Per la notte, utilizzare una crema specifica per gli occhi in modo da evitarne la secchezza e contrastare le piccole rughe attorno a essi. Quindi dormire regolarmente per 7-8 ore a notte così da ridurre efficacemente lo stress e dare all'organismo la possibilità di rigenerarsi efficacemente.

Inutile ricordare quanto importante sia anche l'idratazione interna, necessaria per il corretto funzionamento di tutti gli organi, incluso l'organo più esteso (e più esposto) del nostro corpo, ovvero la pelle. In inverno purtroppo si tende a bere meno per via del freddo, e quindi ci si disidrata anche più facilmente. Bisogna sempre ricordarsi di bere durante tutta la giornata. Oltre all'acqua si consiglia il consumo di calde tisane alle erbe, che vanno a remineralizzare l'organismo e, soprattutto con il freddo, risultano più gradevoli da bere. Sconsigliate invece le bibite disidratanti come le bevande ricche di caffeina, zuccherate, e gassate.

Scrub per mani, piedi, gomiti e ginocchia

Le mani vanno curate come si fa con il viso, soprattutto se queste si seccano facilmente. Ecco una ricetta per uno scrub naturale davvero efficace per migliorare la cute di mani, piedi, gomiti e ginocchia: mescolare mezza tazza di sali di Epsom, un cucchiaio di olio d'oliva e qualche goccia di limone oppure lime, o ancora pompelmo oppure arancia; a questo punto, applicare sulle zone con la pelle secca e massaggiare per 5 minuti circa facendo un movimento circolare; infine risciacquare con acqua tiepida, mai calda, altrimenti si andrebbe a seccare ulteriormente la pelle.

Prevenire le labbra screpolate

Molte persone, durante i mesi autunnali e invernali soffrono di labbra screpolate. In questi casi non bisogna mai leccarsi le labbra poiché la saliva, una volta asciutta, le andrebbe a seccare ulteriormente peggiorando la situazione. È necessario invece applicare un balsamo idratante specifico per le labbra, almeno durante le ore diurne. Per rimuovere la pelle secca che si forma tutto intorno alle labbra, è possibile esfoliare delicatamente impiegando uno spazzolino da denti. Evitare di graffiarsi con le unghie o tirare via la pelle poiché si andrebbe a danneggiare ulteriormente l'area, ritardandone la guarigione.

Consigli per la cura dei capelli durante la stagione fredda

Quando arriva il freddo, così come la pelle, anche i capelli risentono del cambiamento climatico e tendono a seccarsi più facilmente. In questi casi, un buon balsamo potrebbe essere la soluzione ideale. Ma per evitare di disidratare i capelli, la cosa migliore è ridurne i lavaggi; in genere, fare lo shampoo due volte a settimana può bastare. Se tuttavia si usano prodotti per lo styling, questi devono essere rimossi sempre prima di andare a dormire. Se si soffre di particolari condizioni come la dermatite seborroica o altri disturbi al cuoio capelluto, consultare un dermatologo. Per una soluzione rapida, applicare un balsamo leave-in in modo da garantire sempre una buona idratazione e una maggiore protezione contro gli agenti atmosferici.

Commenti e opinioni