28 Febbraio 2015

Smagliature: oli essenziali per contrastare le strie atrofiche

Le smagliature, dette anche strie atrofiche, sono cicatrici sottili che si verificano sotto l'epidermide (lo strato superficiale della pelle) quando il tessuto connettivo viene teso oltre le sue possibilità; quindi in casi di repentino aumento di peso o dimagrimento, oppure in gravidanza. Le smagliature interessano soprattutto l'addome, i fianchi, le cosce e i glutei, ma possono comparire anche su braccia e seno. Di seguito, vedremo come combattere le smagliature usando gli oli essenziali.

Tra i migliori oli essenziali per contrastare e attenuare le smagliature abbiamo: lavanda, neroli, patchouli, mandarino, geranio, rosa, vetiver, gelsomino ed elicriso. Ognuno di questi oli possiede effetti rigeneranti utili per rallentare l'invecchiamento della pelle, migliorandone l'elasticità e idratandola a fondo per donare nuova linfa alle cellule danneggiate.

Affinché gli oli essenziali svolgano efficacemente le loro funzioni benefiche è necessario diluirli in un olio vettore oppure in una lozione prima di massaggiarli sulla pelle. Gli oli vettori, come per esempio l'olio di jojoba oppure quello di mandorle dolci, aiutano infatti a stendere in maniera più omogenea gli oli essenziali e ne favoriscono l'assorbimento cutaneo. Oltre agli oli di mandorle e jojoba, tra gli oli vegetali migliori per la pelle abbiamo anche: nocciolo di albicocca, enotera, borragine, rosa mosqueta, argan, e carota.

La miscelazione con gli oli portanti è necessaria anche per evitare irritazioni causate dagli oli essenziali che, se usati puri sulla pelle, risultano molto aggressivi. In genere, bisogna diluire 3 o 4 gocce di olio essenziale ogni cucchiaio di olio vettore.

Crema anti-smagliature con oli essenziali e burro di cacao

Nel libro The Companion Aromaterapia, Victoria H. Edwards, per eliminare le smagliature, consiglia di mescolare circa 30 grammi di burro di cacao sciolto a fuoco lento con 4 gocce di olio essenziale di gelsomino e 12 gocce di olio essenziale di mandarino.

Massaggiare la miscela due volte al giorno su addome, fianchi e seni. Per ridurre al minimo le ossidazioni, conservare la miscela in un barattolo di vetro scuro, lontano da fonti calde e luminose.

Crema contro le smagliature con burro, cera d'api e oli essenziali

Mettere 15 grammi di cera d'api e di burro di cacao in una pentola; aggiungere 50 grammi di olio di cocco e 30ml di olio di enotera; mescolare il tutto a fuoco lento. Spruzzare di acqua la miscela continuando a mescolare, fino a quando viene raggiunta una consistenza cremosa. A questo punto, spegnere i fornelli e aggiungere 3 ml di olio essenziale di lavanda e 2 ml di olio essenziale di limone. Mescolare bene il tutto.

Questa crema va usata per massaggiare quotidianamente le zone colpite dalle smagliature. È preferibile conservare il rimedio naturale in un contenitore ermetico.

Olio per massaggi anti-smagliature in gravidanza

Valerie Ann Worwood, autrice del libro The Complete Book of Essential Oils & Aromatherapy, suggerisce un ottimo trattamento per le smagliature sulla pancia durante la gravidanza: mescolare 2 cucchiai di olio di mandorle, 1 cucchiaio di olio di germe di grano (che contiene le vitamine A ed E), 10 gocce di olio di semi di borragine e 5 gocce di olio di carota; quindi aggiungere 7 gocce di olio essenziale di rosa, 6 gocce di olio essenziale di lavanda e 5 gocce di olio essenziale di mandarino; infine mescolare bene il tutto.

Massaggiare una piccola quantità della miscela appena preparata su addome, cosce, glutei, fianchi e seno. Si consiglia di impiegare questo rimedio entro due mesi poiché gli oli vegetali miscelati agli oli essenziali non hanno una lunga durata, e con il tempo tendono a ossidarsi, perdendo la loro efficacia.

Crema ricca di oli essenziali anti-smagliature

Questa ricetta contiene solo oli, e il più importante tra loro è l'olio essenziale di franchincenso (olibano). L'olio essenziale di franchincenso è noto per le sue proprietà curative dei tessuti cutanei. Mescolare tre gocce ciascuno di olio essenziale di lavanda, olio essenziale di franchincenso e olio essenziale di sandalo; aggiungere sei cucchiaini di olio di semi di sesamo e mescolare bene il tutto.

Impiegare questo rimedio quotidianamente, al mattino e alla sera, sulle aree colpite da smagliature, praticando massaggi circolari verso il cuore, in modo da stimolare al meglio la circolazione sanguigna.

Oli vegetali migliori per la pelle

Come abbiamo già detto, gli oli vegetali si rendono necessari per miscelare gli oli essenziali, favorendone l'assorbimento da parte della pelle ed evitando irritazioni. Tutti gli oli vegetali hanno caratteristiche simili, ma ognuno ha una sua peculiarità che lo rende diverso dagli altri. Gran parte di essi infatti contiene in quantità diverse acidi oleici (acido oleico, linoleico, gamma linoleico, alfa linoleico), acidi grassi Omega-3 nonché antiossidanti naturali come la vitamina E, preziosa alleata della pelle.

L'olio di argan è ottenuto dalla pianta di Argania spinosa, un albero che cresce nel deserto. In genere, dalla spremitura a freddo di 20 kg di frutti si ottiene un litro di olio cosmetico, molto concentrato, chiaro, ottimo da usare sulla pelle bagnata o da aggiungere nell'acqua del bagno.

Sempre da zone desertiche giunge l'olio di fico d'india, già conosciuto sia dagli antichi Aztechi sia dalle popolazioni berbere. Riscoperto solo di recente, ma ancora poco commercializzato, è un concentrato di grassi protettivi.

Dalle Ande proviene la Rosa affinis rubiginosa da cui si estrae l'olio di rosa mosqueta. Questo prodotto contiene, tra le altre sostanze benefiche, l'acido transretinoico, che ha il merito di agire in modo molto efficace proprio su cicatrici e smagliature.

L'olio di mandorle dolci e di sesamo hanno un elevato apporto di acido linoleico e oleico, e sono anche ricchi di vitamine A, D, E. Possiedono dunque ottime qualità antiossidanti.

Meno conosciuto ma non per questo meno efficace è l'olio di borragine: la Borago officinalis è una pianta erbacea dai cui semi si estrae un olio in cui è contenuto una buona percentuale di acido gamma-linoleico. Tale acido è presente anche nell'olio di enotera.

Dagli indiani d'America arriva l'olio di jojoba; più che un olio è una cera liquida, non contiene glicerina, e viene assorbito dalla pelle con facilità. Non irrancidisce ed è inodore. Insomma, è senza dubbio uno dei migliori oli vettori da impiegare sulla cute.

La macadamia è una pianta originaria dell'Australia; dalla sua noce si ricava l'omonimo olio, che tra gli altri contiene l'acido palmitoleico. È diverso dagli altri oli proprio per questa sostanza che si trova anche nel sebo della cute. È un prodotto ancora poco conosciuto, ma molto buono da applicare sulla pelle poiché si assorbe velocemente, ed è quindi ideale per praticare massaggi.

Utilizzi degli oli vettori ed essenziali

Dopo aver scelto l'olio vegetale che si preferisce, si mettono alcune gocce di quello essenziale. Generalmente, come già detto, tre o quattro gocce di olio essenziale in un cucchiaio di olio vettore. Per prevenire le strie atrofiche, la miscela va massaggiata quotidianamente sulle aree interessate in modo da tonificare la pelle e aumentarne l'elasticità.

Se invece le smagliature sono già presenti e si vuole ridurle, si consiglia di pizzicare leggermente per qualche minuto l’area interessata dall'inestetismo provocando un lieve rossore, in modo che i tessuti assorbano meglio la miscela di oli. Quindi, massaggiare fino al completo assorbimento. Il massaggio va fatto ogni giorno per almeno 3 mesi.

Raccomandazioni per prevenire e attenuare le smagliature

L'uso di oli essenziali per contrastare le smagliature è un aiuto importante ma da solo non può risolvere il problema. Contro le strie atrofiche bisogna anche cercare di esporsi il meno possibile ai raggi solari, mangiare alimenti proteici e ricchi di​ acidi grassi essenziali, bere acqua regolarmente, mantenere la pelle ben idratata, tonificare i muscoli con l'esercizio fisico costante e, più in generale, avere uno stile di vita e una dieta salutari.

Commenti e opinioni