30 Dicembre 2016

Come applicare i prodotti per la cura della pelle nell'ordine corretto

Va messo prima il tonico o il siero? La crema specifica antiacne va dopo l'idratante oppure prima? Qual è ordine corretto per applicare i prodotti per la cura della pelle del viso? È importante seguire il giusto ordine perché in questo modo ci si assicura che la pelle riceva il massimo beneficio da ogni prodotto usato. Per esempio, se si applica una crema prima del siero, le proprietà emollienti della crema impedirebbero al siero di penetrare la cute.

Oltre alla giusta sequenza di applicazione dei prodotti per la cura della pelle, è fondamentale considerare anche il tempo necessario alla cute per assorbire tali prodotti. Per esempio, il perossido di benzoile, un ingrediente che si trova comunemente nei trattamenti topici per l'acne, necessita di 1-3 ore per agire in modo efficace. Ciò significa che qualsiasi crema venga a contatto con il perossido di benzoile prima che esso abbia completato il suo lavoro andrà con ogni probabilità a inibire, almeno in parte, il principio attivo.

Ordine corretto di applicazione dei prodotti per la cura della pelle

Come regola generale facile da ricordare, è consigliabile spalmare i prodotti per la cura della pelle partendo da quelli con la consistenza più leggera e via via applicare quelli con la consistenza più densa, oppure vanno messi prima quelli a base di acqua e poi quelli a base di oli.

Durante il giorno, si consiglia la seguente routine di cura della pelle: 1. detergente; 2. tonico; 3. crema idratante o crema giorno; 4. protezione solare. È importante mettere il solare alla fine perché molti idratanti contengono anche acqua, per cui se si spalma una crema idratante sulla protezione solare si rischia di diluire quest'ultima diminuendone l'efficacia.

Per quanto riguarda la sera, il discorso è un po' più complesso perché questo è il momento in cui, generalmente, si presta più attenzione alla cura della pelle. Ecco l'ordine giusto di applicazione dei prodotti per la cute alla sera.

1. Detergente

Innanzitutto bisogna rimuovere lo sporco e le cellule morte con un detergente per il viso. Alcuni raccomandano una doppia pulizia che consiste prima nell'uso di un olio detergente, utile per sciogliere il trucco, e poi nel lavaggio del viso con il detergente che si utilizza regolarmente. Ricapitolando, il primo passo è quello di togliere il make-up. In questa fase, in genere, si ricorre a un olio detergente. Il secondo passo prevede il lavaggio del viso per rimuovere tutto l'eccesso di sebo, lo sporco e i residui del trucco. Una volta completati questi due passaggi, la pelle è perfettamente preparata per assorbire i vari trattamenti/prodotti che si applicheranno successivamente.

Ma perché usare l'olio detergente? La risposta è semplice, l'olio attira altro olio (o sebo) ed è quindi più efficace nella pulizia. Oltre a ciò, l'olio è un modo delicato per detergere a fondo la pelle, senza doverla strofinare duramente rischiando di portare via gran parte del suo naturale sebo. Se non si vuole usare un olio detergente specifico, è possibile provare a struccarsi con l'olio di cocco oppure di jojoba. Basta imbevere il dischetto struccante con poche gocce di uno di questi due oli, o di una miscela di essi, e proseguire con la rimozione del make-up.

[Potrebbe interessarti: Olio Di Cocco: Usi Per Il Viso]

Per una pulizia più profonda, esfoliare la pelle con un esfoliante fisico e/o chimico una o due volte alla settimana.

2. Tonico

Molte persone scelgono di non usare il tonico per il viso, spesso perché credono che questo prodotto possa risultare irritante. In realtà, bisogna saper scegliere un tonico adatto alla propria pelle. Il tonico aiuta a riequilibrare il pH cutaneo e può contenere diversi antiossidanti utili per migliorare l'elasticità della cute. Ogni tipo di tonico è destinato a un problema diverso che interessa la pelle; quindi è importante impiegare quello giusto che fa al proprio caso.

[Potrebbe interessarti: Tonico Riequilibrante E Lenitivo Fai Da Te]

3. Trattamenti specifici (es: antiacne)

Se bisogna applicare dei farmaci/trattamenti in loco per curare la pelle problematica, questi devono essere messi il più vicino possibile alla cute in modo da massimizzare i benefici. Nel caso dei trattamenti antiacne, questi in genere eliminano il sebo in eccesso e uccidono i batteri nelle zone interessate dal disturbo. Per ottenere i migliori risultati è bene attendere che il trattamento si asciughi prima di mettere su il prodotto successivo. Se possibile, per evitare l'attesa usare i patch cosmetici per l'acne, applicando i cerottini solo sui punti interessati in modo da non dover aspettare che il trattamento agisca efficacemente prima dell'utilizzo degli altri prodotti.

[Potrebbe interessarti: Acne: Rimedi Naturali (Interni ed Esterni)]

4. Siero

Anche nel caso del siero abbiamo diversi tipi tra cui scegliere in base alle proprie esigenze. Uno degli ingredienti più comuni all'interno dei sieri è la vitamina C. Tale nutriente è molto importante per la pelle poiché è essenziale per la produzione del collagene, per cui contribuisce a migliorare l'elasticità cutanea e a ridurre le rughe. Inoltre, le naturali proprietà antiossidanti della vitamina C proteggono la cute dai radicali liberi e dagli agenti inquinanti.

Dunque, i sieri e i trattamenti specifici per la pelle è bene tenerli il più possibile vicino a essa. Alcune persone preferiscono, altresì, usare diverse tipologie di siero per risolvere vari problemi della pelle. In questo caso, cominciare applicando il siero con la consistenza più leggera e finire con quello con la consistenza più densa.

[Potrebbe interessarti: Siero Fai Da Te Alla Vitamina C]

5. Crema contorno occhi

È fondamentale applicare una crema contorno occhi almeno ogni sera, se non due volte al giorno. In tal modo si contribuisce a mantenere la robustezza e la salute della pelle delle palpebre, evitando che, con il tempo, perda facilmente l'elasticità.

È bene spalmare una crema contorno occhi regolarmente se si vuole migliorare l'aspetto delle palpebre e prevenire la comparsa di rughe premature ai lati degli occhi. Ovviamente, i risultati non si manifestano subito, ma c'è bisogno di tempo. Inoltre, durante il giorno, in estate o nei mesi soleggiati, è possibile proteggere ulteriormente la pelle delicata del contorno occhi applicando una protezione contro i raggi UV. A ogni modo, ricordarsi di indossare sempre gli occhiali da sole quando si esce fuori così da schermare efficacemente gli occhi e la pelle intorno a essi dalle radiazioni ultraviolette.

6. Idratante o olio per il viso

Come per il resto del corpo, anche la pelle si ristora e si rigenera soprattutto durante il sonno. Non è un caso se le creme idratanti per la sera risultano generalmente più dense e pesanti, progettate per essere assorbite nel corso di diverse ore durante la notte.

Ma cosa succede se si ha la pelle grassa? Anche in questo caso è utile una crema idratante. In effetti, nonostante il corpo sia fornito di un proprio sistema di lubrificazione naturale costituito da ghiandole che secernono il sebo per creare un rivestimento protettivo contro gli agenti esterni e le infezioni, la maggior parte di noi ha bisogno di un'ulteriore idratazione dopo l'esposizione al sole e/o agli altri agenti atmosferici, nonché ai prodotti chimici che entrano a contatto con la pelle.

Quando si acquista una crema idratante, cercare di optare per quei prodotti contenenti ingredienti come la glicerina (o glicerolo), l'acido ialuronico, le ceramidi, l'olio di cocco e/o altri oli vegetali, e il burro di karitè. Il momento migliore per applicare una crema idratante è quando la pelle è ancora umida. Quindi, si possono usare diversi metodi: 1. dopo aver utilizzato un detergente delicato, inumidire leggermente la pelle del viso, applicare i trattamenti specifici e il siero, e subito dopo spalmare uno strato di crema idratante per trattenere l'idratazione; 2. Attendere che tutti i prodotti precedentemente applicati si asciughino così che possano agire indisturbati; poi inumidire la pelle e subito dopo usare la crema notte.

Infine, ricordiamo che anche se questo ordine di applicazione dei prodotti per la cura della pelle dovrebbe garantire un maggiore assorbimento dei nutrienti contenuti in essi, non è detto che funzioni allo stesso modo per tutti. Bisogna "ascoltare" la propria pelle e capire ciò che funziona meglio per sé. È importante ricordare che ogni persona è diversa dall'altra. Ciò che può andare bene per una non è detto che vada bene per l'altra. Qui sopra, abbiamo dato dei consigli che valgono per la maggior parte delle pelli, ma, in genere, bisogna comunque sperimentare diverse combinazioni per cercare di trovare ciò che realmente funziona per sé.

Commenti e opinioni