23 Giugno 2014

Rimedi per eliminare i peli incarniti

Il problema dei peli incarniti è molto frequente quando ci si rade o si fa la ceretta con regolarità. Rimuovere i peli sottopelle è importante non solo perché sono antiestetici ma soprattutto per evitare infezioni. Di seguito i rimedi più efficaci per eliminare i peli incarniti.

Esfoliare

Esfoliare l'area interessata dal pelo incarnito due volte al giorno, strofinando delicatamente il pelo arricciato sotto la pelle. L'esfoliazione è necessaria per rimuovere le cellule morte, lo sporco e il sebo depositati sulla cute, che possono ostacolare la fuoriuscita del pelo. Inoltre, l'esfoliazione di per sé può aiutare la fuoriuscita dei peli dato che la pelle viene resa più sottile e morbida. Si consiglia di impiegare un guanto esfoliante oppure del sale, o ancora dell'olio d'oliva misto a zucchero.

Per la rimozione dei peli incarniti più profondi potrebbero volerci diversi giorni, quindi bisogna essere pazienti e continuare l'esfoliazione, sempre delicatamente.

Pinzetta o ago sterilizzati

Utilizzare un ago sterilizzato oppure una pinzetta per favorire la fuoriuscita della punta del pelo incarnito. Prima di sollecitare l'uscita del pelo, fare un impacco caldo di qualche minuto in modo da ammorbidire la pelle.

A volte, è possibile notare il ricciolo del pelo incarnito vicino alla superficie della pelle. Ciò significa che il pelo sta crescendo sotto l'epidermide. In questo caso, l'ago è la soluzione migliore. Infilare l'ago nel riccio per liberare il pelo e tirarlo fuori.

Nel caso in cui si voglia utilizzare la pinzetta, il tipo migliore è quella appuntita, che causa meno danni alla pelle intorno al pelo incarnito.

Acido salicilico

I peli incarniti ricordano molto i brufoli, soprattutto se accompagnati da presenza di pus. In questo caso, si può applicare dell'acido salicilico sull'area interessata due o tre volte al giorno per almeno due giorni. Il rimedio dell'acido salicilico, se combinato con l'esfoliazione quotidiana, è ancora più efficace ed è spesso sufficiente a rimuovere i peli incarniti nel giro di pochi giorni. Grazie a questo metodo è possibile ridurre il gonfiore e l'infezione, dando più spazio ai peli per poter crescere verso l'esterno e non più verso l'interno. Se non si ha a disposizione l'acido salicilico, è possibile sciogliere dell'aspirina nell'acqua dato che il principio attivo dell'aspirina è proprio l'acido salicilico. Quindi procedere come descritto precedentemente.

Compresse calde

L'applicazione di impacchi caldo-umidi sulla pelle aiuta ad ammorbidirla. Basta inumidire un panno con acqua calda, strizzarlo, quindi premerlo per alcuni minuti sui peli incarniti. Quando il panno si raffredda, rinnovare la compressa con acqua calda.

L'applicazione di compresse calde sulla pelle è necessaria per ammorbidire l'area e facilitare l'avvicinamento del pelo incarnito alla superficie. Dopo 10 minuti di impacchi, il pelo dovrebbe essere visibile in superficie. Quindi, utilizzare un ago o una pinzetta appuntita per tirare fuori il pelo incarnito. Tuttavia, se dopo 10-15 minuti di impacchi il pelo sottopelle non è ancora visibile, allora non è possibile rimuoverlo utilizzando questa tecnica. Potrebbe anche non trattarsi di un pelo incarnito. In questo caso si consiglia di provare con l'esfoliazione, ma se i peli incarniti non vengono in superficie è meglio fare un controllo dal dermatologo dato che potrebbe trattarsi di qualche problema cutaneo.

Impacco con latte caldo e pane

Riscaldare un po' di latte, portandolo a una temperatura accettabile per la pelle. Quindi, immergere un pezzo di pane nel latte. Applicare il pane imbevuto di latte caldo sull'area interessata dai peli incarniti. Lasciare agire il rimedio fino a quando il pane si raffredda, solitamente dopo 2-3 minuti. Ripetere l'impacco per un totale di circa 10 minuti. Quindi, controllare che il pelo sia visibile. Utilizzare un ago per tirare su il ricciolo del pelo e liberarlo. Anche in questo caso, se non si riesce a vedere il pelo dopo 10-15 minuti di compresse, meglio consultare il proprio dermatologo.

Mantenere la pelle libera dai peli incarniti

Dopo la rimozione dei peli incarniti, per mantenere pulita l'area interessata dall'inestetismo ormai scomparso, è bene lavare questa zona regolarmente con acqua tiepida e un sapone idratante. Applicare un antisettico per fornire una protezione supplementare contro le infezioni. Evitare di indossare indumenti che stringono la zona interessata, ed esfoliare regolarmente per prevenire la comparsa di nuovi peli incarniti.

Se i peli incarniti non possono essere rimossi con questi rimedi, è possibile che tali peli si trovino troppo in profondità. In questo caso, è bene rivolgersi a un dermatologo.

Commenti e opinioni