29 Agosto 2015

Shampoo all'aglio per migliorare la crescita dei capelli

L'aglio, un condimento molto usato nelle nostre cucine, possiede proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Da sempre viene impiegato non solo in ambito culinario ma anche per trattare naturalmente diversi disturbi, compresi quelli della pelle. Utilizzando uno shampoo contenente estratti di aglio, si può aiutare a guarire le infezioni del cuoio capelluto e quindi a migliorare notevolmente la salute dei capelli, favorendone la crescita e, in alcuni casi, fermandone la caduta.

Oggi, in commercio si trovano shampoo all'aglio deodorati, quindi che non puzzano, e si possono tranquillamente usare sui capelli senza il rischio di renderli maleodoranti. Tuttavia, quando si acquista uno shampoo è sempre bene controllare il suo INCI e assicurarsi che non contenga ingredienti dannosi per la salute. È meglio spendere qualcosina in più per uno shampoo di qualità, in modo da avere un prodotto sano e davvero efficace.

Qui di seguito sono elencati i principali vantaggi dell'utilizzo dello shampoo all'aglio:

  • Migliora la salute generale del cuoio capelluto e dei capelli
  • Allevia il prurito del cuoio capelluto
  • Contrasta il diradamento dei capelli
  • Ripara i capelli danneggiati

È possibile utilizzare direttamente gli spicchi d'aglio schiacciati applicandoli sul cuoio capelluto per nutrire i capelli ed eliminare i problemi che affliggono lo scalpo. Per godere dei benefici dell'aglio, si può scaldare un po' di olio d'oliva oppure di cocco, e lasciar macerare per qualche ora l'aglio schiacciato nell'olio. Dopodiché, massaggiare l'olio caldo sullo scalpo e tenerlo per almeno mezz'ora. Quindi, avvolgere un asciugamano caldo e bagnato intorno alla testa per lasciare che l'olio penetri bene nel cuoio capelluto. Infine, lavare i capelli con uno shampoo delicato. È consigliabile adottare questo trattamento naturale due volte a settimana per risolvere diversi problemi che affliggono lo scalpo.

Oltre all'applicazione topica, è buona norma consumare regolarmente l'aglio per promuovere la crescita dei capelli e migliorare la salute generale. Si può mangiare l'aglio in diversi modi; per esempio, è possibile schiacciare uno spicchio d'aglio e buttarlo giù con un sorso di latte caldo e miele. In alternativa, miscelare del succo di aglio, estratto con uno schiaccia-aglio, con vari succhi di frutta e verdura o si può semplicemente usare per preparare tantissime ricette culinarie.

L'aglio è un potente antibatterico e antibiotico naturale, grazie all'allicina contenuta in esso. Ciò significa che, con l'applicazione di uno shampoo all'aglio è possibile combattere efficacemente le infezioni del cuoio capelluto e il prurito da esse causato. Questo shampoo solitamente è molto consigliato a coloro che hanno una cute secca.

Anche se si soffre di diradamento dei capelli, lo shampoo all'aglio può essere una soluzione buona per fermare la caduta, soprattutto se la perdita dei capelli è causata da batteri. Questo shampoo stimola altresì la crescita dei capelli. La sua applicazione migliora la circolazione del cuoio capelluto, apportando un maggiore quantitativo di nutrienti necessari per il capello e stimolando i follicoli piliferi.

Oltre a ciò, lo shampoo all'aglio aiuta a riparare i capelli danneggiati da tinture, agenti sbiancanti, phon, piastre e altri trattamenti di bellezza. Utilizzando lo shampoo all'aglio si contribuisce a nutrire i capelli e a ripristinarne la salute. Inoltre, l'aglio è efficace nel rimuovere a fondo i residui chimici nocivi dal cuoio capelluto e dalle lunghezze.

Come utilizzare lo shampoo all'aglio

È possibile utilizzare lo shampoo all'aglio due o tre volte a settimana. Applicare lo shampoo sui capelli e sul cuoio capelluto inumiditi e lasciar agire per 3 o 4 minuti. Quindi, risciacquare con acqua. Nel caso in cui lo shampoo all'aglio non abbia un buon odore, si può utilizzare anche un balsamo profumato per levare via la puzza dai capelli.

Shampoo all'aglio fai da te

In Italia, non c'è ancora abbastanza scelta per quanto riguarda gli shampoo all'aglio, e spesso quei pochi che si trovano in giro in realtà non hanno un INCI così verde, anche se vengono pubblicizzati come naturali. Se quindi lo shampoo all'aglio che si vorrebbe acquistare non convince oppure non contiene un estratto di aglio di qualità, o semplicemente si hanno dei dubbi sugli altri ingredienti, la soluzione migliore è prepararsi lo shampoo in casa. L'unico problema è che lo shampoo all'aglio fai da te non può essere deodorato. Tuttavia, si può sempre usare un balsamo per capelli profumato per eliminare il forte odore pungente.

Innanzitutto, bisogna acquistare aglio fresco e di qualità, preferibilmente biologico. Sarebbe meglio impiegare grandi spicchi di aglio viola, ma vanno bene anche gli agli bianchi.

Successivamente, è necessario procurarsi uno shampoo buono, possibilmente eco-bio e delicato. Scegliere uno shampoo con ingredienti naturali come limone, henné, amla, estratti di tea tree, e menta piperita.

A questo punto, prendere 10-15 spicchi di aglio crudo e lavarli abbondantemente con acqua eliminando qualsiasi residuo di sporcizia. Sbucciare gli spicchi e metterli in un mixer. Frullare fino a ottenere una pasta omogenea. Aggiungere un po' d'acqua per rendere l'impasto più cremoso possibile. Volendo, si può aggiungere anche una piccola quantità di olio d'oliva, olio di menta piperita e olio di tea tree. Ciò contribuirà a coprire l'odore pungente dell'aglio.

Quando si è ottenuto un composto abbastanza cremoso, mescolarlo bene con lo shampoo. La consistenza del prodotto ovviamente sarà più corposa.

Naturalmente, più cremoso è l'impasto, migliore sarà il prodotto finale. Tuttavia, è normale ritrovarsi alcune tracce di aglio nei capelli durante l'utilizzo dello shampoo. Quindi è consigliabile risciacquare bene la testa e impiegare anche un balsamo profumato.

Commenti e opinioni