22 Gennaio 2016

Spazzolatura a Secco della Pelle: Benefici e Come Fare

La spazzolatura a secco del corpo permette di pulire la pelle in profondità e di migliorare la circolazione. Questa pratica consiste nello spazzolare la cute partendo dal basso, quindi dai piedi, fino ad arrivare alle parti superiori del corpo. In genere è meglio eseguire lo spazzolamento a secco prima di fare la doccia, alla mattina.

Benefici della spazzolatura a secco

Uno dei principali benefici della spazzolatura a secco del corpo è che questa pratica rende la pelle subito più morbida e liscia, ma ci sono anche altri vantaggi:

♦ Miglioramento del sistema linfatico: il sistema linfatico svolge un ruolo importante nella risposta immunitaria dell'organismo umano. Tale sistema è composto da organi, linfonodi, vasi linfatici e condotti che trasportano la linfa in tutto il corpo. Molti dei vasi linfatici si trovano appena sotto la pelle, quindi spazzolare a secco regolarmente aiuta a stimolare il flusso della linfa, favorendo una maggiore espulsione di tossine in modo naturale.

♦ Esfoliazione: lo spazzolamento a secco della pelle è uno dei modi più semplici e naturali per rimuovere efficacemente le cellule morte della cute. Sin dalle prime sessioni di spazzolatura è possibile notare una pelle subito più morbida e levigata.

♦ Pulizia dei pori: l'esfoliaizone della pelle porta anche a una sua naturale pulizia, liberando i pori da sporco e residui. Per la spazzolatura a secco del viso non si può usare la stessa spazzola del corpo ma è necessario utilizzare una spazzola più piccola con setole delicate appositamente studiata per questa zona.

♦ Azione anti-cellulite: lo spazzolamento a secco può svolgere una leggera azione anticellulite sia perché favorisce il flusso sanguigno e la circolazione linfatica sia perché rimuove le impurità della pelle. In realtà non ci sono molte prove a sostegno di questa tesi, ma comunque spazzolare a secco la cute aiuta a renderla certamente più morbida, quindi comunque vale la pena provare.

♦ Miglioramento della circolazione sanguigna e dell'energia: in genere la spazzolatura a secco non è consigliata alla sera, prima di andare a dormire, perché tende ad aumentare la circolazione sanguigna, e quindi anche i livelli di energia. Sarebbe bene spazzolare la pelle al mattino, prima di farsi la doccia.

Come scegliere la spazzola giusta

Le spazzole migliori sono quelle con le setole naturali, come per esempio quelle di cactus. Se possibile, acquistare una spazzola dotata di manico in modo da poterla usare anche sui punti più difficili da raggiungere, come per esempio dietro la schiena. Inoltre, la spazzola dovrebbe essere abbastanza resistente, quindi sarebbe opportuno che fosse realizzata in legno robusto. Se si vuole spazzolare a secco la pelle del viso, ricordiamo che esistono delle piccole spazzole delicate appositamente studiate per questa zona.

Come fare la spazzolatura a secco

La spazzolatura a secco può essere fatta quotidianamente, preferibilmente al mattino e prima di fare la doccia. Si parte dai piedi, quindi si prosegue con le gambe esercitando movimenti lenti, lunghi e regolari. In genere, è preferibile spazzolare per circa 10 volte la stessa area prima di andare avanti con le altre parti del corpo. Si consiglia inoltre di spazzolare verso il cuore/torace, dove avviene il drenaggio linfatico.

Ripetere lo stesso procedimento con le braccia, spazzolando innanzitutto i palmi delle mani, e poi via via strofinare la spazzola lungo le braccia, sempre con movimenti rivolti verso il cuore. Anche in questo caso, coprire tutte le aree di pelle per circa 10 volte.

Successivamente, ripetere la stessa procedura per l'addome e per la schiena, fino a concludere con il viso (quest'ultimo con la spazzola specifica).

Si consiglia di non spazzolare troppo forte. Bastano colpi morbidi e regolari. Dopo la spazzolatura a secco della pelle, questa può risultare leggermente arrossata, ma non dovrebbe mai diventare rossa e/o bruciare.