24 Settembre 2015

Come guarire le unghie che si sfaldano

Le unghie sfaldate possono essere causate da diverse situazioni tra cui disturbi della pelle, infezioni, esposizione a sostanze chimiche e immersioni prolungate nell'acqua. Anche il processo di invecchiamento può svolgere un ruolo chiave nello sfaldamento della lamina ungueale poiché il corpo produce meno sebo, e ciò porta a un naturale indebolimento delle unghie, che si spellano e si spezzano più facilmente. Alcuni prodotti aggressivi per le unghie possono altresì privarle del naturale sebo. Di seguito vedremo alcuni metodi per guarire le unghie che si sfaldano.

Innanzitutto abbiamo bisogno di: tagliaunghie, olio per cuticole a base di olio di jojoba e vitamina E, crema idratante contenente acido lattico o alfaidrossiacidi, guanti di cotone, guanti di plastica, integratore di vitamine del gruppo B.

Fase 1

Esaminare bene le unghie e accertarsi che queste non siano puntinate o che non siano comunque presenti segni di scolorimento. In caso contrario potrebbe trattarsi di un'infezione fungina o psoriasi ungueale. In tal caso è necessario rivolgersi al dermatologo per evitare problemi seri come la perdita delle unghie.

Fase 2

Dopo essersi accertati che non vi siano infezioni alle unghie, tagliarle fino all'estremità delle dita. Le unghie lunghe possono rovinarsi più facilmente durante le attività quotidiane, peggiorando il problema dello sfaldamento.

Fase 3

Reidratare la lamina ungueale massaggiando le unghie due volte al giorno con un olio per cuticole a base di olio di jojoba e vitamina E, o tocoferolo. L'olio di jojoba penetra la superficie delle unghie, favorendo anche l'assorbimento della vitamina E, un antiossidante naturale necessario per la salute della pelle e per riparare le ferite.

Fase 4

Prima di andare a letto, alla sera, idratare le unghie con una crema contenente alfa-idrossiacidi o acido lattico. Attendere l'assorbimento, dopodiché indossare i guanti di cotone; ciò contribuisce a mantenere idratate le unghie.

Fase 5

Mangiare alimenti ricchi di nutrienti. Le unghie sono costituite principalmente da cheratina, ovvero una proteina. Va da sé che per favorire la salute e la crescita delle unghie è necessario mangiare alimenti proteici, ma anche cibi ricchi di biotina e silicio come uova, frutta secca, legumi, cereali, verdure a foglia verde, carne e pesce. Il silicio si trova in elevate quantità nell'equiseto, un'erba che può essere usata per fare tisane.

Fase 6

Se la propria dieta è carente di nutrienti, assumere un integratore quotidiano che contenga le vitamine del gruppo B, compresa la biotina (vitamina B7), elementi essenziali per la salute delle unghie e per guarire lo sfaldamento della lamina ungueale.

Fase 7

Indossare guanti di gomma quando si lavano i piatti e si fanno le altre faccende domestiche, soprattutto se si utilizza detergenti per la casa e/o si immerge spesso le mani in acqua.

Fase 8

Fare attività fisica regolarmente per favorire il rilascio di endorfine e alleviare le tensioni. Lo sfaldamento delle unghie può essere causato anche dallo stress, un fattore purtroppo spesso sottovalutato ma alla base di molti disturbi sia fisici sia mentali.

Suggerimenti

Evitare lo smalto per le unghie, compreso gli indurenti, nonché la colla per le unghie finte. Tutti questi prodotti possono contenere sostanze chimiche aggressive che peggiorerebbero ulteriormente lo sfaldamento della lamina ungueale.

Commenti e opinioni