01 Maggio 2014

Come evitare le allergie durante l'allenamento

Le allergie da pollini sono particolarmente diffuse in questo periodo dell'anno, la primavera, proprio perché adesso le piante sono in piena fioritura. Per questo motivo, sia che si voglia fare una corsa all'aria aperta sia che si voglia semplicemente camminare un po' al parco o allenarsi fuori, nella natura, è importante proteggersi contro le allergie primaverili. Di seguito, alcuni consigli per evitare le allergie mentre ci si allena in questo periodo, in cui si può facilmente soffrire della cosiddetta febbre da fieno, caratterizzata da prurito, lacrimazione, starnuti e naso che cola.

Qual è l'ora giusta per allenarsi

Le concentrazioni di pollini sono più alte da poco prima dell'alba fino a circa le 10:00 del mattino, così come durante la prima serata. Quindi, se si vuole fare il proprio allenamento di sera, bisogna approfittare delle ore di luce in più poco dopo il tramonto. Se invece si ha a disposizione la giornata intera è consigliabile correre dopo le 10:00, prima dell'ora di pranzo. Se si va a lavoro invece si può approfittare della pausa pranzo per svolgere l'attività fisica. Inutile dire che nei giorni in cui c'è un'elevata concentrazione di polline è bene andare in una palestra coperta.

Avere pronti diversi ricambi

Non appena si torna dall'allenamento è consigliabile riporre i vestiti utilizzati per esercitarsi nella cesta dei panni sporchi e togliere le scarpe il prima possibile. In questo modo si evita di diffondere il polline per tutta la casa. Lavare gli indumenti il prima possibile. Inoltre, è sempre bene avere a portata di mano un ricambio supplementare per fare attività fisica, in modo da essere già pronti per il prossimo allenamento.

In macchina, usare il ricircolo dell'aria

Se si usa la macchina per andare ad allenarsi in palestra o per qualsiasi altro breve spostamento, è bene utilizzare il ricircolo dell'aria, ovvero il pulsante su cui è stilizzata una macchina con una freccia circolare al suo interno. In questo modo si evita che il polline, la polvere e i gas di scarico entrino in macchina nonostante i finestrini chiusi. Se i viaggi in macchina sono troppo lunghi, si può voler abbassare il finestrino una volta tanto per far cambiare aria.

Pulizia delle cavità nasali

Per rimuovere il polline dalla pelle e dai capelli basta fare subito una doccia. Tuttavia, il polline, la polvere e i gas presenti nell'aria possono facilmente rimanere intrappolati nelle vie nasali, provocando allergie e fastidi. Il modo migliore per pulire naturalmente e in profondità il naso è attraverso l'irrigazione nasale utilizzando un lota neti o jala neti. Grazie a esso, è possibile far passare facilmente l'acqua, meglio ancora l'acqua salina, nelle cavità nasali, consentendo di pulire a fondo i seni nasali e tutti i passaggi nasali dove il polline e le particelle disperse nell'aria si vanno ad accumulare. Questa pratica viene utilizzata ormai da millenni come rimedio naturale per la congestione nasale e per evitare le allergie.

Scegliere occhiali invece delle lenti a contatto

Le minuscole particelle del polline possono infiltrarsi facilmente sotto le lenti a contatto, causando irritazioni agli occhi. Per questo motivo, se non si devono praticare sport che richiedono contatti con altre persone, è meglio indossare occhiali oppure occhiali da sole. Per prevenire il prurito e la lacrimazione degli occhi, è bene pulirli sciacquandoli con della semplice acqua oppure con una soluzione naturale appositamente studiata per gli occhi.

Indossare fibre naturali

Mentre si corre o si fa esercizio all'aperto, indossare indumenti per allenarsi costituiti da fibre naturali invece che da quelle sintetiche. Quando i vestiti sintetici sfregano tra loro, la loro carica elettrica attira inevitabilmente più polline.

Filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air) per la casa

Per i casi più disperati, potrebbe essere necessario rendere la propria casa a prova di allergie utilizzando dei filtri specifici per migliorare l'aria. Ovviamente, quando si utilizza uno di questi filtri bisogna tenere le finestre chiuse per evitare che entrino particelle di polline e inquinamento dall'esterno, peggiorando i sintomi dell'allergia.

Una regolare attività fisica aiuta a stare meglio, ma allenarsi all'aperto durante la stagione delle allergie può essere un vero problema. Seguendo i suggerimenti appena illustrati è possibile evitare di prendersi un'allergia mentre, durante e dopo lo svolgimento degli esercizi fisici, continuando a restare in salute e in forma.

Commenti e opinioni