03 Febbraio 2015

Come ottenere il massimo risultato nello sport

La maggior parte delle persone che praticano sport, indipendentemente dalla tipologia, vorrebbero poter ottenere sempre un risultato finale ottimale. Ciò è possibile con un periodo di allenamento costante, con un'alimentazione equilibrata, e anche con rimedi naturali contro l'ansia da prestazione.

Spesso la motivazione di uno sport è quella di ottenere prestanza fisica. Molti infatti fanno attività sportive per mantenere il loro fisico asciutto, per contrastare la vita sedentaria, perché amano trarre benefici dalle attività motorie o semplicemente perché vogliono condurre uno stile di vita all'aria aperta, sano e salutare.

Nello sport agonistico il discorso cambia. Gli agonisti sono consapevoli del fatto che il risultato finale comporta una serie di sacrifici sia alimentari che di stile di vita, al contrario dello sport amatoriale dove spesso ci si allena in modo superficiale e dove non vigono regole precise. Praticare un'attività agonistica è sicuramente più impegnativo sia per il significato che assume la prestazione sia perché si pongono delle aspettative da realizzare. Bisogna però rispettare le tappe evolutive altrimenti si potrebbe essere pervasi da ansia da prestazione. Lo sport, anche quando si tratta di competizioni, non dovrebbe essere vissuto con il pensiero di voler vincere a tutti i costi, altrimenti l'attività fisica si trasformerebbe in un qualcosa di ossessivo che potrebbe causare disagio e disadattamento.

Regolarità degli allenamenti e giusta alimentazione

La costanza negli allenamenti è fondamentale per mantenere sempre al massimo le proprie prestazioni. Inoltre, fare stretching o semplici esercizi prima di una gara diventa una necessità se non si vuole incorrere nel rischio di qualche infiammazione ai tendini o di stiramenti muscolari, che potrebbero verificarsi soprattutto in caso di allenamenti prolungati ed effettuati con poco criterio.

Bere molta acqua oligominerale prima, durante e dopo gli allenamenti è fondamentale per reintegrare i sali minerali e i liquidi persi durante la sudorazione. Secondo una ricerca condotta dal Massachusetts Institute of Technology (MIT), la notte che precede una competizione oppure un duro allenamento bisogna bere pressappoco un mezzo litro di acqua; poi, il mattino seguente, all'incirca 2 ore prima dell'inizio della gara, bisogna bere nuovamente un mezzo litro di acqua. Oltre a ciò, si consiglia di bere anche durante lo svolgimento dell'attività fisica, sorseggiando dell'acqua ogni 10-20 minuti. Infine, dopo l'impegno fisico è chiaramente necessario bere per agevolare il ripristino dei liquidi persi.

In alternativa all'acqua è possibile bere delle soluzioni isotoniche create appositamente per gli sportivi e che fanno parte della vasta gamma di integratori presenti sul mercato. Se non si vuole ricorrere a integratori commerciali, la migliore bevanda completamente naturale per sportivi è l'acqua di cocco, ricca di sali minerali come potassio, calcio, magnesio, sodio e altri antiossidanti.

Durante gli allenamenti, tra una pausa e l'altra, è possibile bere un energy drink o mangiare del cioccolato in modo da ridare energia all'organismo.

Un occhio particolare anche all'alimentazione che, soprattutto nel periodo immediatamente precedente a una gara, deve essere equilibrata più che mai. L'obiettivo principale è quello di rimanere in forma e di non appesantire il fisico con l'assunzione di cibi grassi.

La prima colazione diventa il pasto più significativo della giornata e quindi deve essere fatta con scrupolo adottando un regime alimentare costituito da un apporto equilibrato di tutti i nutrienti essenziali: vitamine, antiossidanti, carboidrati, proteine e grassi buoni nella giusta dose. Per questo, a colazione si può optare per una tazza di cereali integrali con yogurt oppure latte di soia, una frutta fresca di stagione, e un succo vegetale fresco appena spremuto. Le calorie sono molto importanti poiché costituiscono il carburante energetico necessario per svolgere l'attività fisica e ottenere il massimo dalle proprie prestazioni. Ma è altrettanto importante che tali calorie provengano dalle giuste fonti e da un corretto apporto di carboidrati, proteine ​​e una minima parte grassi.

In base all'intensità dell'attività svolta, il pranzo e la cena devono prevedere sempre un buon apporto di carboidrati buoni, come quelli complessi, dato che uno dei tanti effetti dell'allenamento è l'aumento del tessuto muscolare con conseguente accelerazione del metabolismo. Quando gli atleti si muovono, consumano una elevata quantità di carboidrati e lipidi e man mano che cresce l'intensità degli allenamenti, aumenta anche il consumo dei carboidrati. Per questo motivo è importante mangiare una buona quantità di frutta di stagione, da assumere preferibilmente come spuntino tra un pasto e l'altro senza arrivare troppo affamati al pranzo o alla cena. Bisogna infatti, imparare a masticare con la massima calma per assimilare bene il cibo e per favorire la digestione. 

Le proteine sono fondamentali per il rinnovo dei tessuti muscolari e devono essere incluse all'interno di tutti i pasti, soprattutto in quelli dopo l'allenamento, abbinandole a una giusta dose di carboidrati e grassi buoni. Per esempio si può consumare uno yogurt magro (ricco di proteine) con frutti di bosco (ricchi di zuccheri e antiossidanti) e un po' di cereali integrali (proteine e carboidrati buoni). Un altro snack ottimo per il post-workout è costituito dal pane integrale (carboidrati buoni e proteine) con il burro di arachidi (grassi buoni, ovvero omega-3 e proteine).

Rimedi naturali contro l'ansia da prestazione

Non è raro per gli sportivi provare ansia prima di una competizione ma non è indispensabile ricorrere ai medicinali, anzi, è sconsigliabile. Meglio approfittare delle virtù officinali di alcune erbe che, sotto la guida sapiente di un erborista competente, possono essere assunte in tutta tranquillità perché placano l'ansia senza compromettere i riflessi e la prontezza mentale, contrariamente a quanto accade con i medicinali convenzionali.

L'escolzia, o papavero californiano, costituisce un ottimo calmante efficace contro la tensione nervosa da ansia da prestazione e si può assumere sotto forma di tisana anche un'ora prima della competizione.

La melissa è conosciuta per le sue proprietà calmanti, utili contro l'ansia da prestazione. Quest'erba non solo ha effetti positivi sulla tensione nervosa ma aiuta anche ad alleviare quello stress emotivo tipico degli sportivi.

Anche il luppolo ha eccezionali doti calmanti, placando i disturbi nervosi, senza per questo intervenire sulle funzioni mentali.

Come abbiamo visto, per ottenere il massimo risultato nello sport occorrono solo piccoli accorgimenti quali un allenamento costante, un'alimentazione corretta ed equilibrata e alcuni rimedi naturali per poter dire addio all'ansia da prestazione agendo sul benessere psico-fisico dell'organismo.

Commenti e opinioni