07 Luglio 2014

Attività fisica: 6 errori che si fanno comunemente quando ci si allena

A volte, durante il proprio allenamento, capita di fare diversi errori spesso dovuti alla voglia di ottenere risultati nel più breve tempo possibile. Lo scopo principale dell'attività fisica è quello di migliorare il proprio benessere generale, oltre che di scolpire il fisico, cercando altresì di trovare l'equilibrio perfetto, senza esagerare. Qui sotto, riportiamo un elenco di sei errori più comuni che si fanno durante l'esecuzione degli esercizi fisici.

Riposarsi troppo a lungo tra le serie

Le calorie che vengono bruciate durante l'attività fisica dipendono molto anche dalla quantità di tempo che passa durante il riposo tra le serie. In generale, non bisogna riposarsi per più della metà del tempo impiegato per completare la serie. Per esempio, se si fa un set che dura 2 minuti, l'intervallo di recupero prima del set successivo non dovrebbe essere maggiore a un minuto.

Se la pausa tra una serie e l'altra è troppo lunga, il battito cardiaco rallenta troppo andando a influire negativamente sull'intensità dell'allenamento, che quindi diminuisce in maniera eccessiva. Se si ha come obiettivo principale la crescita dei muscoli, il riposo tra un set e l'altro non dovrebbe superare quasi mai un minuto e mezzo.

Ripetere sempre gli stessi esercizi

La parola "cambiamento" è essenziale nel mondo del fitness. Più si rimane incollati a una routine monotona, meno risultati positivi si avranno con il passare del tempo. Ogni buon istruttore di fitness consiglia di variare il proprio allenamento almeno ogni 4-6 settimane.

Se si eseguono sempre gli stessi movimenti, il corpo si adatta a specifiche esigenze, e quindi non lavora abbastanza duro per produrre dei cambiamenti positivi sostanziali. È importante "shockare" il proprio corpo di tanto in tanto per ottenere i massimi risultati.

Mangiare troppo prima di fare attività fisica

Tecnicamente, non esiste alcuna quantità prefissata di cibo che si dovrebbe mangiare prima dell'allenamento, semplicemente perché ognuno ha un sistema digestivo diverso, e quindi ognuno sa quanto e quando può mangiare.

In generale, se si inizia a fare attività fisica subito dopo aver mangiato un pasto pesante, l'organismo si concentrerà principalmente sulla costruzione muscolare invece che occuparsi della digestione del cibo. Ciò potrebbe causare disturbi allo stomaco anche gravi.

Prima dell'allenamento è quindi consigliabile mangiare poco cibo, con un buon contenuto di calorie facilmente digeribili e proteine. Preferire le proteine ​​magre, in particolare sotto forma di frullato di proteine ​​del siero di latte. Tra gli spuntini pre-allenamento migliori possiamo consumare: banana, pane integrale, fiocchi d'avena, frullati di frutta.

Stretching statico prima del workout

Lo stretching è senza dubbio un'ottima attività prima di cominciare con gli esercizi, ma è meglio evitare lo stretching statico. Questo tipo di allungamento può influire negativamente sulla forza e sulla stabilità durante l'allenamento. Al contrario, optando per uno stretching dinamico si va a riscaldare tutto il corpo e a flettere la totalità dei muscoli, migliorando il flusso sanguigno a tutti i tessuti.

Non coinvolgere abbastanza gli addominali

Spesso, nella maggior parte degli esercizi ci si dimentica di coinvolgere anche gli addominali, i quali sono chiamati in causa quasi sempre durante tutte le attività fisiche. Se non si usano anche gli addominali attraverso una gamma completa di movimenti, non solo i risultati saranno più scadenti ma si corre anche il rischio di provocare lesioni al corpo. Quindi, ogni volta che si fa un esercizio, ricordarsi di contrarre anche la zona addominale per ottenere i risultati migliori.

Ricorrere ad antidolorifici per protrarre la durata dell'allenamento

L'assunzione di antidolorifici non risolve alcun problema reale, dato che servono solo a coprire il dolore per un breve lasso temporale. Se si continua a spingere nonostante il dolore e si ricorre a medicine per sopportare il tutto, di certo non si sta facendo del bene al proprio organismo. Se si preferiscono i farmaci al riposo, con ogni probabilità si potranno verificare problemi cardiaci, dolori articolari e crampi allo stomaco.

Commenti e opinioni