04 Settembre 2013

Metodi più veloci per avere addominali che si vedono

Definire i muscoli nella zona dell'addome non è facile e richiede un po' di lavoro e disciplina. Fare un'infinità di addominali dopo ogni allenamento non è il modo migliore per avere addominali perfetti. La quantità di esercizi non è importante perché gli addominali non usciranno mai se non si modificano le proprie abitudini alimentari. Quindi, la combinazione di un regolare esercizio fisico mirato a definire la zona core e di sane abitudini alimentari porterà a sviluppare velocemente gli addominali. Vediamo come:

Dieta

Per avere addominali perfetti in modo rapido bisogna innanzitutto apportare cambiamenti nella propria dieta. Gli alimenti ricchi di grassi e calorie devono essere ridotti drasticamente o addirittura scomparire completamente dalla propria dieta. Esempi di questi cibi dannosi sono: panini dei fast food, fritture, carni processate e carboidrati raffinati. Tali prodotti non solo sono bombe piene di calorie, ma hanno poco o nessun valore nutritivo, quindi servono solo a far ingrassare.

Gli alimenti che dovrebbero essere consumati invece sono quelli ricchi di nutrienti, che rappresentano delle buone fonti di proteine, carboidrati buoni e grassi sani. Esempi di questi sono frutta, verdura, carni magre, latticini a basso contenuto di grassi, pesce, legumi, cereali integrali e frutta secca. Bevande a elevato contenuto calorico come la soda, i tè zuccherati, le bibite aromatizzate e/o zuccherate, e l'alcool dovrebbero essere eliminati e sostituiti con l'acqua.

Orari dei pasti

Al fine di accelerare il metabolismo e tenere il proprio appetito sotto controllo, è necessario consumare piccoli pasti bilanciati ogni 2 o 3 ore durante tutto l'arco della giornata. Alcuni esempi: pane integrale con petto di pollo, frutta fresca di stagione, insalata con salmone, pita integrale con formaggio magro, pomodoro e lattuga, mandorle, yogurt magro e semi di girasole e così via.

Limitare i latticini

Diminuire l'assunzione di prodotti lattiero-caseari è utile per ridurre il gonfiore e l'aumento di peso causato dagli zuccheri presenti nel latte. Molte persone soffrono di intolleranza al lattosio, ovvero l'incapacità del corpo di digerire gli zuccheri naturali contenuti nel latte, che può causare gonfiore e diarrea. Sostituire i latticini con prodotti di soia, di riso o latte di mandorla.

Evitare gli alimenti processati

Scegliere cibi come pesce, carni magre, cereali integrali, grassi sani come l'olio d'oliva, e molta frutta e verdura. Stare invece lontani da verdure in scatola, frutta conservata in sciroppo, cibi surgelati e prodotti in scatola ad alto contenuto di sodio, grassi saturi, grassi trans, e zuccheri raffinati, che sono causa di aumento di peso e gonfiore.

Allenare tutta la zona core

Concentrarsi solo sull'addome con un unico esercizio non è il modo migliore per avere subito gli addominali perché si va ad allenare solo una zona del tronco. La chiave per sviluppare addominali velocemente è quella di allenare ogni parte del muscolo retto dell'addome. Quindi bisogna eseguire diversi tipi di esercizi addominali tra cui: sollevamento del busto, obliqui, incrocio alternato dei piedi, elevazione gambe, rotazione del busto contro il ginocchio, crunch su palla svizzera, addominali inversi, pedalata, e così via. Solitamente è bene fare 4 serie da 25 ripetizioni cercando di coinvolgere il maggior numero possibile di zone. Qui sotto, proponiamo un video come esempio utile per allenare gli addominali efficacemente:

Cardio

Per far uscire fuori gli addominali, il grasso in eccesso accumulato su di essi deve essere bruciato. Si può anche avere uno stomaco duro come l'acciaio ma se c'è il grasso, gli addominali non si vedono. Per questo motivo, l'allenamento cardio è importante tanto quanto, se non addirittura di più, degli esercizi mirati all'addome. L'attività cardiovascolare dovrebbe essere svolta per almeno 45-60 minuti, 3-4 giorni a settimana, ad alta intensità. Esempi di esercizi cardio sono: corsa, ciclismo, nuoto, arrampicate, canottaggio, saltelli con la corda.

Commenti e opinioni