09 Novembre 2015

Aromaterapia per alleviare l'ansia negli anziani che soffrono di demenza

L'aromaterapia con oli essenziali di lavanda, rosmarino, camomilla, arancio e limone può aiutare ad alleviare l'ansia e i disturbi emotivi negli anziani che soffrono di demenza. Diverse ricerche hanno dimostrato che alcuni oli essenziali aromatici possono essere inalati o massaggiati sulla pelle per calmare l'agitazione e migliorare le funzioni cognitive negli anziani.

I sintomi principali della demenza negli anziani sono: disturbi comportamentali, cambiamenti di umore, agitazione, confusione, aggressività, perdita delle funzioni cognitive, mancanza di sonno. L'aromaterapia, ovvero l'uso di estratti di piante a scopi curativi, stimola a livello sensoriale il paziente e svolge un'azione calmante e anti-ansia, utile per placare l'agitazione negli anziani con demenza.

Aromaterapia e funzioni cognitive dell'anziano

Anche se sono necessari ulteriori studi, diverse ricerche, tra cui una pubblicata nel 2007 sulla rivista International Journal of Geriatric Psychiatry, hanno dimostrato che l'aromaterapia può rappresentare un buon trattamento complementare per calmare i sintomi della demenza negli anziani. In particolare, l'inalazione di oli essenziali innesca i recettori dell'olfatto che stimolano l'ippocampo e l'amigdala, ovvero le principali aree del cervello responsabili delle risposte emotive e della salute mentale.

Un interessante studio pubblicato nel numero di dicembre 2009 della rivista scientifica Psychogeriatrics ha analizzato gli effetti dell'aromaterapia sugli anziani con la malattia di Alzheimer. I partecipanti allo studio hanno ricevuto un trattamento aromaterapico consistente in oli essenziali di rosmarino e di limone al mattino, e oli essenziali di lavanda e di arancio alla sera. Tutti i pazienti hanno mostrato un miglioramento nel loro senso di orientamento e/o nella consapevolezza di sé e di ciò che li circonda. Non ci sono stati effetti collaterali negativi. Gli autori della ricerca concludono che l'aromaterapia può essere un trattamento sicuro ed efficace per i sintomi della demenza; tuttavia, sono necessari ulteriori studi per avere maggiori conferme.

Aromaterapia, massaggi e riduzione dell'ansia nell'anziano

L'aromaterapia combinata al massaggio può alleviare l'ansia negli anziani con demenza. Uno studio pubblicato nel 2006 sul Journal of Neuroscience ha esaminato gli effetti dei massaggi combinati all'aromaterapia con oli essenziali di lavanda, limone, rosmarino, arancio e camomilla sulle donne anziane affette dalla malattia di Alzheimer. La ricerca ha concluso che l'aromaterapia può essere un modo efficace per alleviare l'ansia associata all'Alzheimer. Dopo tre settimane in cui i pazienti hanno ricevuto 3 massaggi a settimana da 20 minuti, con oli essenziali di rosmarino, lavanda, limone, arancio e camomilla, è stata riscontrata una diminuzione dell'ansia e un aumento dell'autostima.

Aromaterapia: considerazioni

Prima di usare l'aromaterapia per ridurre l'ansia o migliorare le funzioni cognitive negli anziani che soffrono di demenza, il medico deve accertarsi delle cause alla base dei disturbi comportamentali in modo da pianificare il trattamento più efficace. L'aromaterapia non è in grado di risolvere problemi di ansia e agitazione provocati da interazioni con i farmaci, infezioni o interruzioni della cura. In alcuni pazienti anziani, i composti presenti negli estratti vegetali usati in ambito aromaterapico possono causare reazioni avverse. Per esempio, gli oli essenziali di rosmarino e di lavanda possono avere effetti negativi in coloro che soffrono di pressione alta. Inoltre, gli oli essenziali, se applicati direttamente sulla pelle, possono causare irritazione, per cui vanno sempre diluiti in un olio vettore. Prima di ricorrere all'aromaterapia per alleviare i disturbi provocati dalla demenza negli anziani, è sempre necessario consultare un medico.

Commenti e opinioni