12 Maggio 2017

Rilassare Il Cuoio Capelluto Sensibile Con Rimedi Naturali

Il cuoio capelluto sensibile o irritato può interessare chiunque a causa di vari motivi, come un'acconciatura troppo tirata, un problema di salute, i cambiamenti stagionali, i prodotti per l'hair-styling e per la cura dei capelli, le sostanze chimiche presenti in alcuni articoli per la cura di sé, e altri fattori. Qualunque sia la ragione, è possibile placare il fastidio e rilassare il cuoio capelluto sensibile con semplici rimedi naturali. Vediamo come fare.

Olio essenziale di Tea Tree (albero del tè)

L'olio essenziale di tea tree, o albero del tè, è noto per le sue proprietà antimicotiche, antisettiche e antibatteriche, che lo rendono un prodotto ottimo per realizzare trattamenti naturali fai da te per migliorare la salute dei capelli e non solo. Se le cause del cuoio capelluto sensibile e irritato sono la secchezza e/o la forfora, l'olio essenziale di tea tree è la soluzione giusta per risolvere il problema. È importante assicurarsi di acquistare un olio essenziale di tea tree puro, non uno diluito con altri oli o ingredienti che ne comprometterebbero l'efficacia.

[Potrebbe interessarti: Come Riconoscere Un Olio Essenziale Puro Al 100%]

Indicazioni: prendere una bottiglietta dotata di un erogatore spray da circa 100 ml; riempirla con dell'acqua distillata; aggiungere 10-15 gocce di olio essenziale di tea tree. A questo punto, agitare la bottiglietta in modo da permettere ai due ingredienti di mescolarsi bene tra loro. Successivamente, spruzzare la miscela sul cuoio capelluto, coprendo bene tutte le aree irritate.

In seguito, massaggiare con le dita il cuoio capelluto per 3-5 minuti in modo da favorire l'assorbimento del prodotto. L'effetto lenitivo e rilassante dell'olio essenziale di tea tree sulla testa è istantaneo. Si avverte subito l'azione di questo olio, che favorisce la circolazione sullo scalpo e allevia le infiammazioni grazie alle sue proprietà rubefacenti. Questo trattamento può essere lasciato asciugare sulla testa, senza necessità di rimuoverlo.

In alternativa, si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale dell'albero del tè direttamente nello shampoo e nel balsamo - 10 gocce di olio essenziale ogni 100 ml di prodotto.

[Potrebbe interessarti: Olio Essenziale Di Tea Tree Sui Capelli: Benefici e Usi]

Camomilla

Se si ha un cuoio capelluto secco e pruriginoso a causa della forfora, dopo un po' la pelle tende a diventare arrossata, irritata e indolenzita. Uno dei rimedi alternativi più popolari per lenire il cuoio capelluto sensibile è senza dubbio la camomilla, un'erba molto delicata e dalle elevate proprietà antinfiammatorie.

Indicazioni: in una tazza, mettere due bustine di camomilla, o due cucchiai di fiori di camomilla essiccati, e versarvi sopra l'acqua bollente. Lasciare in infusione per almeno 10 minuti. Quindi filtrare la tisana e farla raffreddare. Per facilitare l'applicazione del rimedio, versare la tisana in una bottiglietta spray vuota e pulita. Quindi, spruzzare la camomilla sul cuoio capelluto. Non c'è necessità di lavare via il trattamento.

Succo di aloe vera

Il gel di aloe vera ha elevate capacità idratanti e lenitive. Non è un caso se l'aloe vera è tra i rimedi naturali più usati ed efficaci per alleviare molti disturbi della pelle, in particolare il prurito e le scottature. Se dunque si soffre di prurito sul cuoio capelluto, usare il succo di aloe vera è la soluzione ideale per placarlo.

Indicazioni: versare il gel puro di aloe vera in una bottiglia dotata di erogatore, in modo da facilitarne l'applicazione sulla testa. È possibile ricavare il gel di aloe direttamente dalla foglia succosa della pianta. Sfortunatamente, questo prodotto è difficile da conservare poiché si ossida con estrema rapidità. In commercio esistono comunque gel di aloe vera puri, come questo, che contengono piccolissime percentuali di conservanti naturali, come l'acido citrico, e funzionano benissimo per il nostro scopo.

Applicare il succo puro di aloe vera sul cuoio capelluto e sui capelli appena lavati, ed esercitare un delicato massaggio per stendere meglio il rimedio e favorire un maggiore rilassamento. Anche in questo caso, è possibile lasciare il prodotto sui capelli. Se si è preoccupati per eventuali residui, lavare via il gel dopo 20-30 minuti.

[Potrebbe interessarti: Aloe Vera: Usi Terapeutici, Dosi, Effetti Collaterali, Consigli]

Aceto di sidro di mele

L'aceto di sidro di mele è ideale per dissolvere lo sporco e l'eccesso di sebo sul cuoio capelluto senza causare disidratazione. Inoltre, aiuta a riequilibrare il pH della pelle per via della sua acidità. Se quindi il prurito e i fastidi sulla testa sono causati da residui e impurità o da uno sbilanciamento del pH, l'aceto di sidro di mele è quello di cui si ha bisogno.

Indicazioni: all'interno di una bottiglia, preferibilmente con erogatore, oppure in un qualsiasi flacone vuoto e pulito, mescolare 1/3 di aceto di sidro di mele a 2/3 di acqua distillata. Agitare bene e successivamente applicare sul cuoio capelluto. Massaggiare dolcemente in modo da rimuovere lo sporco. Dopo 5-10 minuti sciacquare la testa con acqua tiepida.

[Potrebbe interessarti: Aceto Di Sidro Di Mele Per I Capelli: Ricetta Balsamo Naturale]

Acqua di amamelide (Hamamelis virginiana)

Per una pulizia profonda del cuoio capelluto sensibile, l'acqua (o idrolato) di amamelide è la soluzione ideale poiché non è aggressiva e svolge un'azione decongestionante e purificante. Si tratta di una sostanza adatta alle pelli impure e delicate, ma bisogna stare attenti a scegliere un prodotto puro, privo di alcol, come per esempio questo. Spesso, l'idrolato di Hamamelis contiene altri ingredienti che possono renderlo troppo aggressivo. Per evitare di peggiorare le irritazioni sul cuoio capelluto è necessario optare per un'acqua di amamelide pura.

Indicazioni: l'idrolato puro di amamelide può essere applicato così com'è oppure miscelato in pari quantità all'acqua distillata. Si consiglia di usare questo trattamento appena dopo aver lavato i capelli; massaggiare delicatamente per qualche minuto; lasciare in posa per 30 minuti e poi risciacquare. Il delizioso profumo dell'amamelide aiuta a rilassare la mente mentre l'acqua lenisce e purifica lo scalpo.

Idratazione

Con i problemi di bellezza spesso ci si concentra solo su ciò che bisogna applicare esternamente, ovvero direttamente sulla pelle o, in questo caso, sul cuoio capelluto. In realtà, ciò che si mangia e si beve influisce non poco sulla bellezza esteriore. Una pelle sana ha bisogno di nutrienti e di idratazione. Il cuoio capelluto secco e sensibile potrebbe essere un segnale della disidratazione. Se quindi non si beve sufficiente acqua durante l'arco della giornata e si avvertono irritazioni e fastidi sulla testa, con ogni probabilità il proprio corpo necessita di acqua. Evitare le bibite zuccherate o disidratanti (come caffè, tè, energy drink) e scegliere l'acqua, che è sempre la migliore opzione per idratare l'organismo correttamente. In genere, bisogna assumere circa 2 litri di acqua nel corso della giornata, ma se fa caldo e/o si fa attività fisica, è meglio berne di più.

Commenti e opinioni