27 Luglio 2016

Sauna: Benefici E Controindicazioni

Il termine sauna sta oggi a indicare una struttura adibita a una pratica idroterapica, ma tradizionalmente i finlandesi la usavano principalmente come casa per l'inverno. Esistono diversi tipi di sauna, e vengono classificati tenendo conto del tasso di umidità e della temperatura al loro interno. Ognuna di esse apporta vari benefici alla salute, ma possono presentare anche controindicazioni. Vediamo quali sono.

Tipi di sauna

Distinguiamo essenzialmente quattro tipologie di sauna: sauna finlandese (o sauna secca), sanarium o biosauna (sauna media), bagno turco (sauna umida), e sauna a raggi infrarossi (infrasauna).

La sauna finlandese è la sauna tradizionale, in cui la temperatura viene tenuta mediamente intorno ai 90 °C con punte fino ai 100 °C, e l'umidità non supara il 20%, per questo motivo prende anche il nome di sauna secca. L'umidità comunque aumenta lievemente nel momento in cui si fa cadere l'acqua sulle pietre roventi per riscaldare l'ambiente. In questo tipo di sauna, dato le elevate temperature, si prevedono in genere bagni freddi o docce fredde da alternare alla sauna calda.

Nella biosauna, o sanarium, la temperatura è più bassa (60 °C), ma l'umidità è più alta (40-50%), per questo viene denominata anche sauna media, ovvero a media umidità rispetto alla sauna finlandese e al bagno turco.

Il bagno turco (in arabo Ḥammām) è la tipologia di sauna con maggiore umidità (100%) ma con minore temperatura (50 °C), per cui viene definita anche sauna umida. Si tratta a tutti gli effetti di un bagno di vapore. In realtà, il hammam è composto da tre sale: la prima è calda (harara), la seconda è tiepida, e la terza è fresca.

La sauna a raggi infrarossi, o infrasauna, utilizza le radiazioni infrarosse per riscaldare gli ambienti portandoli alla temperatura desiderata, solitamente non superiore ai 60 °C. In questo tipo di sauna manca il vapore per cui il caldo al suo interno è secco.

Sauna: Benefici

Le saune alleviano lo stress

La sauna contribuisce ad alleviare lo stress in vari modi. Innanzitutto, la sauna è un ambiente caldo e accogliente, uno spazio tranquillo senza distrazioni provenienti dall'esterno. Il calore della sauna rilassa naturalmente i muscoli del corpo, migliora la circolazione, e stimola il rilascio di endorfine. Le endorfine sono sostanze dalle proprietà analgesiche, utili quindi per rilassarsi più efficacemente [1].

Le saune rilassano i muscoli e leniscono i dolori muscolari e articolari

L'effetto "tranquillizzante" dell'endorfina aiuta a rilassare le tensioni e i dolori muscolari e articolari causati, per esempio, da un allenamento intenso. Oltre a ciò, il calore della sauna aumenta la temperatura corporea. In questo modo i vasi sanguigni si dilatano, favorendo così la circolazione del sangue. L'accrescimento del flusso sanguigno, a sua volta, accelera il naturale processo di guarigione del corpo, lenendo i dolori e/o velocizzando la guarigione di contusioni lievi o piccoli tagli. Dopo l'attività fisica, il calore e/o il vapore di una sauna facilitano il rilassamento muscolare, contribuendo a ridurre la tensione ai muscoli e a eliminare l'acido lattico e le tossine accumulate [2].

Le saune favoriscono l'espulsione di tossine

La sudorazione è uno dei metodi più naturali per eliminare le tossine dal corpo. Molti di noi purtroppo non sudano abbastanza quotidianamente. La sudorazione profonda ha molteplici benefici per la salute. La sauna è uno dei metodi naturali migliori per favorire la sudorazione. Grazie a essa, la temperatura corporea sale, i vasi sanguigni si dilatano, con un conseguente aumento del flusso di sangue. Man mano che il calore dal sangue inizia a muoversi verso la superficie della pelle, le ghiandole sudoripare vengono stimolate e producono sudore. La sudorazione è un meccanismo di regolazione della temperatura necessario per raffreddare il corpo. Il sudore è composto principalmente da acqua. Una sudorazione profonda attivata dalla sauna contribuisce a ridurre i livelli di piombo, rame, zinco, nichel, mercurio e altre sostanze chimiche presenti nell'organismo a causa dell'esposizione ai metalli pesanti nonché dell'assunzione e/o dell'uso di prodotti ricchi di additivi sintetici.

Le saune purificano la pelle

I bagni di calore della sauna rappresentano uno dei più antichi trattamenti di bellezza e benessere per la pelle. Con la sudorazione la pelle viene purificata e ripulita dalle cellule morte, dai residui e dai batteri depositati sullo strato epidermico. Inoltre, la purificazione dei pori facilita la circolazione capillare, migliorando ulteriormente l'aspetto e la morbidezza della pelle. Anche se la sauna non può essere considerata una cura per l'acne e per la psoriasi, può certamente costituire un aiuto per trattare queste malattie proprio perché pulisce la pelle in profondità e contribuisce a depurare l'organismo dalle sostanze dannose [2].

Le saune aiutano a dormire meglio

Oltre al rilascio di endorfine, l'innalzamento della temperatura corporea dovuto alla sauna porta a un naturale rilassamento generale, per cui fare la sauna di sera aiuta certamente a dormire meglio e a migliorare il sonno.

Le saune favoriscono la socializzazione

La sauna può essere un ambiente privato e personale in cui stare in tranquillità lontani dal mondo esterno. Tuttavia, questo luogo è generalmente progettato per accogliere più persone, ed è dunque un ottimo posto per rilassarsi in compagnia e socializzare con familiari, amici, parenti o conoscenti.

Le saune migliorano la salute cardiovascolare

Nelle alte temperature di una sauna tradizionale o a infrarossi, il corpo si riscalda, i vasi sanguigni si dilatano, la pressione arteriosa diminuisce, e la frequenza cardiaca aumenta. Il battito del cuore accresce dunque con il calore e si abbassa con il freddo. Per questo motivo, grazie alle saune, in particolare a quelle finlandesi che prevedono l'alternanza caldo/freddo, è possibile "allenare" il cuore migliorandone la frequenza e il ritmo. Oltre a ciò, ogni volta che si passa rapidamente da un ambiente caldo a uno freddo e viceversa la frequenza cardiaca aumenta in modo simile a quando si fa esercizio fisico moderato.

Le saune aiutano a bruciare calorie

Alcuni sostengono che la sauna faccia dimagrire. In realtà gran parte del peso che si perde con una sessione di sauna è dovuto all'espulsione di liquidi tramite la sudorazione, quindi appena si beve dell'acqua si reintegra anche il peso. Non è così semplice dimagrire, ma la sauna può comunque essere un aiuto per consumare qualche caloria in più. Per perdere peso efficacemente c'è bisogno di molto più di una sauna; bisogna innanzitutto adottare una dieta sana ed equilibrata e fare attività fisica regolarmente. L'aumento delle calorie bruciate con la sauna può essere maggiore inizialmente, soprattutto in coloro che hanno una pessima forma fisica. La sauna permette di bruciare più calorie per via dell'accelerazione dell'attività cardiaca, che richiede più ossigeno ed energia. Nel lungo termine la sauna può rappresentare dunque uno strumento per aiutare l'eliminazione delle calorie, ma da sola non è certamente un mezzo efficace per il dimagrimento.

Le saune combattono i malanni di stagione

Come dimostrato da alcuni studi, la sauna può stimolare il sistema immunitario favorendo la produzione di globuli bianchi [3]. In questo modo è possibile ridurre l'incidenza di raffreddore, influenza e altri malanni stagionali. Inoltre, le saune, in particolare quelle con il vapore, possono alleviare la congestione sinusale causata dal raffreddore o dalle allergie. Nella sauna con il vapore è altresì possibile utilizzare gli oli essenziali per godere dei benefici dell'aromaterapia; in questi casi si consiglia di usare l'olio essenziale di eucalipto per favorire la decongestione delle vie respiratorie e combattere più efficacemente il raffreddore e l'influenza. Accertarsi di usare oli essenziali puri al 100%, preferibilmente biologici.

[Potrebbe interessarti: Come Riconoscere Un Olio Essenziale Puro Al Per Cento]

Le saune migliorano le funzioni respiratorie

Alcuni studi confermano che il vapore delle saune aiuta a migliorare la salute dei polmoni e le sue funzioni respiratorie. In particolare, la sauna è utile per alleviare l'asma e la bronchite cronica [2].

Sauna: Controindicazioni

Uno dei rischi maggiori associati alla sauna è la disidratazione. Sessioni troppo prolungate all'interno di una sauna possono risultare dannose poiché causano problemi a livello di pressione sanguigna nonché perdita di coscienza. Se dunque si avverte uno stato di debolezza generale durante o dopo la sauna, con ogni probabilità è dovuto alla disidratazione. In questo caso è bene uscire lentamente dal box e reidratarsi con l'acqua e/o con bevande contenenti elettroliti come quelle ipotoniche o isotoniche per evitare effetti collaterali indesiderati come vertigini, nausea o altre forme di disagio.

[Potrebbe interessarti: Differenze Tra Bibite Ipotoniche, Isotoniche e Ipertoniche]

Oltre alla disidratazione, la sauna può causare altri effetti indesiderati dovuti al calore estremo che può sovraccaricare il naturale sistema di raffreddamento interno del corpo umano, in particolare durante le sessioni prolungate. Se il corpo non riesce a raffreddarsi adeguatamente, la temperatura interna sale a livelli pericolosi. Alcuni problemi di salute o il consumo di alcol possono inoltre aumentare il rischio di surriscaldamento. Per evitare questi inconvenienti si consiglia di non rimanere nella cabina per più di 10-15 minuti.

Tra gli altri effetti negativi che possono essere causati dalle saune troviamo: angina pectoris instabile, infarto miocardico recente, e stenosi aortica. La sauna è comunque sicura per la maggior parte delle persone che presentano una malattia coronarica, che soffrono di angina pectoris stabile oppure che hanno avuto un infarto del miocardio pregresso. Rari sono i casi di infarto miocardico acuto e morti improvvise nelle saune, ma il consumo di alcol prima o durante una sessione nella sauna aumenta il rischio di ipotensione, aritmie e morte improvvisa, per cui gli alcolici vanno evitati [2].

La sauna è inoltre controindicata nel caso in cui si soffre di patologie cardiovascolari, ipertensione, disturbi cardiocircolatori, malattie della pelle, malattie sessualmente trasmissibili (veneree), febbre, epilessia, e ansia. Non fare la sauna se si è in stato di gravidanza, durante il ciclo mestruale, e nel caso in cui sulla pelle siano presenti ferite non ancora ben rimarginate.

Evitare di entrare nella sauna dopo aver appena mangiato oppure dopo aver bevuto bevande ricche di caffeina o altri stimolanti poiché provocano un acceleramento del battito cardiaco.

Quando si termina una seduta, prima di uscire dal box è bene alzarsi lentamente dato che il calore causa un abbassamento della pressione sanguigna dovuto alla vasodilatazione. Una volta fuori dalla sauna, immergersi in una vasca di acqua fredda per alcuni secondi oppure fare una veloce doccia fredda. Infine, è consigliabile indossare un accappatoio e tamponare il sudore.

Ricordiamo che il tempo di permanenza all'interno di una sauna è generalmente di 10-15 minuti. Come buona norma, prima di cominciare la sessione è bene fare una doccia sufficientemente calda in modo da favorire il dilatamento dei pori e cominciare ad abituarsi alle temperature elevate della cabina.

Commenti e opinioni