27 Agosto 2012

Cure alternative per l'ansia

I sintomi più comuni dell'ansia sono: stress, aumento della frequenza cardiaca, nervosismo e preoccupazione. A causa di tali disturbi il soggetto colpito non riesce più a svolgere serenamente le proprie attività. L'ansia può essere davvero difficile da trattare.

Esistono farmaci specifici per curarla, ma questi spesso provocano effetti collaterali indesiderati. Molti di questi medicinali, oltre a essere poco tollerati da alcuni, possono portare a sviluppare una dipendenza. Per fortuna, esistono anche cure alternative. Vediamo insieme quali sono:

Attività fisica

Nel libro Exercise: Not Just For The Healthy di Carlucci, viene descritta l'importanza dell'esercizio fisico come trattamento per l'ansia. Un'attività regolare non solo migliora la forma e l'aspetto fisico, ma contribuisce ad aumentare la fiducia in sé e a ridurre la depressione. L'esercizio fisico aiuta il rilascio spontaneo di endorfine, i neurotrasmettitori che aiutano a regolare l'umore, influendo positivamente sullo stato d'animo.

Meditazione

La meditazione aiuta la mente ad allontanarsi dai pensieri che provocano stress e che possono interferire con la concentrazione di una persona. Si può iniziare con la meditazione semplicemente informandosi attraverso libri, articoli e video-corsi in DVD. In base alle proprie necessità sarà poi possibile iscriversi a lezioni mirate a risolvere i problemi che si hanno. 

Yoga

La combinazione tra attività fisica e meditazione è nello yoga o nel tai chi. Queste due arti combinano stretching, respirazione e rilassamento, tutti aspetti che aiutano a contrastare stress e ansia. In effetti, tali esercizi possono essere considerati tra i più efficaci trattamenti a lungo termine per l'ansia. Anche per quanto riguarda lo yoga si può cominciare semplicemente seguendo dei video-corsi in DVD, almeno per quanto riguarda il livello principiante. Poi, in base alle proprie esigenze, il consiglio è di iscriversi a lezioni specifiche che si tengono in palestre o centri di fitness specializzati.

Agopuntura

L'agopuntura, un po' come l'attività fisica, contribuisce a rilasciare endorfine, le sostanze che favoriscono il buonumore. Inoltre, questa pratica può essere fatta in combinazione con altri trattamenti quali yoga, integratori o addirittura farmaci.

Alimentazione

La corretta alimentazione è senza alcun dubbio alla base di un organismo in salute, ed è indispensabile anche per ridurre l'ansia. Bisogna evitare lo zucchero raffinato perché può avere un ruolo molto negativo nel sistema. Sostituire dolci, bibite e cibo spazzatura con maggiore consumo di frutta, verdura, proteine ​​sane e frutta secca. Anche dolcificanti artificiali, coloranti e caffeina possono aggravare l'ansia.

Integratori

Esistono diversi integratori utili per far fronte all'ansia. I più comuni sono:

  • Teanina: questo amminoacido viene estratto dal tè verde. Diversi studi hanno dimostrato che la teanina riduce lo stress psico-fisico e aiuta a produrre una sensazione di relax.
  • Olio di pesce: in un articolo apparso sul Journal of Clinical Psychopharmacology (n-3 Polyunsaturated Fatty Acids Decrease Anxiety Feelings in a Population of Substance Abusers) si afferma che una dose di 3 grammi al giorno di n-3 PUFA (acidi grassi omega-3) è utile per contrastare l'ansia.
  • 5-idrossitriptofano (5-HTP): si tratta di un amminoacido precursore del neurotrasmettitore serotonina. Molti farmaci antidepressivi agiscono aumentando la serotonina. Il 5-HTP lavora più o meno allo stesso modo agendo appunto come suo precursore.
  • Vitamina D: integratori di tale vitamina sono consigliati soprattutto per coloro che mostrano un aumento di sintomi dell'ansia durante l'inverno, periodo in cui è più difficile per l'organismo produrre vitamina D per via di una minore esposizione al sole.

Erbe

In medicina vengono usate da secoli diverse erbe per trattare l'ansia. Queste includono: rhodiola rosea, valeriana, passiflora, melissa e kava.

Nell'articolo Anxiolytic effects of a combination of Melissa officinalis and Valeriana officinalis during laboratory induced stress si parla dei benefici ottenuti combinando la melissa e la valeriana per combattere lo stress.

La kava viene usata da secoli nella cultura polinesiana come erba per rilassarsi durante le cerimonie. È stato dimostrato che la kava può effettivamente essere utile per combattere l'ansia, ma può portare anche a problemi di fegato, per cui dovrebbe essere usata con cautela (Efficacy of Kava Extract for Treating Anxiety: Systematic Review and Meta-Analysis).

Conclusione

Come abbiamo visto, esistono diversi rimedi naturali e sicuri per contrastare i sintomi dell'ansia. Tuttavia, si consiglia di rivolgersi sempre a uno specialista per capire la gravità del proprio problema e per apportare cambiamenti importanti nel proprio stile di vita nonché per quanto riguarda l'assunzione di qualsiasi integratore.

 

Potrebbe interessarti anche:

Gli alimenti che riducono lo stress

Erbe cinesi per combattere i disturbi d'ansia

7 rimedi naturali per aumentare l'energia

Commenti e opinioni