29 Aprile 2015

Olio essenziale di vaniglia: proprietà e usi contro stress e depressione

Conosciuta soprattutto in cucina per il suo aroma dolce e delicato, la vaniglia è una pianta ricca di proprietà che si presta a molti usi. Da essa si estrae un olio essenziale ricco di composti benefici sia per il corpo sia per la mente. L'olio essenziale di vaniglia è un valido alleato per contrastare numerosi malesseri come quelli legati all'invecchiamento e allo stress.

Caratteristiche dell'olio essenziale di vaniglia

La pianta della vaniglia, originaria del Messico ma coltivata attualmente in numerosi paesi del mondo, è molto pregiata e se ne conoscono diverse varianti, tra cui la più nota Vanilla planifolia, la Bourbon, la Tahitensis e la Pompona.

L'olio essenziale si estrae dai baccelli della pianta, i quali vengono prima fatti essiccare e poi sottoposti a distillazione. La sostanza così ottenuta viene successivamente impiegata in diversi campi: dalla cosmetica alla farmacologia, dall'aromaterapia alla realizzazione di profumi per il corpo e per l'ambiente, alla produzione di prodotti da massaggio, fino all'aromatizzazione dei dolci. Il suo profumo intenso e persistente è in genere apprezzato da tutti nonostante le sue note molto dolci e avvolgenti.

Olio essenziale di vaniglia: proprietà

Tantissimi sono i benefici che l'olio essenziale di vaniglia può donare al nostro organismo. Tra questi ne spicca però uno in particolare, ovvero il suo potere rilassante. Questo profumatissimo olio svolge infatti un'efficace funzione calmante e aiuta a ridurre lo stress. Combatte, di conseguenza, tutti gli spiacevoli malesseri che lo stress porta con sé: fame nervosa, disturbi del sonno, irritabilità, stanchezza e dolori muscolari.

Il profumo dell'olio essenziale di vaniglia è usato nell'ambito dell'aromaterapia per allentare le tensioni e addolcire l'umore, quindi per affrontare meglio periodi difficili della vita favorendo una maggiore serenità. I suoi effetti positivi sulla psiche contribuiscono in modo significativo a migliorare i sintomi legati a stati depressivi o fortemente ansiogeni.

L'olio essenziale di vaniglia ha inoltre un elevato potere antiossidante. È dunque un valido strumento per contrastare l'ossidazione delle cellule e quindi l'invecchiamento precoce dell'organismo a livello psico-fisico. Ciò rende l'olio essenziale di vaniglia un alleato importante per ritardare non solo i segni del tempo visibili sulla pelle, ma anche per aiutare il corpo dall'interno a combattere più efficacemente i radicali liberi e l'invecchiamento cellulare.

Tra le altre proprietà, l'olio essenziale di vaniglia è conosciuto per la sua azione energizzante e per i suoi effetti afrodisiaci; questi ultimi molto probabilmente dovuti alla sensualità della sua particolare fragranza speziata.

La vaniglia ha inoltre la capacità di stimolare la circolazione sanguigna e agevolare la digestione.

Olio essenziale di vaniglia: usi

Per godere appieno delle proprietà benefiche dell'olio essenziale di vaniglia è molto utile impiegarlo nei trattamenti aromaterapici. Per esempio, per sciogliere le tensioni muscolari, aggiungere 2-3 gocce dell'olio essenziale in un cucchiaio di olio da massaggio, quindi applicare la miscela sul corpo esercitando massaggi delicati. Le sedute di massaggio a base di questo olio non solo rilassano ma sono anche tonificanti e attivano la circolazione.

L'aroma della vaniglia può essere sprigionato anche semplicemente diluendo un paio di gocce di olio essenziale nell'acqua calda della vasca da bagno oppure versandole direttamente nella bottiglia del bagnoschiuma. In questo modo si combinano gli effetti rilassanti del bagno caldo con quelli della vaniglia, andando altresì a migliorare il flusso sanguigno e a favorire l'espulsione delle tossine grazie al calore dell'acqua.

È inoltre possibile diffondere le note profumate di vaniglia nell'ambiente versando qualche goccia dell'olio negli appositi diffusori. La piacevole fragranza aiuta la concentrazione, stimolando positività e calma interiore, e contrastando così i disturbi legati a stress, ansia e depressione.

L'olio essenziale di vaniglia può anche essere utilizzato puro: massaggiandone direttamente un paio di gocce sulla parte interna dei polsi si ottiene un valido aiuto per calmare irrequietezza, ansia e fame nervosa. Per ridurre gli stati dolorosi legati al ciclo mestruale, invece, va massaggiato puro, ma sempre in modica quantità (2 gocce), sulla parte bassa del ventre.

L'olio essenziale di vaniglia può essere impiegato anche per esaltare la bellezza della pelle e combattere le rughe miscelandone semplicemente poche gocce nel vasetto della crema idratante per il viso che si adopera abitualmente.

Tra gli altri utilizzi, non si può non menzionare l'uso che se ne fa in cucina. Come gran parte degli oli essenziali, anche quello di vaniglia è molto concentrato ed è quindi preferibile usare nelle ricette l'essenza di vaniglia, conosciuta anche come vanillina. Per utilizzare l'olio essenziale in cucina occorre prestare molta attenzione e impiegarne un quantità minima, la quale va diluita. Può bastare una sola goccia, per esempio, per aromatizzare l'impasto dei dolci o le bevande, e sfruttare così anche le sue proprietà digestive.

L'olio essenziale di vaniglia è un alleato prezioso del nostro benessere psicofisico, capace anche di regalare al corpo e all'ambiente una profumazione irresistibile. È importante accertarsi sempre di reperirlo puro al 100 per cento, stando attenti alle tante sostanze adulterate proposte in commercio contenenti agenti chimici che andrebbero a compromettere le proprietà benefiche dell'olio essenziale di vaniglia. Si consiglia dunque di acquistare sempre prodotti certificati, preferibilmente eco-bio.

Commenti e opinioni