08 Agosto 2012

Banaba: un aiuto naturale contro diabete e obesità

Diversi studi, il più recente dei quali pubblicato sulla rivista Biomedical Research nel numero di aprile-giugno 2011 (22 issue 2: pagg 125-129), affermano che l'estratto delle foglie di Banaba (Lagerstroemia speciosa L.) possono costituire un ottimo aiuto naturale e senza controindicazioni per trattare il diabete di tipo 2, e come coadiuvante per il diabete di tipo 1.

La Lagerstroemia speciosa L. è una pianta semidecidua originaria dell'Asia dell'est. Non è un caso infatti se paesi come le Filippine e l'India utilizzano alcune parti di questo albero nella loro medicina tradizionale. In particolare, le foglie di Banaba vengono impiegate per preparare decotti utili per ridurre l'obesità, regolare la pressione sanguigna e trattare il diabete (soprattutto nei soggetti non insulino dipendenti).

Le foglie di Banaba contengono un composto triterpenoide conosciuto come acido corosolico che, similmente all'insulina, stimola il trasporto del glucosio all'interno delle cellule. In questo modo, è in grado di favorire l'assorbimento e l'utilizzazione del glucosio nella cellula, giocando un ruolo fondamentale nella regolazione dei livelli di zucchero e di insulina plasmatici. Per via del suo effetto ipoglicemizzante, l'acido corosolico viene anche identificato con il termine "fitoinsulina".

Secondo uno studio pubblicato dalla Biosci Biotechnol Biochem, la tisana fatta con foglie di Banaba inibisce l'azione della α-amilasi fino al 38% [1], mentre altre ricerche suggeriscono che gli estratti di metanolo e acqua all'interno delle foglie di questa pianta frenano sia la α-amilasi sia la α-glucosidasi [2]. Questi due enzimi sono coinvolti nella digestione dei carboidrati, e sono responsabili dell'aumento dei livelli di glucosio nel sangue dopo aver mangiato cibi contenenti amidi e zuccheri. Andando a ostacolare l'attività dell'α-amilasi e α-glucosidasi, l'assorbimento dei carboidrati viene ritardato così come l'aumento degli zuccheri nel sangue.

Ma i benefici legati alla Banaba non si limitano soltanto al controllo del tasso glicemico negli individui predisposti al diabete. Le fluttuazioni della percentuale di zuccheri nel sangue sono spesso associate al desiderio di mangiare, e in particolare di assumere carboidrati attraverso prodotti come dolci o pane. L'estratto di Banaba regola i livelli di insulina e zuccheri nel sangue, costituendo così un ottimo fitonutriente che contrasta l'obesità e il sovrappeso. Inoltre, è utile per controllare la fame nervosa associata a fluttuazioni di glicemia.

Stando ai diversi studi condotti sulle proprietà di questa pianta, non ci sono seri effetti collaterali ad essa associati. Tuttavia è possibile che si verifichi ipoglicemia, in qual caso la dose può essere abbassata.

L'uso delle foglie di Banaba è senza dubbio un valido rimedio ma non va dimenticato che bisogna seguire uno stile di vita equilibrato per poter godere dei suoi benefici. Infatti, rimedi naturali come la Banaba (o altri appartenenti alla medicina ayurvedica) sono poco efficaci se il proprio stile di vita è caratterizzato da un consumo eccessivo di cibo, dalla sedentarietà e dallo stress. Oltre a ciò, non bisogna dimenticare che prima di cominciare qualsiasi cura che prevede l'uso esclusivo o coadiuvante di erbe medicinali è necessario consultare il proprio medico o diabetologo.

 

Potrebbe interessarti anche:

Vene varicose: Rimedi naturali e consigli

Come mantenere costante la temperatura del corpo

Raccomandazioni AICR per la prevenzione del cancro

 

Risorse:

1. Hansawasdi C, Kawabata J, Kasai T. α-Amylase inhibitors from roselle (Hibiscus sabdariffa Linn.) tea. Biosci Biotechnol Biochem 2000; 64: 1041-1043.

2. Suzuki Y, Hayashi K, Sakane I, Kakuda T (2001) Effect and mode of action of banaba (Lagerstroemia speciosa L) leaf extracts on postprandial blood glucose in rats. J Japan Soc Nutr Food Sci 54, pagg 131-137.

Commenti e opinioni