19 Marzo 2013

5 semplici metodi per ridurre le infiammazioni nell'organismo

Artrite, malattie cardiache, asma, morbo di Alzheimer, e altre malattie sono tutti disturbi provocati dalle infiammazioni, e possono colpire sia gli anziani sia i giovani. Anche se in realtà le infiammazioni costituiscono un normale processo necessario all'organismo per liberarsi da batteri, virus, e cellule danneggiate, a volte tale risposta viene sovrastimolata, andando a causare problemi anche gravi alla salute umana, e ostacolando la guarigione.

Di seguito vedremo alcuni semplici metodi per contrastare le infiammazioni nel nostro organismo. Tali suggerimenti sono stati tratti dal libro From Fatigued to Fantastic di Jacob Teitelbaum, direttore sanitario presso la National Fibromyalgia and Fatigue Centers and Chronicity.

1. Spezie. Se da un lato è vero che le spezie possono infiammare le papille gustative, dall'altro è anche vero che rappresentano un'arma vincente per sconfiggere le infiammazione nel resto del corpo. La curcumina, un composto presente nella curcuma e principale ingrediente nella maggior parte dei curry, può agire in modo simile all'ibuprofene, alleviando le infiammazioni soprattutto alle ginocchia e alle articolazioni. Molti studi inoltre affermano che la curcumina può avere un'influenza positiva su malattie come il morbo di Alzheimer, l'artrite reumatoide e la fibromialgia. Se il curry non fa per voi, provate con altri condimenti antinfiammatori come l'aglio, il pepe di Caienna, e lo zenzero.

2. Mangiare i grassi giusti. Non tutti i grassi sono uguali, e noi abbiamo bisogno del giusto tipo di grassi per il corretto funzionamento di tutto l'organismo. Pesci grassi come salmone e sgombro, frutta secca come pistacchi, mandorle e noci, avocado, semi di lino, e semi di chia sono tra i migliori alimenti che contengono grassi anti-infiammatori noti come acidi grassi omega-3. I grassi animali hanno maggiori probabilità di innescare infiammazioni, quindi si dovrebbe ridurre il consumo di cibi provenienti da animali, e sopratutto di carne.

3. Evitare bevande gassate, zuccherate e aromatizzate. "Lo zucchero è tossico per il sistema immunitario", afferma il dottor Teitelbaum. E spesso le bevande gassate sono tra quelle con il più alto contenuto di zucchero e aromi artificiali, nonché con un elevatissimo apporto calorico. L'alternativa migliore a queste bibite è senza alcun dubbio l'acqua, e se proprio non si può fare a meno degli aromi, si può aromatizzare l'acqua in maniera naturale aggiungendo del succo di limone fresco, oppure di arancia o ancora di fragola.

4. Fare attività fisica. Anche se con l'esercizio fisico si stressano i muscoli, allenarsi con regolarità aiuta a diminuire le infiammazioni all'interno del proprio organismo. Numerosi studi hanno infatti dimostrato che l'attività fisica è particolarmente efficace per combattere le infiammazioni che portano a sviluppare l'artrite e le malattie cardiovascolari.

5. Evitare ansie inutili. Un modo, spesso trascurato, per ridurre la quantità di infiammazioni nel corpo è quello di diminuire innanzitutto la quantità di stress nella propria vita. Il cervello risponde allo stress rilasciando adrenalina e cortisolo, sostanze che vanno ad attingere alle riserve dell'organismo per produrre infiammazioni. Se da un lato un minimo di stress è necessario per spingerci a migliorare e a rendere di più nelle nostre attività quotidiane, dall'altro troppo stress è senza dubbio dannoso. Teitelbaum suggerisce che anche un semplice gesto come quello di spegnere la televisione può aiutare molto a diminuire i livelli di stress, soprattutto quando si tratta di notizie e di pubblicità. "Si è ormai passati dall'idea che 'il sesso vende' a quella che 'la paura vende'", dice il dottor Teitelbaum. Infatti, guardare in continuazione telegiornali e programmi che danno news negative può portare la persona a stressarsi per cose su cui non ha il controllo e su cui non può agire direttamente, e molto probabilmente anche su argomenti di cui l'individuo non ha alcun interesse.

Commenti e opinioni