27 Luglio 2014

7 errori da evitare quando si vuole perdere peso

Quando si cerca di perdere peso si possono adottare diversi metodi tra diete e allenamenti per bruciare il grasso in eccesso. A volte però, nonostante tutti gli sforzi, i risultati sono pochi o addirittura nulli. In questi casi, molto probabilmente si stanno compiendo una serie di errori che impediscono al proprio organismo di bruciare i grassi efficacemente. Scopriamo quali sono.

1. Saltare la colazione

Uno degli errori più gravi e più diffusi tra coloro che vogliono perdere peso è quello di saltare la colazione. Niente di più sbagliato! La colazione è il pasto che deve essere consumato dopo una notte di digiuno, ed è necessario per fornire un'adeguata energia all'organismo, che si appresta ad affrontare una giornata impegnativa. Cominciare la giornata mangiando cibi salutari come cereali d'avena, frutta, yogurt magro, frutta secca e tè non solo dà al corpo la carica di cui ha bisogno, ma soprattutto stimola il metabolismo sin dal mattino facendolo funzionare correttamente durante l'arco della giornata.

2. Mangiare dopo lunghe pause

Consumare pochi pasti dopo lunghe pause di digiuno porta inevitabilmente a un rallentamento del metabolismo, che non viene stimolato a sufficienza per lavorare correttamente. Ne consegue che il modo migliore per accelerare il metabolismo e bruciare i grassi è proprio quello di mangiare poco e spesso, almeno ogni due o tre ore.

3. Avere una routine irregolare

Orari lavorativi irregolari, che non permettono di organizzarsi per i pasti e per le altre attività quotidiane vanno a sconvolgere inevitabilmente tutte le funzioni del proprio organismo, metabolismo compreso. Allo stesso modo anche la digestione e la combustione delle calorie risente di tali sconvolgimenti.

4. Aggiungere calorie liquide

Sappiamo tutti che bere fa bene e aiuta a rimanere idratati, ma in realtà non tutte le bevande sono amiche della linea. Per esempio, se si esagera con l'alcol si va inevitabilmente a disidratare l'organismo, oltre che ad aggiungere un gran quantitativo di calorie. In commercio però esistono molte altre bevande che vengono vendute come salutari ma che in realtà non lo sono, come per esempio la maggior parte dei succhi di frutta e delle acque aromatizzate. Queste bibite sono spesso ricche di zucchero aggiunto nonché coloranti e conservanti, tutti elementi che di certo non aiutano a bruciare grassi.

5. Rinunciare completamente a qualcosa

Qualsiasi alimento consumato in eccesso non fa bene alla salute. Tuttavia, non è giusto neppure escludere completamente un cibo che piace dalla propria dieta. L'importante è consumare i cibi con moderazione, bilanciando i pasti.

6. Affidarsi a integratori e pillole

Non esistono pillole miracolose che accelerano il metabolismo senza causare problemi come sbalzi nella frequenza cardiaca e nella pressione sanguigna, e altri disagi. Esistono però diversi integratori naturali come quelli a base di pepe di Cayenna che possono aiutare ad attivare il metabolismo senza provocare disturbi all'organismo. Tuttavia, prima di ricorrere a qualsiasi integratore bisogna sentire il parere del proprio medico, e seguire attentamente le istruzioni. A dire il vero, il peperoncino, come altre spezie piccanti, è in grado di accelerare il metabolismo nel breve termine anche se usato così com'è sotto forma di condimento per le proprie ricette culinarie, senza quindi ricorrere ad alcun integratore.

7. Impazienza

Per perdere peso e accelerare il metabolismo basale c'è bisogno di pazienza. In alcuni casi potrebbero volerci mesi prima di vedere i risultati. Non bisogna arrendersi facilmente perché l'organismo umano necessita di tempo per adattarsi ai cambiamenti sia nello stile di vita sia nella dieta.

Commenti e opinioni