04 Ottobre 2012

Trattare il diabete con l'acupressione

L'acupressione, conosciuta anche come digitopressione o agopressione, è una tecnica molto antica che consiste nell'esercitare pressione su alcuni punti specifici, stimolandoli, e contribuendo così a trattare diversi disturbi.

Solitamente, l'acupressione viene impiegata per alleviare dolori alla schiena e ai lombari, mal di testa e nausea, ma diversi studi (per chi volesse approfondire, i link sono in fondo alla pagina) dimostrano che tale tecnica è efficace anche per aiutare a curare il diabete di tipo 2 e 1.

► Alleviare lo stress

Innanzitutto, la digitopressione, combinata con esercizi di respirazione, è efficace nell'alleviare lo stress. I livelli di zucchero nel sangue diminuiscono al diminuire di ansia o stress oppure rabbia, quindi, un primo riscontro positivo si ha proprio in questo settore.

► Favorire il processo metabolico

Alcuni punti dell'acupressione (in particolare Milza-6, Fegato-3, Rene-3, Stomaco-40 e Stomaco 36) possono risultare utili nello gestire i sintomi del diabete andando a stimolare i processi metabolici e mantenendo costanti i livelli di insulina. Una lieve pressione esercitata in questi punti da una persona competente, insieme a una dieta equilibrata e una regolare attività fisica, migliora il metabolismo e i livelli di insulina.

► Aumentare la concentrazione di enzimi antiossidanti

Un altro fattore da tenere presente è che i radicali liberi e i perossidi lipidici svolgono un ruolo chiave nello sviluppo di complicanze diabetiche. Seguire una terapia antiossidante aiuta a prevenire complicazioni causate da lipoperossidazione e formazione di radicali liberi nel diabete mellito. Secondo uno studio pubblicato nel 2008 sulla rivista The Journal of Alternative and Complementary Medicine (Vol: 14, Issue 3), l'acupressione auricolare può aumentare la concentrazione di enzimi antiossidanti in persone ad alto rischio di diabete mellito.

► Considerazioni

1. La consultazione di un esperto è fondamentale prima di ricorrere all'acupressione. Anche se la maggior parte dei medici esclude la possibilità che possano verificarsi effetti collaterali causati dalla terapia, è sempre meglio avere il consenso di un esperto.

2. Oltre al trattamento terapeutico con la digitopressione, è necessario mantenere un regime di allenamento regolare e una dieta sana. Inoltre, al fine di tenere attivo il processo metabolico, è importante una costante idratazione.

 

Alcuni materiali di ricerca interessanti:

http://online.liebertpub.com/doi/abs/10.1089/acm.2006.6064

http://linkinghub.elsevier.com/retrieve/pii/S2005290111000070?via=sd&cc=y

http://online.liebertpub.com/doi/abs/10.1089/acm.2008.0608

Commenti e opinioni