29 Aprile 2013

Dispepsia: rimedi naturali

I problemi dovuti alla cattiva digestione, ovvero alla dispepsia (dal greco dys-pepsia, che significa appunto "cattiva digestione"), possono causare diversi disturbi tra cui nausea, dolore nella parte superiore dell'addome, inappetenza, stanchezza, flatulenza, eruttazioni, rigurgiti acidi, alitosi, e altro. Di seguito, vedremo alcuni rimedi tra i più efficaci per trattare la dispepsia in modo naturale.

Tarassaco

Il tarassaco è una delle piante depurative per eccellenza grazie alle sue proprietà diuretiche e digestive. Quest'erba contiene composti come gli acidi organici, i fenilpropani e i sesquiterpeni che favoriscono le funzioni del glomerulo renale, del fegato e del pancreas.

Succo di Aloe Vera

Il succo di aloe vera è ricco di antrachinoni, sostanze che hanno un potente effetto lassativo. Gli antrachinoni favoriscono il movimento peristaltico nell'intestino e l'avanzamento delle feci con successiva espulsione.

Zenzero

La radice di zenzero è utile a calmare i disturbi dispeptici per via della sua azione carminativa e digestiva. Tale radice contiene gingerolo, un composto naturale antinfiammatorio che aiuta a stimolare la secrezione di acido gastrico e migliora la digestione, alleviando nausea e dispepsia.

Finocchio

Il finocchio, oltre ad avere proprietà carminative, favorisce l'attività biliare. Il finocchio è quindi un buon rimedio contro i disturbi intestinali, in particolare per ridurre il gonfiore di stomaco. Oltre a ciò, questa pianta possiede capacità diuretiche.

Carvi o Cumino dei prati

Il cumino dei prati, o Carum carvi, è una pianta molto utile per aiutare la digestione stimolando la produzione di bile, e contrastando la flatulenza. Oltre a ciò, il cumino dei prati possiede proprietà antisettiche derivanti da sostanze quali il limonene e il carvone. Grazie a tali proprietà il carvi svolge anche una buona azione disinfettante per l'intestino.

Liquirizia

Mangiare un po' di liquirizia 15-20 minuti prima dei pasti favorisce l'attività digestiva. Anche la menta e la genziana aiutano la digestione e facilitano l'evacuazione delle feci.

Boldo

Il boldo è un rimedio erboristico ricco di alcaloidi, sostanze che favoriscono la digestione e aiutano a contrastare diversi problemi al fegato.

Cassia

La cassia, come l'aloe, è una pianta contenente antrachinoni, ed è altresì ricca di glucosio e fruttosio. Queste sostanze agiscono andando a stimolare la peristalsi intestinale e fungendo da lassativi osmotici, favorendo così l'espulsione delle feci.

Tamarindo e fico

Sia il tamarindo sia il fico comune sono utili alla digestione e agiscono entrambi come lassativi osmotici. Nello specifico, attirano acqua all'interno dell'intestino portando alla formazione di feci molle. Grazie al suo contenuto di acidi organici, il tamarindo è molto utile per regolare le funzioni dell'intestino, e se preso a dosi elevate svolge un'azione lassativa. L'attività osmotica del fico è invece dovuta soprattutto agli zuccheri semplici contenuti nella frutta.

Prugna

La prugna possiede proprietà lassative sia di tipo osmotiche sia di volume. Ciò è dovuto alla ricchezza di zuccheri semplici e di fibre all'interno della frutta. La prugna inoltre favorisce la secrezione di succhi acidi nello stomaco, migliorando così l'efficienza gastrica.

Ananas

L'ananas contiene due enzimi proteolitici individuati con il terminre di bromelina. Tali enzimi supportano la digestione e favoriscono l'assimilazione delle proteine.

Fibre

Le fibre alimentari svolgono un ruolo di primaria importanza all'interno di tutto l'apparato digerente. Per questo motivo, la dispepsia può essere facilmente contrastata adottando una dieta ricca di fibre: legumi, frutta, verdura e cereali.

Commenti e opinioni