24 Ottobre 2012

Piante ed erbe che agiscono come antibiotici naturali

Le erbe officinali possiedono proprietà benefiche che le rendono efficaci per il trattamento di diversi disturbi. Tra queste, vi sono piante antibiotiche che, per via della loro azione batteriostatica e/o battericida, inibiscono la proliferazione dei microbi e sono altresì in grado di eliminarli. Di seguito, illustreremo quali sono le principali piante con funzione di antibiotici naturali.

► Echinacea

L'echinacea è in grado di agire come antivirale stimolando la produzione di interferone all'interno del nostro organismo, una proteina che protegge le cellule del corpo da batteri, parassiti, virus e cellule tumorali. L'echinacea possiede inoltre proprietà purificanti per il sangue, aiutando le cellule del sistema immunitario (globuli bianchi) a contrastare infezioni virali e batteriche. L'Agenzia europea per i medicinali (EMEA) consiglia l'uso dell'estratto dei fiori di Echinacea purpurea per prevenire e curare il raffreddore. Tuttavia, tale estratto non può essere assunto per un periodo superiore a 10 giorni e non può essere somministrato a bambini con età inferiore a 1 anno, mentre se ne sconsiglia l'uso per i bambini da 1 a 12 anni di età e per le donne in fase di gravidanza o allattamento.

► Tormentilla (Pontetilla tormentilla)

La tormentilla possiede molti effetti benefici per via dell'elevato contenuto di tannini e flavonoidi, sostanze antiossidanti che esercitano sull’organismo proprietà antinfiammatorie, antimicrobiche, antivirali, decongestionanti e antidiarroiche.

Proprio per la presenza di tannini, la tormentilla è particolarmente apprezzata per contrastare i disturbi intestinali e la diarrea. Infatti, i tannini, dopo essere entrati in contatto con la mucosa intestinale, svolgono un'azione astringente che ne diminuisce la permeabilità, riducendo così i sintomi della diarrea. Tra gli altri benefici a livello intestinale, la tormentilla è utile per placare crampi e coliche.

Oltre a ciò, l'azione antinfiammatoria e antibatterica dell'estratto di questa pianta è efficace per una buona igiene orale, contrastando disturbi quali afte, ulcerazioni, mal di denti, e altre infiammazioni alla gola e alla bocca.

► Aglio (Allium sativum)

L'estratto di aglio è un potentissimo antibatterico e antibiotico naturale in quanto contiene un composto solforganico chiamato allicina, che conferisce all'aglio il suo caratteristico odore pungente. Grazie all'allicina e ad altri elementi quali ajoene e disulfuri, l'aglio svolge un'importante azione antitumorale, andando a prevenire la carcinogenesi delle cellule dell'organismo (Per approfondire: Anticancer Res. 2001 e Fundam Clin Pharmacol. 2007).

► Idraste (Hydrastis canadensis)

L'idraste è una pianta erbacea con proprietà disinfettanti e cicatrizzanti utili per curare e rimarginare le ferite. Per via dell'alcaloide barberina contenuta in essa, l'idraste possiede anche funzioni antibatteriche e antifungine, che la rendono ideale per preparare creme da applicare sulla pelle e contrastare l'insorgenza di funghi.

► Drosera (Drosera rotundifolia)

La drosera è una pianta carnivora diffusa soprattutto in Africa, Australia e Sud America. La drosera contiene composti aromatici noti come naftochinoni che hanno caratteristiche antimicrobiche, disinfettanti e antinfiammatorie. Questa pianta possiede inoltre proprietà antispasmodiche utili contro bronchiti e tosse.

► Pilosella (Hieracium pilosella)

Le proprietà antibiotiche della pilosella sono legate a uno dei suoi composti più noti, l'umbelliferone, utile soprattutto per curare la brucellosi. Questa malattia, conosciuta altresì come febbre maltese, colpisce diverse specie animali (in particolare suini, bovini e ovini) e può essere facilmente trasmessa all'uomo tramite il consumo di alimenti infetti (per esempio latticini), ma anche in maniera diretta. Tra gli altri benefici, la pilosella svolge funzioni diuretiche (attribuibili principalmente al luteoloside contenuto in essa) efficaci contro le infezioni urinarie.

Attenzione

Piante ed erbe officinali usate come antibiotici naturali per trattare i disturbi sopra descritti sono in genere sicure. Tuttavia, è meglio consultare il proprio medico prima di cominciare qualsiasi trattamento. Se inoltre si hanno problemi di salute e/o si stanno assumendo medicinali o ancora si è in stato di gravidanza o allattamento, è necessario sentire prima il parere del proprio medico.

Commenti e opinioni