28 Giugno 2015

Ghiandole surrenali: come migliorare la salute del surrene

Le ghiandole surrenali sono situate sopra i reni e svolgono un ruolo fondamentale nella produzione di molti ormoni, in particolare corticosteroidi, adrenalina e cortisolo. Il funzionamento di tali ghiandole influisce quindi sulla regolazione della risposta allo stress, sui livelli di energia e sul sonno, e in parte anche sul processo riproduttivo. Squilibri del sistema surrenale causano diversi problemi di salute, che possono essere lievi come la stanchezza surrenale oppure gravi come il morbo di Addison. Ripristinare una buona salute del surrene implica una corretta diagnosi, un intervento medico e un cambio nello stile di vita.

Esistono diversi disturbi che possono interessare il surrene, e senza una corretta diagnosi non si può individuare il trattamento adeguato. Se si avvertono dunque problemi che interessano le ghiandole surrenali è necessario innanzitutto descrivere i sintomi al proprio medico, che deciderà quali analisi andranno fatte per capire se sono presenti squilibri ormonali.

In genere, il medico può suggerire di fare un test di stimolazione dell'ormone adrenocorticotropo (ACTH), un'analisi per determinare il rilascio di cortisolo e per vedere se la ghiandola pituitaria secerne la corretta quantità di ormoni. Altri esami comprendono radiografie o ultrasuoni e ulteriori analisi del sangue. Il tipo di trattamento medico dipende quindi dai risultati dei test e dalla problematica specifica.

Si rendono comunque necessari alcuni cambiamenti di base nello stile di vita nella maggior parte dei casi riguardanti i disturbi surrenali.

Alimentazione

In caso di squilibri ormonali causati da problemi alle funzioni delle ghiandole surrenali è importante consumare alimenti che mantengano costante il livello di energia. Livelli troppo bassi di zuccheri nel sangue, dovuti soprattutto a un'insufficiente apporto alimentare, si traducono in maggiore stress sulle ghiandole surrenali. È bene dunque consumare quotidianamente almeno tre pasti equilibrati e due spuntini tra un pasto e l'altro, in modo da mantenere costante l'apporto energetico. Evitare prodotti ricchi di zuccheri e/o carboidrati raffinati, optando per fonti naturali di zuccheri come frutta fresca, verdura e cereali integrali. I dolciumi, i prodotti preconfezionati ricchi di conservanti, coloranti e additivi chimici, come pure le bibite gassate e/o aromatizzate vanno eliminate, o consumati il meno possibile, poiché provocherebbero sbalzi nei livelli di glucosio nel sangue, causando picchi glicemici con repentini aumenti e abbassamenti nei livelli di energia.

Vitamine

Le vitamine sono nutrienti essenziali per la salute del surrene e di tutti gli organi del corpo nonché per mantenere stabili i livelli di energia. Per assumere una grande varietà di vitamine e sali minerali è necessaria una dieta composta da 3-6 porzioni di frutta, 3-6 porzioni di verdura e adeguate fonti di proteine.

Le vitamine C ed E, nonché gran parte delle vitamine del gruppo B si trovano soprattutto in verdure a foglia verde, frutta di stagione, cereali integrali e legumi. Per assumere sufficiente vitamina D invece è necessaria un'adeguata esposizione ai raggi UV del sole, senza esagerare e soprattutto nelle ore in cui il sole non è forte, quindi meglio alla mattina presto oppure verso sera. La vitamina D è altresì presente in modeste quantità nei prodotti caseari. Per quanto riguarda la vitamina A, questa viene sintetizzata dall'organismo umano a partire dai carotenoidi, presenti in carote, peperoni, patate dolci, melone, albicocca, verdure a foglia verde e altri vegetali di colore giallo/arancio/rosso .

Riposo

Nel caso in cui ci si senta regolarmente stanchi durante il giorno, è bene ritagliarsi delle piccole pause per far riposare la mente e il corpo. Fare un pisolino di 15-20 minuti o semplicemente sdraiarsi per qualche minuto è un ottimo modo per ricaricarsi. Il rilassamento aiuta altresì a bilanciare i livelli di cortisolo, che subisce alterazioni quando si soffre di problemi alle ghiandole surrenali. È inoltre buona norma andare a letto sempre alla stessa ora e dormire otto ore a notte.

Attività fisica

Fare attività fisica regolarmente aiuta a normalizzare il ciclo sonno-veglia e le funzioni corporee, comprese quelle svolte dalle ghiandole surrenali. In particolare, con l'esercizio fisico si vanno a migliorare i livelli di cortisolo, contrastando in modo più efficace lo stress. Per ottenere benefici immediati, basta fare attività semplici come camminata, jogging o bicicletta per 30 minuti al giorno oppure a giorni alterni.

Commenti e opinioni