02 Dicembre 2016

Pressione Alta: Integratori Naturali Per Abbassarla

Per trattare l'ipertensione arteriosa in maniera efficace è necessario innanzitutto apportare cambiamenti nel proprio stile di vita, ovvero adottare una dieta iposodica sana ed equilibrata, fare attività fisica regolarmente e, in caso si è in sovrappeso, occorre dimagrire. A questo punto, per contribuire ad abbassare la pressione alta è possibile assumere alcuni alimenti e integratori naturali. Se si ricorre ai supplementi dietetici bisogna farlo sotto il controllo del proprio medico.

Integratori di potassio

Diversi studi hanno dimostrato che l'assunzione orale di integratori di potassio aiuta ad abbassare la pressione sanguigna sistolica (ovvero la "massima") in media di 5,9 mmHg, e la pressione diastolica (la "minima") in media di 3,4 mmHg. L'effetto ipotensivo del potassio sembra essere più efficace nei soggetti che hanno livelli più elevati di pressione alta, nelle persone con basse percentuali di potassio o in coloro che assumono quotidianamente più sodio del normale [1].

Cacao o cioccolato amaro

Alcune ricerche hanno constatato che mangiare cioccolato fondente o cacao puro può ridurre la pressione sistolica di 2,8-4,7 mmHg e la pressione diastolica di 1,9-2,8 mmHg in coloro che hanno la pressione arteriosa a livelli normali oppure elevati [2].

Coenzima Q10 (Ubichinone)

La maggior parte degli studi legati ai benefici dell'assunzione di integratori di coenzima Q10, da solo o in combinazione con altri farmaci, sostiene che questa sostanza è utile per il trattamento dell'ipertensione. Nello specifico, il coenzima Q10 riduce la pressione sistolica fino a 10 mmHg e la pressione diastolica fino a 17 mmHg. Tuttavia, se si soffre di sindrome metabolica l'assunzione di coenzima Q10 per via orale non risulta utile all'abbassamento della pressione arteriosa alta [3].

Aglio

L'aglio è senza dubbio uno degli alimenti che bisognerebbe mangiare quotidianamente. Sono ben note le sue naturali proprietà antibiotiche e antinfiammatorie. Molti studi hanno, altresì, dimostrato che l'aglio, sia assunto come integratore naturale che consumato così com'è, riduce la pressione sanguigna alta nonché il colesterolo cattivo e altri fattori di rischio cardiovascolare [4].

Latte fermentato

Alcuni studi hanno constatato che l'assunzione per via orale di compresse contenenti polvere di latte fermentato per 4 settimane abbassa la pressione sistolica ma non la diastolica nelle persone che soffrono di ipertensione [5]. Altre ricerche hanno dimostrato che l'assunzione orale di un prodotto a base di latte fermentato contenente acido gamma-amminobutirrico (GABA) per 12 settimane diminuisce la pressione arteriosa nelle donne con la pressione leggermente alta [6].

Diversi sono gli studi che confermano che la presenza di un lattobacillo, ovvero il Lactobacillus helveticus, sia il principale responsabile di questi miglioramenti sulla pressione arteriosa [7]. In Italia, questo lactobacillo viene generalmente impiegato per la produzione di formaggi come la mozzarella, il provolone, il Parmigiano, il Pecorino, il Cheddar, e l'Emmental.

[Potrebbe interessarti: Integratori Naturali Efficaci Quanto I Farmaci Per Diabete, Colesterolo, Ipertensione E Infiammazioni]

Arancia dolce (Citrus sinensis)

Bere il succo puro di arancia dolce (Citrus sinensis) costituisce un valido aiuto naturale per abbassare l'ipertensione e il rischio di ictus. Grazie all'elevato apporto di flavonoidi, questa bevanda è utile per ridurre vari fattori che causano le malattie cardiovascolari [8].

Integratori di olio di pesce

Numerose ricerche sostengono che gli integratori di olio di pesce contribuiscono a diminuire la pressione arteriosa elevata, soprattutto grazie al loro contenuto di omega-3. Tuttavia, sembra che tale supplemento dietetico non sia efficace come ipotensivo nelle persone sane o che soffrono di aterosclerosi [9].

Tè verde

Alcune evidenze scientifiche suggeriscono che il tè verde possa essere una buona bevanda per prevenire e abbassare la pressione arteriosa elevata. Uno studio condotto sulla popolazione cinese ha dimostrato che bere 120-599 ml al giorno di tè verde o di tè oolong diminuisce il rischio di sviluppare l'ipertensione. Berne più di 600 ml al giorno riduce ulteriormente questo rischio [10]. Anche l'assunzione quotidiana di 379 mg di estratto di tè verde per 3 mesi ha dimostrato di ridurre la pressione sanguigna, sia sistolica sia diastolica, nonché l'infiammazione, lo stress ossidativo, l'insulinoresistenza, e il profilo lipidico nei pazienti con l'ipertensione associata all'obesità [11].

Integratori di acido folico

La ricerca suggerisce che l'assunzione giornaliera di 5000 μg di acido folico per almeno 6 settimane riduce la pressione sistolica in coloro che soffrono di pressione arteriosa alta. Tuttavia, prendere gli integratori di acido folico in combinazione con i farmaci antipertensivi non sembra portare ad alcun effetto migliorativo rispetto al solo medicinale [12].

Integratori di L-Arginina

Anche se i risultati relativi agli effetti dei supplementi dietetici di L-arginina sull'ipertensione sono piuttosto inconsistenti, questi possono essere utili per prevenire o abbassare la pressione alta durante la gestosi, o preeclampsia. La maggior parte delle ricerche afferma che tale integratore può ridurre la pressione arteriosa nelle donne gravide che soffrono di questa sindrome [13].

Integratori di acido linoleico coniugato (CLA)

Gli integratori dietetici di acido linoleico coniugato (o CLA) vengono generalmente presi per contrastare l'obesità e il diabete. Uno studio ha dimostrato che assumere l'acido linoleico coniugato insieme al Ramipril aumenta gli effetti ipotensivi del farmaco nei pazienti con l'ipertensione non controllata [14].

Altri integratori naturali per l'ipertensione

Tra gli altri alimenti e integratori naturali generalmente consigliati per l'ipertensione troviamo: crusca di frumento, acido alfa-linolenico (ALA), gomma di guar, melatonina, nattokinase, piridossina, lievito rosso, psillio. Ricordiamo inoltre che per contrastare efficacemente l'ipertensione arteriosa è essenziale ridurre l'apporto di sodio nella propria dieta, avere uno stile di vita sano, quindi limitare gli alcolici, smettere di fumare, tenere sotto controllo il peso corporeo e fare esercizio fisico con regolarità.

Commenti e opinioni