24 Gennaio 2015

Menta piperita: proprietà e usi

La Mentha piperita è un'erba aromatica appartenente alla famiglia delle Labiatae. Si presenta con radici biancastre, fusto peloso, foglie allungate con margine dentato, e fiori dal colore rosato riuniti in spighe, che sbocciano in tarda primavera o inizio estate. La menta piperita è ottenuta da un incrocio di due tipi di menta, la Mentha spicata e la Mentha aquatica, e possiede numerose proprietà benefiche, tanto che è uno dei rimedi naturali più usati per trattare diversi disturbi.

La menta piperita è ricca di calcio, magnesio, manganese, rame, sodio, fosforo, fibre, proteine, carboidrati, e acqua. Inoltre, questo tipo di menta ha anche una buona percentuale di vitamine, in particolare la vitamina A, la vitamina C e quelle del gruppo B. I suoi principi attivi sono: il mentolo, l'acetato, l'isovalerianato di mentolo, gli esteri di mentolo, l'acido acetico, il cineolo, il varianico, i triterpeni, l'acido ursolico e oleanolico, il mentofurano, i tannini e le sostanze amare. Le parti più utilizzate di questa pianta sono le foglie e le sommità fiorite.

Oggigiorno, la menta piperita viene coltivata su larga scala per il suo impiego sia in ambito terapeutico sia in quello cosmetico e, ovviamente, in quello alimentare. È possibile trovare questa pianta anche allo stato selvatico, e in tal caso le sue proprietà benefiche sono senza dubbio superiori. La raccolta delle foglie avviene intorno al mese di giugno, poco tempo prima che sboccino i fiori, mentre le sommità fiorite vengono recuperate tra luglio e agosto.

In aromaterapia, l'olio essenziale di menta, parimenti a quello di lavanda, è uno degli olii più importanti. Da quest'olio essenziale infatti si estrae il mentolo, un tipo di alcol che trova applicazione, seguendo le indicazioni di un medico esperto in fitoterapia o di un erborista, nell'uso terapeutico, per la risoluzione di diverse problematiche di salute. Si può beneficiare del mentolo presente nell'olio essenziale di menta piperita tramite massaggi, inalazione e ingerimento, in formula diluita.

Usi della menta piperita

Cefalee: miscelare 6-8 gocce di olio essenziale di menta piperita (preferibilmente bio) in un bicchiere d'acqua (circa 200 ml). A questo punto, imbevere un fazzolettino pulito nella soluzione; dopodiché applicare il rimedio sulla zona colpita dal dolore, rinnovando l'impacco di tanto in tanto in modo che sia sempre bello fresco. Ripetere questa operazione almeno due volte al giorno fino a che il mal di testa sarà calmato o svanito.

Sinusite, asma, bronchite: fare dei suffumigi posizionando il capo su una bacinella di acqua calda a cui sono state aggiunte 6-10 gocce di olio essenziale di menta piperita. Coprire la testa con un asciugamano per evitare di far disperdere il vapore, quindi inspirare profondamente, liberando e decongestionando così le vie respiratorie.

Nausea e vomito: si consiglia di portare sempre con sé la menta oppure una boccetta di olio essenziale di menta piperita se si soffre spesso di nausea, e soprattutto di cinetosi. In questo caso basta annusare la menta oppure una goccia di olio essenziale nel fazzoletto per sentirsi subito meglio. Durante i viaggi in macchina o in qualsiasi mezzo di trasporto, la menta piperita aiuta ad alleviare il mal d'auto e il mal di mare oppure d'aereo.

Palpitazioni e spossatezza: basta far cadere un paio di gocce di olio essenziale di menta piperita in un fazzoletto e annusarne l'aroma per sentirsi subito risollevati. In alternativa, utilizzare un diffusore per diffondere il profumo di menta nell'ambiente. La menta aiuta nella concentrazione e ridona vigore, stimolando il sistema nervoso. Si può anche usare l'olio essenziale come aggiunta al bagnoschiuma per renderlo più rinfrescante ed energizzante.

Spasmi muscolari e dolori articolari: miscelare circa 20 gocce di olio essenziale in un olio vettore, come per esempio l'olio di jojoba; quindi, massaggiare delicatamente le aree interessate dal dolore. Le proprietà spasmolitiche della menta piperita aiutano a placare gli spasmi e i crampi muscolari.

Problemi digestivi e gastrointestinali: emulsionare un cucchiaino di miele con una goccia di olio essenziale di menta piperita, e lasciare sciogliere in bocca. In alternativa, provare con una tisana alla menta piperita.

Acne e pelle impura: poche gocce nel proprio sapone liquido bastano per trattare la pelle grassa, stanca e impura, e per contrastare l'acne.

Aerofagia e crampi addominali: diluire 3-5 gocce di olio essenziale di menta piperita in un cucchiaio di olio vettore (per esempio jojoba o mandorle dolci), e utilizzare la miscela di oli per praticare un massaggio sulla zona afflitta dal fastidio fino al completo assorbimento.

Alito cattivo: non c'è niente di meglio che un collutorio fatto in casa per assicurarsi una buona igiene orale quotidiana. Bastano una o due cocce di olio essenziale di menta piperita in mezzo bicchiere d'acqua. Usare la soluzione come un normale collutorio, facendo sciacqui più volte al giorno a seconda dei casi.

Anti-acaro: la menta piperita è uno dei rimedi naturali più apprezzati contro gli acari. Oltre all'utilizzo dell'essenza nei diffusori ambientali, per tenere a bada gli acari si può far cadere una goccia di olio essenziale di menta piperita sul lenzuolo, un ottimo rimedio da usare quando si dorme in alberghi o comunque fuori casa.

Nei casi in cui la menta piperita venga usata a scopo curativo è necessario seguire le istruzioni di un medico, in modo da stabilire con precisione la quantità di principi attivi da somministrare al paziente.

Commenti e opinioni