05 Marzo 2015

Occhi: 5 consigli per prendersi cura della salute oculare

Gli occhi sono organi molto sensibili e, dato che ricevono continuamente stimoli visivi durante l'arco della giornata, si stressano e si stancano facilmente. Il bulbo oculare può essere soggetto a lacrimazioni, rossori, secchezza e riduzione dell'accomodamento visivo, soprattutto se si "maltrattano" gli occhi per incuria o per negligenza, per cui è necessario prendersi cura della salute oculare con piccoli gesti quotidiani, attraverso poche e semplici accortezze.

Alimentazione per la salute degli occhi

Gli occhi hanno la necessità di essere curati già a partire dall'alimentazione, perché sia fattori interni sia fattori esterni possono comprometterne la salute rischiando di causare da piccoli disturbi a problemi più seri.

Tutto quello che l'organismo ingerisce, si trasforma in nutrienti, che il corpo utilizza principalmente per svolgere correttamente le varie funzioni e per proteggersi dalle ossidazioni; analogamente ci sono principi che vengono sfruttati per migliorare la salute oculare. Uno degli elementi fondamentali provenienti dai cibi è il betacarotene, un antiossidante naturale contenuto in grande quantità in carote, papate dolci, peperoni, broccoli, verdura a foglia verde, melone, albicocche essiccate. Questo nutriente agisce rallentando il processo di invecchiamento oculare poiché permette la produzione di retinolo, precursore della vitamina A, che contribuisce a mantenere la vista in buono stato e a proteggerla dai dannosi raggi UV.

Si possono inoltre mangiare alimenti che aiutano a prevenire e a contrastare le infiammazioni agli occhi come per esempio i cibi ricchi di acidi grassi omega-3 (frutta secca, semi oleosi e pesce grasso), e altri alimenti antiossidanti e antinfiammatori come quelli ricchi di vitamina C (kiwi, agrumi, peperoni, cavolini di Bruxelles). Altro nutriente fondamentale per contrastare le ossidazioni è la vitamina E, contenuta principalmente in cereali integrali, semi oleosi, e oli vegetali. 

Ridurre le ore di uso continuativo di PC, TV e lettura

Gli occhi si stancano molto quando sottoposti a un duro lavoro continuo, come può essere quello di lunghe ore davanti a dispositivi con schermo retroilluminato (computer, tablet, televisore) ma anche con la semplice lettura di un libro o di un ebook. Se si vogliono scongiurare abbassamenti della vista e mal di testa, è necessario inframmezzare l'uso di tali dispositivi a momenti di pausa, oltre che evitare di eseguire tali operazioni tutte nello stesso arco di tempo. In generale, la regola vorrebbe che si faccia una pausa di 15 minuti ogni ora di lavoro davanti a schermi retroilluminati, per dare il tempo di una tregua agli occhi. Lo stesso vale per la lettura di libri.

Rimedi casalinghi per la salute degli occhi

Tenendo sempre presente che bisogna prevenire il contatto degli occhi con sostanze allergeniche, inquinanti o solventi chimici, proteggendoli usando, quando necessario, mascherine e occhiali appositi, a volte si possono avere dimenticanze che comportano disturbi oculari di vario genere.

Quando gli occhi risultano gonfi e arrossati per la stanchezza e il sovraccarico di lavoro a cui sono stati sottoposti, si può intervenire facilmente con l'applicazione di due fettine di cetriolo sulle palpebre chiuse per 10 minuti prima di dormire. Questo ortaggio possiede particolari proprietà rinfrescanti e idratanti.

Altro rimedio della nonna molto usato è la camomilla. Basta fare una tisana di camomilla, quindi lasciarla raffreddare, e infine applicare sugli occhi aiutandosi con un batuffolo di cotone. In questo modo, si possono effettuare lavaggi agli occhi pulendoli dalle impurità, e allo stesso tempo si calmano le irritazioni grazie alle proprietà lenitive della camomilla.

Sarebbero inoltre utili dei leggeri massaggi circolari eseguiti con i polpastrelli delle dita sulle palpebre e sulla zona perioculare per riattivare la microcircolazione.

Piccoli accorgimenti per la salute oculare

È importante prestare attenzione verso alcune accortezze che vanno a limitare l'affaticamento visivo, soprattutto per effetto di agenti esterni. Quando per esempio si utilizzano le lenti a contatto, sarebbe buona abitudine non indossarle per più di 19 ore al giorno, avendo cura di sterilizzarle quotidianamente qualora non siano usa e getta e, se possibile, alternarle con l'utilizzo degli occhiali da vista.

Molto importante è inoltre indossare gli occhiali da sole per proteggere gli occhi dai raggi UV, soprattutto quando si hanno a disposizione lenti polarizzate che li schermano ancor meglio dalla loro azione dannosa, responsabile di abbassamenti alla vista.

Prevenzione per la salute degli occhi

Trascurando spesso quanto sia delicato l'occhio come organo, si rischia di incorrere in problematiche dapprima esclusivamente fastidiose, che però possono secondariamente esacerbare in disturbi più gravi, alcuni dei quali vanno a compromettere seriamente la vista. A tale scopo, effettuare controlli oculistici periodici e "coccolare" gli occhi dopo un'intera giornata lavorativa risulta essenziale per monitorare lo stato visivo e garantirne un'efficienza maggiore. Non è un caso se la sera, dopo un lungo giorno di lavoro, la vista tende ad abbassarsi. Sarebbe bene non sforzarli ulteriormente mettendosi davanti a dispositivi retroilluminati o leggendo per ore prima di andare a dormire. Gli occhi necessitano quindi di riposo per rigenerarsi e offrire la loro piena funzionalità, per cui va sempre riservato un momento della quotidianità in cui lasciarli a riposo.

La vista è un bene incommensurabile, ecco perché prendersene cura, dalla giusta alimentazione alla protezione con lenti, dalle visite periodiche ai momenti di riposo, risulta fondamentale, considerando anche la gravità di alcune patologie oculari che possono comprometterne la salute e portare a cecità.

Commenti e opinioni