20 Novembre 2012

5 tra i migliori oli essenziali antinfiammatori

Di seguito verranno descritti 5 tra i migliori oli essenziali con proprietà antinfiammatorie che agiscono in modo simile ai farmaci FANS per inibire l'azione degli enzimi cicloossigenasi-2 (COX-2 o prostaglandina-endoperossido sintasi 2), i quali sono causa di infiammazioni, gonfiori e diversi dolori.

1. Olio essenziale di timo

Il timo è un'erba aromatica comunemente utilizzata in cucina per aggiungere sapore alla carne, a zuppe e a stufati. Questa pianta inoltre possiede una grande forza antiossidante, il che spiega la sua capacità di mantenere gli alimenti freschi più a lungo. L'attività antimicrobica del timo è particolarmente utile nel trattamento di disturbi respiratori quali mal di gola, tosse e bronchite. L'olio essenziale di timo svolge altresì un'importante attività antibatterica contro microorganismi che hanno sviluppato resistenza agli antibiotici. Tra gli oli essenziali, quello di timo è senza dubbio uno dei più potenti a livello anti-infiammatorio ed è in grado di ridurre efficacemente i livelli degli enzimi COX-2 di ben il 75%. Il composto che dona al timo queste straordinarie proprietà battericide è il carvacrolo, un principio attivo che, in forma pura, riduce il tasso di COX-2 fino all'80%.

2. Olio essenziale di finocchio

Il finocchio è un ortaggio molto usato nelle cucine degli italiani, sia come condimento sia per essere mangiato sotto forma di insalata o da solo. I semi di finocchio sono utili per preparare tisane depurative e per ridurre gonfiori di stomaco e flatulenza causati dalle indigestioni. Il principio attivo che rende l'olio essenziale di finocchio un ottimo antinfiammatorio è l'anetolo, particolarmente efficace come espettorante secretomotorio e secretolitico, utile per eliminare il muco e i germi.

3. Olio essenziale di eucalipto

L'olio essenziale di eucalipto è in grado di lenire soprattutto i fastidi dovuti a mal di testa, mal di pancia, naso chiuso e congestione toracica. Tale olio è molto efficace per contrastare raffreddori e influenza, e agisce anche solo diffondendo la sua essenza nell'ambiente, purificando l'aria dai microrganismi nocivi e riducendo il proliferare di virus e batteri. L'olio essenziale di eucalipto, se mescolato a un olio vettore come l'olio di jojoba e successivamente applicato sulla pelle, è inoltre un ottimo repellente naturale per insetti. Questa diluizione è altresì efficace come olio da massaggio per contrastare i dolori muscolari e agire come antispasmodico.

4. Olio essenziale di chiodi di garofano

I chiodi di garofano vengono solitamente utilizzati come spezia per insaporire piatti e per conferire alle proprie ricette un aroma caldo e dolce. All'interno della medicina ayurvedica e della medicina tradizionale cinese (MTC), i chiodi di garofano vengono impiegati per combattere i disturbi legati a indigestioni, vomito, nausea, dolori addominali e flatulenza. Le sue proprietà antinfiammatorie e anestetiche rendono l'olio essenziale di chiodi di garofano un ottimo rimedio naturale per alleviare i dolori causati dal mal di denti e dalle gengive infiammate. Basta anche solo una goccia di olio essenziale di chiodi di garofano miscelata al proprio dentifricio o collutorio per mantenere l'alito fresco e disinfettare la bocca.

5. Olio essenziale di bergamotto

Il bergamotto è un agrume conosciuto soprattutto per via del suo utilizzo come aromatizzante nella qualità di tè Earl Grey. L'olio essenziale di bergamotto possiede una fragranza leggera, fresca e tonificante che contribuisce a risollevare non solo dalla fatica fisica, ma anche dallo stress emotivo. Tale olio essenziale costituisce anche l'ingrediente chiave di molti profumi e colonie dato che il suo odore è adatto sia per gli uomini sia per le donne. È possibile creare facilmente la propria acqua di colonia rinfrescante semplicemente mescolando alcune gocce di olio essenziale di bergamotto con dell'acqua distillata. Tuttavia, come avviene con quasi tutti gli oli essenziali puri, non bisogna mai applicare l'olio essenziale di bergamotto direttamente sulla pelle perché potrebbero accadere reazioni spiacevoli come irritazioni o macchie cutanee, soprattutto a contatto con la luce del sole.

Precauzioni

Gli oli essenziali sono per uso esterno e vanno applicati diluiti con un olio vettore.

Commenti e opinioni