23 Luglio 2015

Olio essenziale di limone: proprietà, usi e controindicazioni

Il limone è una frutta ricca di sostanze terapeutiche, e anche l’olio essenziale che se ne ricava è un concentrato di proprietà benefiche per il nostro organismo. Diversi sono gli usi che si possono fare dell’olio essenziale di limone; tuttavia, non se ne può abusare poiché possiede altresì alcune controindicazioni.

Come si estrae l’olio essenziale dal limone?

Il limone (Citrus limonum) è un sempreverde dalle origini orientali, appartenente alla famiglia delle Rutaceae, che si coltiva anche nei paesi del mediterraneo e nelle zone con un clima temperato.

L’olio essenziale di limone si ricava solo dalla scorza del limone, la quale è più ricca di sostanze attive, e preferibilmente da frutta non completamente matura. L’olio essenziale si ottiene mediante macchinari che spremono le bucce a freddo e mantengono la temperatura costante. Questo procedimento permette di ricavare una sostanza di elevata qualità, che si presenta come un liquido giallognolo, dal sapore un po’ amaro ma molto profumato. Per produrre pochi millilitri di olio essenziale occorrono diversi chili di limoni.

Olio essenziale di limone: proprietà

L’olio essenziale estratto dal limone ha un elevato contenuto di terpeni, come il limonene, di pineni, di vitamine B, C, PP, e di acido citrico. Questi elementi gli conferiscono molte proprietà benefiche per diverse parti del corpo: pelle, sangue, fegato, intestino. Secondo diversi studi, tra cui uno apparso sulla rivista scientifica Environmental Health Perspectives, il limonene è utile nella prevenzione e nel trattamento di alcuni tipi di cancro.

L’olio essenziale di limone svolge un'azione antisettica, antibiotica, depurativa, sebo equilibrante, emostatica e cicatrizzante su piccole ferite, afte, herpes labiale, infiammazioni gengivali. In particolare, l’azione antibiotica del limonene in combinazione con quella antiossidante della vitamina C conferiscono al limone la capacità di aumentare le difese immunitarie e di contrastare problemi come mal di gola, tosse, e sintomi influenzali. Svolgono un ruolo rilevante anche i flavonoidi quali l’esperidina, grazie alle loro proprietà battericide.

L’olio essenziale di limone, per via del suo alto apporto di vitamina C e vitamine del gruppo B, è un utile alleato per combattere i segni dell’invecchiamento: attenua le rughe, stimola la rigenerazione cellulare della cute, accelera la scomparsa dell'acne e rinforza le unghie.

Bisogna sottolineare che la vitamina PP, in particolare, attiva la circolazione venosa e linfatica, con effetti benefici sulla cellulite, sui problemi circolatori alle gambe, sulla fragilità capillare, sul rafforzamento dei vasi, sulla fluidificazione del sangue.

L'olio essenziale di limone è inoltre coadiuvante nella cura dell’ipertensione, dell’artrite, dei reumatismi. Grazie ai citrati contenuti in esso, l'olio essenziale di limone favorisce altresì la digestione, stimola il funzionamento del fegato e del pancreas, elimina acidità e bruciori.

Olio essenziale di limone in aromaterapia

L’utilizzo degli oli essenziali per inalazione svolge un'azione benefica sul sistema nervoso attraverso l’olfatto. Per quanto concerne l'aromaterapia con l'olio essenziale di limone, le ricerche hanno evidenziato benefici in soggetti affetti da stati di ansia e nervosismo, nonché un miglioramento delle funzionalità cognitive in pazienti con demenza e Alzheimer, secondo quanto dimostrato da uno studio pubblicato sulla rivista Psychogeriatrics.

L’aromaterapia può raggiungere livelli di efficacia maggiori se abbinata a massaggi con oli essenziali. La propagazione dell’olio essenziale di limone negli ambienti, tramite appositi diffusori, candele o mettendone qualche goccia di oe nelle vaschette dell’acqua sui caloriferi, purifica l'aria, agevola la concentrazione e migliora la memoria.

Usi cosmetici e casalinghi dell'olio essenziale di limone

L’olio essenziale di limone vede diversi impieghi nell’industria cosmetica, in creme e dentifrici. Poche gocce aggiunte alla crema idratante (2-3 gocce ogni 100 ml) sono utili per combattere le occhiaie, grazie alle capacità dell'olio essenziale di riattivare la circolazione.

Quest’olio, inoltre, miscelato in poche gocce all'interno del flacone del proprio shampoo preferito (circa 10-15 gocce ogni 200 ml), rinforza e dona luminosità ai capelli e combatte l'eccessiva produzione di sebo.

Utilizzato con il dentifricio, l'olio di limone ha un potere sbiancante sui denti. Basta una sola goccia sul dentifricio ogni volta che ci si lava i denti.

Sono vari gli usi casalinghi dell’olio essenziale di limone: poche gocce su una spugna tolgono le macchie di grasso e di colla dalle superfici; mescolato all'acqua disinfetta la verdura e la frutta; aggiunto al detersivo dei piatti pulisce pavimenti, piani di lavoro, fornelli e altre superfici incrostate.

Olio essenziale di limone: controindicazioni

L'olio essenziale di limone ha pochi effetti collaterali, soprattutto se inalato. L'attenzione maggiore va posta nei casi di utilizzo per via orale e nei soggetti con pressione bassa, per il rischio di collasso. È fondamentale non esporsi al sole e ai raggi UV dopo aver applicato l'olio sulla pelle perché causa irritazioni e macchie cutanee. L’acido citrico o altri componenti del limone potrebbero indurre ipersensibilità o allergie anche gravi.

Qualsiasi utilizzo si desideri fare dell’olio essenziale di limone, è importante che sia sempre puro, senza sostanze sintetiche. In caso di uso interno, la dose giornaliera da usare non dovrebbe superare la misura di qualche goccia, miscelata a tisane, acqua, miele; mentre per usi esterni come per esempio per i massaggi, l'olio essenziale va diluito a oli vegetali e creme.

Commenti e opinioni