18 Febbraio 2013

Erbe che aiutano a eliminare il grasso in eccesso

Le erbe possono contribuire molto a ridurre il grasso in eccesso nel nostro corpo grazie al loro contenuto di composti come polifenoli, antiossidanti, stimolanti naturali utili per accelerare il metabolismo, e altre sostanze. Di seguito vedremo alcune piante che contribuiscono a far dimagrire; tuttavia, tali rimedi costituiscono un aiuto naturale che deve essere abbinato a un corretto stile di vita e a un'alimentazione sana ed equilibrata.

Rhodiola

L'uso della rhodiola può aiutare a eliminare il grasso in eccesso in diversi modi. Innanzitutto, quest'erba è utile per diminuire i livelli di cortisolo, ovvero l'ormone dello stress. Livelli elevati di tale ormone possono portare a sentire il bisogno di consumare cibi ricchi di grassi e carboidrati. La rhodiola è un buon adattogeno che aiuta il corpo ad affrontare meglio lo stress, riducendo la quantità di cortisolo prodotta. Oltre a ciò, l'estratto di rhodiola è in grado di stimolare l'enzima Lipasi ormone-sensibile, il principale enzima responsabile della mobilizzazione dei trigliceridi dal tessuto adiposo.

Pepe di Caienna

Uno studio apparso sul numero di agosto 2010 di Nutrition and Metabolism, ha confermato che il pepe di Caienna contribuisce ad accelerare il metabolismo agendo come termogenico, ovvero andando ad aumentare la temperatura del corpo, e bruciando così un numero maggiore di calorie. L'effetto termogenico del peperoncino è dovuto alla capsaicina, il composto principalmente responsabile della sua piccantezza.

Estratto di arancio amaro

L'estratto di arancio amaro (Citrus × aurantium) contiene un composto chimico noto come sinefrina. Si tratta di un'ammina molto simile nella struttura chimica all'efedrina, e come essa è in grado di aumentare il tasso metabolico tramite la termogenesi, senza però accrescere in modo significativo la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna, come invece accade con l'efedrina (bandita nel 2004 dalla FDA). Tuttavia, si sconsiglia l'impiego di sinefrina per coloro che soffrono di cardiopatie, ipertensione, per le donne incinta o in fase di allattamento, e per i bambini al di sotto dei 12 anni.

Estratto di tè verde

Uno dei modi in cui il tè verde può aiutare a perdere peso è, anche in questo caso, con l'aumento della termogenesi. Il tè verde è una buona bevanda brucia-grassi, i cui benefici vanno al di là degli effetti prodotti da stimolanti naturali come la caffeina. Il tè verde infatti contiene EGCG o epigallocatechina gallato, un polifenolo antiossidante che, tra i tanti benefici, contribuisce anche ad accelerare il tasso metabolico a riposo, andando ad aumentare l'attività della noradrenalina.

Guggul (Commiphora mukul)

Quest'erba è un rimedio naturale utilizzato da tempo all'interno della medicina ayurvedica per trattare diversi problemi di salute, tra cui l'obesità e il colesterolo. Per quanto riguarda la perdita di peso, il gugul è utile in quanto può aumentare l'attività degli ormoni tiroidei (triiodotironina T3 e tiroxina T4), i quali influenzano e regolano la maggior parte dei processi metabolici del nostro organismo. Diversi studi hanno dimostrato una blanda azione stimolante del guggul sulla tiroide, tuttavia sono necessarie ulteriori ricerche a riguardo.

Prima di ricorrere a qualsiasi rimedio naturale o integratore è necessario sentire il parere del proprio medico. Alcune delle erbe sopra riportate contengono stimolanti naturali quali la caffeina, non indicati per coloro che soffrono di ipertensione e/o cardiopatie.

Commenti e opinioni