10 Maggio 2013

Le migliori piante ornamentali per purificare l'aria

Le piante d'appartamento aiutano ad abbellire e a rendere più vivaci le stanze della propria casa, ma sono altresì utili per depurare l'aria e mantenere il giusto livello di umidità negli ambienti chiusi. Di seguito, riporteremo le piante che secondo uno studio della NASA risultano essere le migliori per purificare l'aria all'interno delle nostre case. Un consiglio: quando si innaffia assicurarsi di non abbondare con l'acqua poiché troppa umidità nel terreno può portare alla formazione di muffe.

Edera comune (Hedera helix)

Questa pianta rampicante sempreverde è molto resistente, si adatta benissimo ai piccoli spazi, e si trova bene anche in camere poco illuminate. Le foglie dell'edera sono capaci di assorbire la formaldeide, l'agente inquinante più diffuso dentro casa, presente soprattutto in vernici, resine, isolanti, coloranti per tappeti sintetici, legno pressato, truciolati, compensato, carta da parati, fumo, cosmetici, e altro. Questa pianta inoltre aiuta a combattere la muffa che si trova nell'aria della stanza nel giro di poche ore, contribuendo quindi a prevenire problemi come allergie e asma. Fare attenzione se si hanno animali domestici perché l'edera è tossica per i gatti.

Spatafillo o Pianta cucchiaio (Spathiphyllum)

Lo spataffilo è una pianta ornamentale che si adatta bene anche in ambienti poco illuminati. Ha una aspetto molto elegante, con un fiore color bianco che somiglia a un giglio. Oltre alla sua particolare bellezza, lo spataffilo depura l'aria da sostanze tossiche come il benzene, elemento cancerogeno che si trova soprattutto in vernici e cere per lucidare. Inoltre assorbe l'acetone emesso da strumenti elettronici, adesivi e da alcuni detergenti. Lo spataffilo necessita di acqua almeno una volta a settimana. Questa pianta risulta tossica sia per i cani sia per i gatti.

Palma di Betel (Areca catechu)

La palma di Betel è una delle piante migliori per umidificare l'ambiente in modo naturale. L'Areca è inoltre utile per disintossicare l'aria da un gruppo di derivati dal benzene noto come xilene, usato soprattutto in solventi per stampa, vernici, cuoio, gomme, acciaio, pesticidi e altro.

Rhapis (Rhapis excelsa)

La Rhapis excelsa si adatta bene sia agli ambienti asciutti sia a quelli umidi, ed è molto resistente alla maggior parte dei parassiti. È una pianta capace di ridurre i livelli di ammoniaca, ingrediente presente nei detergenti, e in alcuni tessuti e coloranti. Utile anche contro lo xilene e la formaldeide.

Felce di Boston (Nephrolepis exaltata)

La felce di Boston presenta foglie simili a piume e fronde ricurve che ben si adattano a cesti da poter appendere in qualche angoletto libero della casa. È una pianta che necessita di ambienti umidi, quindi bisogna innaffiarla con regolarità. Questa felce è molto utile per rimuovere la formaldeide e lo xilene, e per eliminare muffe e tossine.

Sansevieria (Sansevieria trifasciata)

La Sansevieria presenta foglie taglienti, tanto che da alcuni viene anche definita con l'espressione "lingua della suocera". Si adatta bene in luoghi con scarsa luce, e di notte, al contrario della maggior parte delle piante, assorbe anidride carbonica e rilascia ossigeno. Dunque, questa pianta è l'ideale per la camera da letto. Anche l'aloe vera, la begonia e altre piante succulente agiscono allo stesso modo. Oltre ad aiutare ad abbassare il tasso di CO2, la Sansevieria ripulisce l'aria dalla formaldeide e dal benzene. Questa pianta è tossica per cani e gatti.

Pothos (Epipremnum aureum)

Il Potos è un rampicante molto versatile, lo si può piantare in un vaso facendolo sostenere da bacchette o da un tronchetto, oppure lo si può tenere sospeso, facendolo pendere verso il basso. L'Epipremnum aureum aiuta a purificare l'aria dalla formaldeide, dal monossido di carbonio e dal benzene. L'ideale sarebbe tenerlo all'ingresso della casa oppure del garage, da cui è più probabile che entrino i gas di scarico delle auto. Il pothos risulta velenoso se masticato da bambini e da animali domestici.

Begonia (Begonia semperflorens)

Posto in una zona soleggiata, la begonia darà vita a graziosi fiori bianchi, rosa o rossi durante l'estate. Oltre a essere una pianta molto bella, la begonia è utile per disintossicare l'ambiente dal benzene e da sostanze chimiche prodotte dal toluene, un liquido che si trova in alcune cere, resine, colle, vernici e adesivi.

Dracena marginata (Dracaena marginata)

La dracena è l'ideale per stanze con soffitti alti dato che può crescere fino a 4-5 metri. È una pianta che non richiede molte cure poiché si trova bene anche in ambienti poco luminosi e non necessita di molta acqua. Le sue foglie possono assumere colorazioni particolari che sfumano verso il rosso o il viola, donando un tocco di colore e vivacità all'ambiente. Oltre a ciò la dracena aiuta a ridurre i livelli di xilene, tricloroetilene, e formaldeide. La dracena è tossica per gli animali domestici.

Commenti e opinioni