25 Novembre 2014

I rimedi naturali che funzionano davvero

I rimedi naturali sono un'ottima alternativa per trattare problemi di salute e disturbi che comunemente ci affliggono. Qui sotto, troverete 10 rimedi naturali che funzionano egregiamente per risolvere problemi come: alito cattivo, singhiozzo, vesciche, odore corporeo sgradevole, scottature, contusioni, afta, forfora, labbra screpolate, e sanguinamento del naso (epistassi).

Alito cattivo

Il prezzemolo è senza dubbio uno dei rimedi naturali migliori per rinfrescare l'alito. Questo alimento è ricco di clorofilla, un composto molto efficace per uccidere i batteri che causano il cattivo odore all'interno della bocca. Per sbarazzarsi dell'alito pesante basta masticare un rametto di prezzemolo. Molto efficace anche dopo aver mangiato cipolle o aglio.

Singhiozzo

Per arrestare il singhiozzo si può utilizzare il seguente metodo, che può risultare un po' strano, ma che nella maggior parte dei casi funziona: mettere una cannuccia in un bicchiere da circa 200 ml pieno d'acqua; premere con la punta delle dita degli indici nelle rientranze situate dietro ai lobi, dove il collo e mandibola si incontrano; quindi bere l'acqua con la cannuccia. Bere quanta più acqua possibile in una sola volta, mantenendo la pressione nelle rientranze dietro ai lobi. Quando il bicchiere è vuoto, il singhiozzo dovrebbe essere sparito.

Vesciche e bolle

La soluzione naturale contro bolle e vesciche consiste nel tamponare le aree interessate con un batuffolo di cotone imbevuto di amamelide (Hamamelis virginiana). Ripetere per quattro volte al giorno. L'amamelide contiene tannini astringenti che asciugano il fluido contenuto nella vescica, alleviando il dolore e favorendo la circolazione.

Odore corporeo forte e sgradevole

Se l'odore del corpo è forte e persistente nonostante una buona igiene, il problema potrebbe essere rappresentato dai pori ostruiti. Quando la pelle non riesce a eliminare adeguatamente le tossine dal corpo, si può avere un cattivo odore. In questi casi, si consiglia di spazzolare a secco la pelle prima di ogni doccia in modo da esfoliare la cute morta che intrappola i rifiuti, provocando cattivi odori. La spazzolatura a secco deve essere eseguita in maniera delicata, senza causare graffi o ferite. Esistono spazzole appositamente studiate per la spazzolatura a secco del corpo, e solitamente possono essere acquistate in farmacia.

Contusioni

L'arnica è un buon rimedio naturale sia contro l'indolenzimento muscolare sia per minimizzare le contusioni, favorendone una veloce guarigione. Quando si urta un ginocchio o altre parti del corpo, oppure si notano gonfiori o lividi, strofinare delicatamente un po' di crema all'arnica, acquistabile in erboristeria. Questa pianta riduce l'infiammazione e agevola la circolazione sanguigna, favorendo l'eliminazione del sangue stagnante che fa diventare la pelle cianotica.

Scottature

L'olio essenziale di lavanda (Lavandula angustifolia) è molto conosciuto per il suo profumo rilassante, ed è infatti uno dei rimedi migliori contro gli stati d'ansia, ma funziona altresì molto bene per alleviare le scottature e le ustioni di primo grado (ovvero il tipo che occorrere, per esempio, toccando una padella calda). L'olio essenziale di lavanda, diluito in un olio vettore come quello di mandorle dolci oppure d'oliva, velocizza la guarigione delle scottature, previene la comparsa di cicatrici, e combatte i batteri che potrebbero attaccare la nuova pelle. Prima di applicare la diluizione di oli, pulire delicatamente l'ustione con acqua e sapone. Quindi, in un cucchiaio di olio vettore, mescolare 3-5 gocce di olio essenziale di lavanda puro, e applicare la miscela sulle aree interessate dall'ustione almeno tre volte al giorno, senza coprire la scottatura.

Afta

Contro le afte della bocca, si possono utilizzare le foglie del lampone (Rubus idaeus). Basta mettere in infusione 2 cucchiai di foglie di lampone essiccate in 1 tazza di acqua bollente. Far raffreddare completamente. Filtrare la tisana. Il rimedio è pronto per fare sciacqui con la soluzione filtrata, tenendola in bocca per circa un minuto. Ripetere tre volte al giorno. I tannini di questa tisana riducono il gonfiore e puliscono la ferita, promuovendone la guarigione.

Forfora

Per sbarazzarsi definitivamente della forfora è necessario contrastare la causa che sta all'origine del problema: il livello di pH acido del cuoio capelluto. Per ripristinare i normali livelli di pH nel cuoio capelluto, si consiglia innanzitutto di lavare i capelli come di consueto, con shampoo e balsamo; successivamente, applicare una tazza di aceto di sidro di mele sulla testa, massaggiando delicatamente lo scalpo per almeno 2 minuti. Infine, risciacquare solo con acqua.

Sanguinamento dal naso (epistassi o rinorragia) 

Per fermare una fuoriuscita lieve di sangue dal naso in pochi minuti si può adottare il seguente metodo (un po' strano ma funziona): strappare un pezzetto di carta da un sacchetto marrone per la spesa, solitamente utilizzato per i generi alimentari; posizionare il pezzetto di carta all'interno della bocca, tra il labbro superiore e la gengiva, e lasciarlo lì fino a quando il naso smetterà di sanguinare. Nessuno sa esattamente perché funziona, ma molte persone utilizzano questo trucco con successo.

Labbra screpolate

I balsami convenzionali per le labbra contengono spesso ingredienti chimici aggressivi e dannosi per la salute, come il petrolio e talvolta anche l'alcol. Tali sostanze seccano eccessivamente la pelle, in particolare quella ancora più sensibile situata sulle labbra. Si consiglia quindi di adottare un rimedio naturale come l'olio di ricino, utile sia per proteggere le labbra screpolate sia per idratarle. È molto semplice utilizzare l'olio di ricino; basta tenerlo dentro una bottiglietta per portarlo sempre con sé, e applicarlo con le dita quando se ne sente la necessità. Se si ha intenzione di stare sotto il sole per lunghi periodi di tempo, è consigliabile utilizzare un balsamo naturale per le labbra, preferibilmente eco-bio, dunque privo di petrolio e senza alcool, con un SPF di 15.

Commenti e opinioni