18 Ottobre 2014

Rosacea: come curarsi con 5 rimedi naturali

La rosacea o acne rosacea è una patologia molto comune, riscontrabile con un'incidenza maggiore nelle donne tra i 30 ed i 60 anni d'età. Inizialmente, chi ne soffre non sa di essere affetto da un disturbo curabile, e probabilmente pensa di avere solo una pelle molto sensibile ai raggi solari e facilmente arrossabile. Quest'infiammazione si presenta con macchie rosse o rosate, acne o cisti rossastre, occhi facili agli arrossamenti, e soprattutto capillari superficiali che si rompono frequentemente. Le zone più colpite sono quelle del viso, in particolare la fronte, l'area intorno al naso, il mento e le guance.

Rosacea: cosa ci offre la natura

Chi ha intenzione di rivolgersi solo in ultima analisi ai farmaci chimici o a trattamenti esterni come laser, luce pulsata o terapia fotodinamica, può scegliere di utilizzare prima le soluzioni alternative offerte da Madre Natura. Rimedi naturali come estratti e impacchi che risultano spesso risolutivi del problema, e che possono essere eseguiti con prodotti che comunemente si trovano in casa. Di seguito, 5 rimedi erboristici efficaci per la rosacea.

1. Liquirizia

La liquirizia ha proprietà lenitive per la pelle, è utile per ridurre i brufoletti provocati dalla rosacea ed è altresì in grado di rinforzare e ripristinare le condizioni dei capillari superficiali. Utilizzare la liquirizia con costanza può guarire dalla rosacea in 4-8 settimane. Per uso topico si può creare molto semplicemente una maschera alla liquirizia mescolando la polvere di questa radice con yogurt intero: il trattamento così composto dovrà essere tenuto sul viso per 5-10 minuti. Un'altra maschera molto efficace è quella preparata con polvere di liquirizia e gel di aloe vera: l'azione sinergica di queste due piante sarà risolutiva. La maschera dovrà essere tenuta sul viso almeno 10 minuti. Trascorso il tempo necessario per far agire il rimedio naturale, lavare via il trattamento con acqua tiepida.

2. Tè verde

Il tè verde ha riconosciute proprietà antiossidanti. Il suo alto contenuto di epicatechina ed epicatechina 3-gallato, epigallocatechina ed epigallocatechina 3-gallato, influisce positivamente sulla scomparsa di pustole e sul riequilibrio dei capillari sanguigni. Il tè verde può essere usato sia come infuso, da bere 2-3 volte al dì, sia come impacco direttamente sul viso. In quest'ultimo caso, la sua preparazione prevede di lasciare in infusione in un pentolino di acqua bollente una manciata di tè verde puro. Trascorsi 10 minuti rimuovere il tè dall'acqua e lasciare raffreddare. Utilizzare l'infuso imbevendo un panno e tamponando le aree del viso colpite dalla rosacea quando si ha bisogno di un po’ di sollievo.

3. Camomilla

La camomilla è conosciuta per le sue proprietà calmanti e antinfiammatorie. I principi attivi che agiscono sui disturbi da rosacea sono soprattutto l'apigenina e la luteina. Oltre ad acquistare creme a base di camomilla, il fiore può essere usato per preparare un infuso efficace da applicare poi come impacco sulla pelle. Per preparare l'infuso si potrà versare in acqua bollente un pugno di camomilla in fiori o 3 bustine di camomilla. Lasciare in infusione per 10 minuti, trascorsi i quali rimuovere la camomilla dall'acqua e lasciare raffreddare. Questo rimedio naturale può essere utilizzato freddo in qualsiasi momento si ha bisogno di un po' di sollievo dal rossore, semplicemente imbevendo un panno e tamponando il viso.

4. Bardana e Ribes nigrum

La bardana e il ribes nero sono tra i rimedi fitoterapici più indicati per rimuovere gli stati infiammatori della pelle, e quindi anche per trattare naturalmente la rosacea. Come ogni trattamento alternativo, l'assunzione di erbe medicamentose è molto efficace per l'organismo umano ma i risultati hanno bisogno di più tempo per essere visibili. L'assunzione delle due erbe avviene solitamente nel seguente modo: 30 gocce di tintura di bardana per 3 volte al giorno, 15 minuti dopo aver fatto colazione, pranzo e cena. Contestualmente assumere 70 gocce del macerato glicerico di Ribes nigrum diluito in poca acqua: 1 volta al giorno tra le 8 e le 10 del mattino. In ogni caso, leggere sempre le istruzioni sulla confezione oppure seguire le indicazioni del proprio erborista di fiducia.

5. Lavanda

L'olio essenziale di lavanda è uno dei pochi a poter essere utilizzato direttamente sulla pelle. Prima di usarlo sulla zona interessata, detergere bene il viso, e testarlo su una piccola area cutanea per assicurarsi di non esserne allergici. Quest'erba possiede proprietà antisettiche e antinfiammatorie ma è meglio evitare il contatto diretto con le lesioni. Se si presenta solo rossore, l'olio essenziale di lavanda può essere applicato ogni giorno sulla parte interessata dalla rosacea con un batuffolo di cotone. Per evitare possibili irritazioni causate dal rimedio naturale, si suggerisce di diluire 2-3 gocce di olio essenziale in un cucchiaio di olio vettore (per esempio olio di cocco) oppure acqua, quindi procedere all'applicazione con un batuffolo di cotone.

Commenti e opinioni